- Superando.it - https://www.superando.it -

“Happy Hand in Tour”: per una nuova cultura sulla disabilità

Logo di "Happy Hand in Tour"Una grande società come Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali attori presenti in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce centri commerciali su tutto il territorio nazionale.
Al suo fianco la FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), di cui fanno parte le tante Federazioni Italiane dello sport praticato dalle persone con disabilità. Insieme all’Associazione WTKG (Willy the King Group), che da anni organizza la fortunata manifestazione bolognese Happy Hand e a COOP, sono i partner che lanciano in questi mesi il progetto Happy Hand in Tour.

In realtà la Società IGD ha già avviato nelle proprie strutture un percorso rivolto all’accessibilità ed è proprio proseguendo su questa linea di lavoro che intende muoversi anche Happy Hand in Tour, puntando a presentare la disabilità in modalità positiva, sintonizzandosi con la battaglia culturale che la FISH conduce ormai da più di vent’anni, basata innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Nelle giuste condizioni, infatti, le persone con disabilità studiano, lavorano, praticano uno o più sport, vanno in vacanza, conducono una vita sociale, formano una propria famiglia. Senza nemmeno mai dimenticare che la disabilità non è un evento eccezionale, riguardando milioni di persone e potendo interessare chiunque nel corso della propria vita.

Ma come trasmettere ai cittadini questa nuova cultura sulla disabilità? «Utilizzando strumenti di grande impatto – come spiega Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH – quali lo sport, da una parte, l’espressione creativo-artistica, dall’altra, declinata sotto diversi aspetti, per coinvolgere ad esempio il vasto popolo dei visitatori-fruitori dei Centri Commerciali in occasioni di incontro a fianco di noti sportivi con e senza disabilità, ma anche consentendo loro di cimentarsi direttamente in discipline quali il sitting volley, il basket e il rugby in carrozzina, il tennis tavolo, le bocce, l’handbike (l’ormai celebre bicicletta mossa con la forza delle mani), il tennis, la scherma e il calcio balilla. Proponendo poi, su un altro versante, esibizioni musicali, rappresentazioni teatrali, mostre, laboratori creativi di fumetto, pittura, documenti in video e altro ancora».

Igor Protti

Igor Protti, che l’ottobre sarà ospite di “Happy Hand in Tour” a Livorno, quand’era una “bandiera” del calcio labronico

Il lungo ciclo di eventi, dunque, che proseguirà sino ai primi mesi del 2016, prende il via già in questo fine settimana a Livorno e a Colleferro nei pressi di Roma, con un programma quanto mai ricco in entrambe le località, a partire dalla città toscana, dove le iniziative, che vedranno il sostegno di UniCoop Tirreno e della Sezione Soci di Coop Livorno, si protrarranno da giovedì 8 a domenica 11 ottobre, presso il Centro Commerciale Fonti del Corallo (Via Graziani, 6).
Ad aprirle sarà un incontro d’eccezione, nel pomeriggio di giovedì 8, con una vera e propria “icona” del calcio labronico, quell’Igor Protti che tuttora continua a mantenere forti legami con Livorno e sabato 10, sempre nel pomeriggio, con Matteo Lanza, colonna del basket livornese negli Anni Settanta e Ottanta, che da tempo collabora con l’organizzazione di Happy Hand.
Sin dal primo giorno, poi, e fino alla conclusione di domenica 11, faranno sentire la propria presenza organizzazioni come l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), ospitate all’interno della postazione della FISH, dove verrà anche videoproiettata la mostra fotografica Nulla su di Noi senza di Noi! Le persone con disabilità e le loro famiglie: una partecipazione da protagonisti. Appunti per immagini, realizzata nel 2014 dalla Federazione. E ancora, l’AVIS locale (Associazione Volontari Italiani del Sangue) e Afasia Livorno (Associazione Afasici Toscana), mentre Autismo Livorno sarà presente sabato 10.
Proprio sabato 10, poi, si vivrà un pomeriggio di grande sport e animazione, con una serie di eventi successivi, a partire dalla dimostrazione di scherma paralimpica con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Accademia della Scherma, per continuare con la presentazione dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Zenith, impegnata sul fronte delle attività in acqua insieme a persone con disabilità intellettiva, e con il sitting volley del Dream Volley di Pisa, coordinato da Roberto Marangone, istruttore della Federazione Italiana di Pallavolo, impegnato in questa disciplina praticata dagli atleti con disabilità.
Ma non solo: l’UICI di Livorno, infatti (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), organizzerà una dimostrazione con cani guida, mentre DanzaMania Cecina presenterà una dimostrazione di danza paralimpica.

Oxana Corso

Oxana Corso, due volte medaglia d’argento nell’atletica leggera, alle Paralimpiadi di Londra 2012, parteciperà alla due giorni di Colleferro (Roma), nell’àmbito di “Happy Hand in Tour”

Si chiuderà in bellezza domenica 11 con la lezione aperta di recitazione della Compagnia Major Von Frizius, gruppo pluripremiato formato da ottanta attori con e senza disabilità e con i cocktail e gli aperitivi preparati dalle persone dell’AIPD di Livorno (Associazione Italiana Persone Down), che fanno parte della Cooperativa Sociale Parco del Mulino, un progetto dell’Associazione in cui, attraverso percorsi di formazione, trovano opportunità di reali inserimenti lavorativi.
Senza dimenticare, infine, la presenza del disegnatore Pietro Vanessi, coautore del libro Disabill Kill. Sorridere nella disabilità: dalla A alla Z, che sarà a disposizione di bimbi e adulti, con le sue “creazioni sul posto”.

Presso il Centro Colleferro (Via Casilina Km 49, 00034), invece, le iniziative sono previste a partire dalla mattinata di sabato 10 ottobre, quando l’Associazione locale Crescendo Insieme – nata dall’idea di alcuni genitori di giovani con sindrome di Down, che ha promosso negli anni attività sportive, teatrali, laboratori di cucina, di scrittura creativa e di arti manuali – presenterà i lavori dei propri ragazzi. In un altro settore, poi, l’Associazione Sportiva Roma Calcio Balilla organizzerà una dimostrazione e un minitorneo dello sport per cui è nata. Nel pomeriggio, insieme a queste due Associazioni, vi saranno gli operatori della Cooperativa romana L’Albero delle Ciliegie, che progetta e realizza servizi rivolti alla prima infanzia, all’infanzia e all’adolescenza.
Presenti poi al Centro Colleferro anche domenica 11, Crescendo Insieme, Roma Calcio Balilla e L’Albero delle Ciliegie saranno affiancati, nel pomeriggio della giornata conclusiva, dai Disabilié, gruppo musicale di crescente notorietà, composto da operatori e utenti con disabilità intellettiva del SAISH (Servizio per l’Autonomia e l’Integrazione Sociale della Persona Disabile) del Comune di Roma, il cui leader, Stefano Onnis, presenterà successivamente al pubblico – alla presenza di Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH – l’atleta paralimpica Oxana Corso, già due volte medaglia d’argento nei 100 e 200 metri piani alle Paralimpiadi di Londra 2012. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@fishonlus.it; presidenza@fishonlus.it; sustainability@gruppoigd.it.