L’inclusione lavorativa delle persone con disabilità in un Paese dell’Africa

Confrontarsi su come fare cooperazione includendo le persone con disabilità, a partire dall’esperienza di inclusione lavorativa in Mozambico, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie: sarà questo lo scopo del seminario in rete intitolato “Inclusione lavorativa e ruolo delle nuove tecnologie per l’autonomia delle persone con disabilità”, in programma per il 27 novembre all’interno di “HANDImatica 2020”, evento finale del progetto “VAI. Valorizzare l’Autonomia e l’Inclusione dei giovani con disabilità in Mozambico”, coordinato dall’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau)

AIFO in Mozambico

Foto di gruppo di persone coinvolte in Mozambico nel progetto coordinato dall’AIFO, “VAI. Valorizzare l’Autonomia e l’Inclusione dei giovani con disabilità in Mozambico”

Nell’àmbito di HANDImatica, il tradizionale evento che nell’ormai imminente edizione si svolgerà tutto online dal 26 al 28 novembre prossimi e sarà centrato sul tema Tecnologie digitali per la comunità fragile (ne abbiamo già parlato ampiamente in altra parte del giornale), è in programma tra gli altri incontri, per il pomeriggio di venerdì 27 novembre (ore 17.30-19), il seminario in rete (webinar) intitolato Inclusione lavorativa e ruolo delle nuove tecnologie per l’autonomia delle persone con disabilità, seminario finale del progetto VAI. Valorizzare l’Autonomia e l’Inclusione dei giovani con disabilità in Mozambico, coordinato dall’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), in collaborazione con un partner locale del Paese africano (il FAMOD, Forum delle Associazioni delle Persone con Disabilità del Mozambico), con le Fondazioni ASPHI e Montecatone e ISCOS Emilia Romagna (Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo della CISL).

«L’incontro del 27 novembre – spiegano i promotori – , vuole essere un momento per confrontarsi su come fare cooperazione includendo le persone con disabilità, a partire dall’esperienza di inclusione lavorativa in Mozambico, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie».
Al webinar, moderato dal giornalista Luciano Ardesi, parteciperanno tra gli altri Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia Romagna, César Gouveia, ambasciatore in Italia della Repubblica del Mozambico, Simona Venturoli, project manager dell’AIFO, Sabrina Tardivo e capo progetto dell’AIFO in Mozambico. (S.B.)

Ringraziamo Nicola Rabbi per la collaborazione.

A questo link è disponibile il programma completo dell’incontro. Per ulteriori informazioni e iscrizioni: AIFO (Monica Tassoni), monica.tassoni@aifo.it.

Stampa questo articolo