“Tutto ciò che voglio”: un film online per la Giornata sull’Autismo

Questa volta “cinemAutismo”, la tradizionale rassegna cinematografica torinese dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger, che già per undici edizioni ha preso il via in corrispondenza della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, ha dovuto sventolare bandiera bianca di fronte all’emergenza sociosanitaria in atto. E tuttavia è riuscita ugualmente a proporre una bella opportunità, ovvero la visione gratuita online del film “Tutto ciò che voglio”, incentrato sulla storia di una ragazza con autismo, della cui visione tutti potranno usufruire domani, 2 aprile

Dakota Fanning in "Tutto ciò che voglio"

L’attrice Dakota Fanning, in una scena del film “Tutto ciò che voglio”, ove interpreta la parte di una ragazza con autismo

«Non nascondiamo che sospendere questa edizione della nostra manifestazione ci è molto dispiaciuto. Da undici anni, infatti, lavoriamo per selezionare film in grado di emozionare e far riflettere su un tema di cui si parla sempre di più, ma che continua ad essere poco compreso. Solitamente in questo periodo aspettiamo con curiosità il momento delle proiezioni, chiedendoci: “Piaceranno i nostri film? Che argomenti potremmo trattare? Amore? Relazioni? Famiglia? Lavoro? Amicizia?”. In fondo tutti temi “normali”, ma che spesso non vengono associati alle persone con autismo. Quest’anno, però, stiamo vivendo purtroppo un momento storico eccezionale e per la tutela e la salute di tutti ci viene chiesto di restare a casa. Ci siamo allora chiesti come potevamo trasformare questa chiusura forzata in un’opportunità».
A dirlo sono Marco Mastino e Ginevra Tomei, curatori, a Torino, di cinemAutismo, l’ormai tradizionale rassegna cinematografica dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger, che già per undici edizioni ha preso il via in corrispondenza della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, organizzata dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, con la collaborazione, tra gli altri, dell’ANGSA Piemonte (Sezione di Torino dell’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), dell’ANFFAS di Torino (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e dell’Associazione Gruppo Asperger.
Come detto, però, per la prima volta la rassegna ha dovuto sventolare bandiera bianca, di fronte alla grave emergenza sociosanitaria di queste settimane. E tuttavia, una bella opportunità vi sarà ugualmente, come sottolineato dai curatori Mastino e Tomei, vale a dire la visione gratuita online in streaming di un film adatto a tutte le età, quale Tutto ciò che voglio, commedia on the road americana del 2017 diretta da Ben Lewin, interpretata da Dakota Fanning, Toni Collette e Alice Eve e incentrata sulla storia di una ragazza con autismo.

«Abbiamo trovato nel distributore DNC Entertainment Factory e in MYmovies – spiegano i curatori di cinemAutismo – i partner ideali, per una collaborazione che ci permetterà di offrire a tutta Italia (e dunque, questa volta, non più solo a Torino!) la possibilità di celebrare la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo con un bel film e di poter parlare di passioni, di desiderio d’indipendenza e di sogni. Ci permetterà, insomma, di evadere dalla nostra routine casalinga e ci darà l’opportunità di vedere il mondo con occhi diversi, anche da casa».
Non resta dunque che collegarsi con il sito di MYmovies (a questo link). Il film Tutto ciò che voglio si potrà vedere dalle 16 alle 24 di domani, giovedì 2 aprile.

Va ricordato, in conclusione che la piattaforma MYMOVIESLIVE simula fedelmente la visione di un film al cinema, con posti limitati e numerati e inizio a un orario prestabilito. È inoltre possibile “vedere” gli altri spettatori e conversare in chat.
L’iniziativa a fianco di cinemAutismo si inserisce nell’àmbito della campagna #iorestoacasa, condotta anche in collaborazione con Bim Distribuzione, CG Entertainment, Far East Film Festival, la Fondazione Stensen, Lo schermo dell’arte, Okta Film, Torino Underground, Tucker Film, Valmyn e Wanted Cinema. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@cinemautismo.it.

Stampa questo articolo