- Superando.it - https://www.superando.it -

Un Parco della Lettura aperto a tutti

Realizzazione grafica dedicata al Parco della Lettura di Morgex (Aosta)È un progetto davvero encomiabile, quello realizzato in una centralissima area di Morgex, a una ventina di chilometri da Aosta, in meno di un anno di lavori, compresa l’interruzione a causa del Covid-19. E lo è non solo perché si parla di un parco davvero speciale, ma anche perché, grazie pure al contributo dei bambini di Morgex e della Cooperativa Sociale valdostana C’era l’Acca, si tratta di un’iniziativa che “nasce” inclusiva e accogliente per tutti, traducendo in un diritto concreto la piena partecipazione dei bambini e delle bambine con disabilità, al pari degli altri, ad attività ludiche, ricreative e di tempo libero, come sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Oltre infatti a prevedere sentieri e spazi accessibili in carrozzina, vi sono state predisposte targhette in Braille e appositi supporti audio, particolarmente utili a persone non vedenti e ipovedenti, ma graditi anche da parte di tutti coloro che abbiano difficoltà di lettura. Il nuovo sito, inoltre, ospiterà supporti video in LIS (Lingua dei Segni Italiana) e in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa).

Il Parco della Lettura, questo il nome del progetto, realizzato in un sito che versava in uno stato di abbandono, verrà aperto al pubblico nella mattinata del 12 settembre (ore 10), ospitando, nelle settimane seguenti, una serie di attività ed eventi, all’insegna delle letture, della musica, dell’arte e del teatro (a questo link il programma completo), per promuoverne la scoperta.
«In questo parco speciale – spiegano i promotori – le persone troveranno non solo angoli tranquilli per immergersi nella lettura in un contesto naturalistico gradevolissimo, ma anche quattro innovative postazioni di gioco, che consentono di imparare parole nuove e avvicinarsi con curiosità al mondo dei libri; una casetta sull’albero e un grande vagone ferroviario per viaggiare con la fantasia; una piazza sospesa sull’acqua da cui godere di una vista eccezionale sul Monte Bianco; una piccola arena in cui condividere storie, musiche e spettacoli. Sarà dunque meta ideale per le famiglie ma anche per le scolaresche, che ogni sei mesi potranno accostarsi a un capolavoro diverso della letteratura per ragazzi e ampliare il proprio bagaglio lessicale (italiano, francese e inglese) attraverso un misterioso “labirintario”, un grande gioco dell’oca e cinque “ruote delle parole”. Una tranquilla conca erbosa, infine, è riservata ai lettori in erba e alle loro famiglie: con la collaborazione dei volontari del progetto Nati per Leggere, verranno proposti periodicamente momenti di lettura dedicati ai più piccoli, con l’intento di incentivare la lettura ad alta voce in famiglia e di trasmettere a un numero sempre maggiore di persone il piacere di leggere e comunicare».

La realizzazione è stata attuata nell’àmbito del progetto Famille à la montagne entre nature et culture, cofinanziato dal Progetto Interreg V-A Italia-Francia 2014/2020, di cui il Comune di Morgex è il partner capofila, affiancato dalla Fondazione Natalino Sapegno, in qualità di soggetto attuatore, con la partecipazione della Struttura Biodiversità e Aree Naturali Protette della Regione Autonoma Valle d’Aosta e del Comune Francese di Le Grand-Bornand.
Le installazioni di gioco sono state ideate dalla citata Fondazione Natalino Sapegno, intitolata a uno fra i maggiori storici della letteratura italiana e impegnata da anni in progetti di promozione della lettura e di arricchimento del lessico. Essa ha sede nella Tour de l’Archet, il castello di Morgex, in cui è possibile visitare anche il Biblio-Museo del Fumetto. (S.B.)

Ringraziamo Maria Cosentino per la collaborazione.

Per ogni informazione o approfondimento, accedere al sito dedicato al Parco della Lettura di Morgex.