- Superando.it - https://www.superando.it -

Non se ne parla nemmeno nel notiziario!

Uomo in carrozzina davanti a molti scalini«Constatiamo la totale latitanza, perfino a livello di comunicazione veicolata dalla newsletter settimanale di Roma Capitale, dell’argomento disabilità e ciò per altro in perfetta continuità con le precedenti Amministrazioni Comunali».
Lo denuncia l’Associazione Luca Coscioni, che ritiene ciò un fatto del tutto «ingiustificabile», ricordando tra l’altro «che in tema di accessibilità fisica/mobilità delle persone con disabilità, Roma continua ad essere fortemente carente, come dimostrato dall’illegale assenza di un Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), nonché dalle molte cause intentate e vinte dalla nostra stessa Associazione, per comportamenti discriminatori tenuti da Roma Capitale nei confronti di cittadini con disabilità».

In tal senso va senz’altro ricordata, ad esempio, la Sentenza prodotta dalla Seconda Sezione Civile del Tribunale di Roma, che aveva appunto condannato il Comune della Capitale in base alla Legge 67/06 (Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni), per avere discriminato Gustavo Fraticelli, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni e persona con disabilità in carrozzina, impedendogli, a causa della presenza di barriere architettoniche, di accedere alle fermate degli autobus ubicate in alcune zone del centro storico della Capitale. Tale provvedimento, oltretutto, aveva portato successivamente a un’ulteriore condanna, alla luce della mancata applicazione di esso (se ne legga ampiamente anche nel nostro giornale). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Valentina Stella (addetto stampa Associazione Luca Coscioni), valentina.stella@associazionelucacoscioni.it.