Turismo: la fruibilità è molto più della “semplice” accessibilità strutturale

«La fruibilità è molto più dell’accessibilità strutturale: è la possibilità per ogni persona, indipendentemente dalle sue condizioni fisiche, sensoriali e intellettive, di fruire dello spazio e delle attività in esso presenti, autonomamente e in sicurezza, in qualunque àmbito, anche nelle aree naturali e nel verde»: a dirlo è Giovanni Ferrero, direttore della CPD di Torino (Consulta per le persone in Difficoltà), presentando i due incontri di sensibilizzazione su tale tema, promossi online per il 3 e 12 giugno dal GAL Langhe Roero Leader del Piemonte, in collaborazione anche con la stessa CPD

Realizzazione grafica dedicata al turismo per tutti

Elaborazione grafica che rappresenta il turismo per tutti

«Ragionare in termini di filiera turistica accessibile significa coinvolgere tutti gli attori del territorio: amministratori locali, progettisti, soggetti di tutela e promozione, operatori economici e cittadinanza. Ma in che modo? Diffondendo la cultura dell’accessibilità e fruibilità, sia nelle politiche di sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche sia, meglio ancora, attraverso finanziamenti pubblici come quelli dei nostri Bandi sui Servizi al Turista la cui scadenza è stata prorogata al 23 luglio 2020, anche per consentire alle imprese di acquisire maggiore consapevolezza sul tema».
Lo dicono dal GAL (Gruppo di Azione Locale) Langhe Roero Leader, Società piemontese che promuove appunto i Bandi citati per la creazione e lo sviluppo di servizi al turista, riservando una  particolare attenzione al turismo accessibile for all, volto cioè ad incrementare il livello di fruibilità dei servizi turistici da parte di persone in difficoltà o con esigenze specifiche.

In tale àmbito, lo stesso GAL Langhe Roero Leader, in collaborazione con la CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà) e con l’ATL (Agenzia Turistica Locale) Langhe Monferrato Roero, ha promosso per i prossimi giorni due incontri online volti ad approfondire gli aspetti legati all’accessibilità e fruibilità e alle accezioni dei due concetti nella loro completezza.
Il primo appuntamento, dunque, sarà per la mattinata di mercoledì 3 giugno (ore 8.45-12.45), con un incontro generale di sensibilizzazione rivolto a imprese, enti pubblici, organizzazioni di categoria, associazioni, professionisti e progettisti. Per l’occasione, alcuni esperti del settore apriranno finestre su nuove prospettive e sfaccettature di un tema così ampio, che verrà affrontato non solo in termini tecnici, ma anche civici, culturali, turistici, economici.
Successivamente, nel pomeriggio di venerdì 12 giugno (ore 14-18), i destinatari saranno invece specificatamente le aziende – agricole e non – interessate ad operare in àmbito turistico, che avranno modo di approfondire in modo mirato e tecnico tutti gli aspetti dell’accessibilità in relazione ai cinque settori di intervento previsti dai Bandi di cui si è detto. Si tratterà in sostanza di suggerimenti concreti e soluzioni progettuali percorribili per una sempre maggiore fruibilità turistica.
È previsto infine un terzo incontro di sensibilizzazione (in data ancora da definire), rivolto agli Enti Pubblici, agli amministratori e ai progettisti nell’ambito di uno specifico focus formativo sugli itinerari escursionistici outdoor, in vista della pubblicazione nell’autunno 2020 del relativo nuovo Bando.

«Creare un territorio che sia davvero inclusivo e accogliente per tutti – sottolinea Giovanni Ferrero, direttore della CPD di Torino – non è affatto semplice: implica politiche di medio-lungo periodo, partecipazione, sensibilizzazione e diffusione di una cultura più attenta alle esigenze di ciascuno, in cui la persona, con i propri bisogni, sia messa al centro della progettazione. Molto spesso quando si parla di accessibilità si limita il significato del termine all’accessibilità strutturale, alla possibilità di accedere a strutture che siano musei, alberghi o ristoranti. Ma la fruibilità è molto di più: è la possibilità per ogni persona, indipendentemente dalle sue condizioni fisiche, sensoriali e intellettive, di fruire dello spazio e delle attività in esso presenti, in maniera autonoma e in sicurezza, in qualunque àmbito, anche nelle aree naturali e nel verde».
«Pensare e progettare in modo accessibile – afferma dal canto suo Silvia Anselmo, vicepresidente del GAL Langhe Roero Leader -. vuol dire diventare non solo più inclusivi, ma anche più competitivi a livello territoriale. In questo senso ogni iniziativa volta a sensibilizzare sul tema dell’accessibilità può portare a costruire, insieme, una “catena dell’accessibilità” in cui ciascun anello della filiera turistica – trasporti, ricettività, ristorazione, sentieristica, percorsi storici e naturalistici, attività culturali, sportive, e molto altro ancora – sia trattato in termini di accesso e fruibilità per tutti. È quanto ci proponiamo da sempre di ottenere con i nostri bandi territoriali mirati».
«Questa è un’iniziativa importante – conclude Luigi Barbero, presidente dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero – che permette agli operatori del GAL Langhe Roero Leader di migliorare la qualità e la sicurezza dell’accoglienza, aspetto che già contraddistingue positivamente l’offerta turistica del territorio. La cultura dell’accessibilità, infatti, garantirà esperienze turistiche di alto livello a tutte le persone e a tutti i viaggiatori che sceglieranno come meta le colline del Basso Piemonte». (S.B.)

Gli incontri del 3 e 12 giugno si svolgeranno in modalità telematica su piattaforma e-learning. Per seguirli è necessario iscriversi, inviando (preferibilmente entro le ventiquattr’ore precedenti) la propria candidatura all’indirizzo info@langheroeroleader.it e indicando nell’oggetto la data e il titolo dell’incontro a cui si vuole partecipare (p a entrambi), unitamente al proprio nome, cognome ed ente o azienda di appartenenza.
Nella mattina stessa degli incontri il link della diretta verrà inviato all’indirizzo mail segnalato e divulgato sul sito web e sulla pagina Facebook del GAL Langhe Roero e Leader; cliccando quindi sul link della piattaforma Vimeo all’ora dell’inizio dell’incontro, si verrà collegati in automatico alla diretta. Per porre domande durante gli appuntamenti o per ulteriori informazioni: uffstampa@cpdconsulta.it.

Stampa questo articolo