- Superando.it - https://www.superando.it -

Torna a Livorno “Happy Hand in Tour”, dove tutto era cominciato

Il Cacciuccoso, Livorno, Down

Uno dei giovani con sindrome di Down della Cooperativa Parco del Mulino e dell’AIPD di Livorno, che prepareranno il panino “cacciuccoso”, nello stand gastronomico allestito durante la tappa livornese di “Happy Hand in Tour”

Sta per tornare dove tutto era felicemente incominciato Happy Hand in Tour, il progetto che tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica, trasmette dal 2015 una nuova cultura sulla disabilità, in tanti Centri Commerciali del nostro Paese, per volontà della Società IGD (Immobiliare Grande Distribuzione), della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), oltreché dell’Associazione WTKG (Willy the King Group) e – da quest’anno – di due nuovi partner, ovvero l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano).
La nuova stagione della manifestazione, infatti, farà tappa nel prossimo settimana a Livorno, dove poco più di due anni fa – come avevamo riferito allora – un ricco programma di sport e creatività aveva coinvolto tantissimi cittadini, per l’evento inaugurale della prima stagione di Happy Hand in Tour.
E nemmeno questa volta ci si potrà certo annoiare, sabato 11 e domenica 12 novembre, al Centro Commerciale Fonti del Corallo (Via Graziani, 6), dove le attività proposte si susseguiranno senza soluzione di continuità.

Innanzitutto lo sport, con le dimostrazioni aperte a tutti di basket in carrozzina (sabato 11, ore 15-18) e di sitting volley (pallavolo seduta) (domenica 12, ore 15-18), a cura dell’Associazione TDS (Toscana Disabili Sport), organizzazione giovane, ma che ancor prima di nascere ha visto i suoi componenti impegnati a preparare il terreno per la pratica di alcune discipline rivolte a persone con disabilità, tra cui, oltre a quelle già citate, anche il nuoto, per il quale è prevista nel pomeriggio di domenica una postazione informativa (ore 15-18).
Altri stand ove raccontare ai presenti quali meravigliose esperienze sportive siano state attuate in questi anni saranno quelli dell’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti), sia nel pomeriggio di sabato che in quello di domenica (ore 15-18), dell’Associazione Zenith (sabato 11, ore 15-18), nata a Livorno per la pratica del nuoto da parte di persone con disabilità intellettiva e fisica, della Società Sportiva Danzamania di Cecina (sabato, ore 15-18), punto di riferimento per la danza paralimpica sul proprio territorio e già protagonista nella prima edizione di Happy Hand in Tour, nonché della gloriosa Accademia della Scherma di Livorno (domenica, ore 15-18), che tanti campioni ha prodotto, a livello nazionale e internazionale.

Sul fronte delle arti, a farla da protagonista nella giornata di sabato (ore 16.30-17.30) sarà la compagnia teatrale labronica Mayor Von Frinzius, gruppo pluripremiato formato da un’ottantina di attori con e senza disabilità, che proprio quest’anno festeggia il ventennale dalla propria nascita, mentre sia sabato che domenica (ore 15-18) sarà il gruppo di Afasia Livorno (Associazione Afasici Toscana) ad esibirsi in un concerto, con la partecipazione in entrambe le giornate di Simone Ricci, un chitarrista che ha ripreso a suonare il jazz… con una mano sola!
Ma non solo: reduce infatti dal successo ottenuto nelle recenti tappe di Happy Hand in Tour a Crema e a Faenza, la Società Okay Animazione, da molti anni specializzata nell’organizzazione di eventi come questo, coinvolgerà anche a Livorno bambini e ragazzi in una serie di giochi e momenti di intrattenimento, previsti in entrambe le mattinate (ore 11-13).

Un capitolo a sé merita poi quello che sarà ben di più del “solito” stand gastronomico, presente in manifestazioni aperte al pubblico. Sabato, infatti (ore 15-18), a distribuire il particolare panino denominato “cacciuccoso” e altre prelibatezze, saranno i Soci con sindrome di Down e altre disabilità intellettive della Cooperativa Parco del Mulino, attiva a fianco dell’AIPD di Livorno (Associazione Italiana Persone Down), nel creare, da quasi dieci anni, opportunità di lavoro per persone in situazione di svantaggio. Tra queste opportunità vi è anche il Ca’ Moro Social Bateau, un peschereccio trasformato in ristorante e ormeggiato al porto di Livorno, proprio di fronte al famoso monumento dei Quattro Mori, ove si cucinano le tipiche specialità della tradizione labronica, tra le quali il cacciucco è una delle principali. In quel locale lavorano stabilmente le persone che animeranno lo stand gastronomico al Centro Fonti del Corallo e che domenica offriranno ai presenti la loro creazione, un panino imbevuto del classico sughetto, imbottito di pezzi di pesce.
Una bella opportunità, quindi, per farsi conoscere e mettere in evidenza tutto l’impegno e la professionalità di questi giovani.

E da ultimo, ma non ultimo, va ricordato che insieme a quelle delle varie Associazioni già citate, saranno presenti anche le postazioni della FISH (sabato e domenica, ore 13-18) e dell’ANFFAS Livorno (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) (sabato, ore 15-18), che provvederanno a distribuire materiale informativo, proiettando anche alcuni videofilmati.

Vale senz’altro la pena, a questo punto, sottolineare ancora una volta le cifre riguardanti la prima stagione di Happy Handy in Tour: in dodici mesi, infatti, sono state ben 154 le iniziative in 11 Regioni italiane, con il coinvolgimento di 500 volontari, 200 tra associazioni e gruppi sportivi, culturali e musicali e migliaia di persone ad incuriosirsi e ad appassionarsi. Un grande successo popolare, che ha colto appieno il messaggio culturale basato innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Un successo, inoltre, che le prime tappe della nuova stagione stanno confermando e via via incrementando.
Tutto ciò è stato possibile, come detto, innanzitutto grazie alla Società Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce Centri Commerciali su tutto il territorio nazionale. E al fianco di IGD la FISH, Federazione che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), e l’Associazione WTKG (Willy the King Group), fondata da William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, vero e proprio “veterano” di questo tipo di eventi. Ma anche due nuovi partner come l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano), vale a dire le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ristori.marco@gmail.com (Marco Ristori); presidenza@fishonlus.it (Segreteria Nazionale FISH); simone@okayanimazione.it (Simone Tommolini).