- Superando.it - https://www.superando.it -

Tra intrattenimento, integrazione e informazione

Immagine tratta da "Incontri" di Stalker Teatro

Un’immagine tratta da uno degli “Incontri” della compagnia torinese Stalker Teatro, che animerà la serata del 5 luglio a Bologna, all’interno della rassegna “La conquista della felicità”

È in corso di svolgimento a Bologna e continuerà fino al 18 luglio, la nuova edizione della rassegna culturale estiva La conquista della felicità, manifestazione promossa dall’Associazione degli Amici di Luca, che per l’undicesima volta sta aprendo a tutti i battenti della propria Casa dei Risvegli Luca De Nigris, la nota struttura innovativa dell’Azienda USL di Bologna, dedicata a persone con esiti di coma, stato vegetativo e le loro famiglie.

Nato nel luglio del 2005 – per iniziativa di Fulvio De Nigris, direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma degli Amici di Luca e dell’attrice Gloria De Antoni – l’evento è stato pensato come un «progetto di resistenza civile», utile a produrre «uno sguardo attivo sulla vita», tra appuntamenti di teatro, musica, letture e altro ancora, senza tralasciare naturalmente i momenti di benessere che, insieme all’arte e alla cultura, danno sostanza e concretezza agli intenti di coloro che hanno ideato l’iniziativa. Una rassegna, quindi, a metà strada tra l’offerta di un intrattenimento e un intervento di integrazione e informazione, che tra i suoi eventi ospita sempre più persone legate alla struttura ospitante.

Il prossimo appuntamento è in programma per domenica 5 luglio, a partire dalle 18 (la Casa dei Risvegli Luca de Nigris è in Via Gaist, 6, presso l’Ospedale Bellaria), con il Momento del benessere, a cura dell’Associazione alkaemia® ASD di Ferrara e dell’Associazione Shukriya ACSD di Bologna.
In serata, poi (ore 21), la compagnia Stalker Teatro di Torino presenterà Incontri. 14 Passi nelle Scritture (progetto e regia di Gabriele Boccacini; performers Stefano Bosco, Dario Prazzoli, Maura Dessì e Adriana Rinaldi; musiche originali di Corradino Corra Corrado e Roberto Marsella).
Lo spettacolo – il cui testo è tratto da una ricerca su brani dell’Antico Testamento, e in particolare su alcuni frammenti dedicati all’“incontro con l’altro” e alla positiva convivenza fra le persone in una comunità – si inserisce in un ciclo di Incontri, all’interno del quale viene offerta agli spettatori la possibilità di partecipare direttamente, trasformando il tutto in un evento teatrale che coinvolge l’intera comunità dove viene presentato. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e apporofondimenti: info@amicidiluca.it.