- Superando.it - https://www.superando.it -

Dedicato alle persone con disabilità visiva, ma in realtà aperto a tutti

Pagine di copertina dell'antologia realizzata a conclusione del concorso "Città di Ravenna" del 2019

Le pagine di copertina dell’antologia realizzata a conclusione del concorso “Città di Ravenna” dello scorso anno

A segnalare la quinta edizione del Concorso Letterario Nazionale per racconti e poesie inedite Città di Ravenna, rivolto in particolare alle persone con disabilità visiva, ma in realtà aperto a tutti, è Orbolandia.it, che si definisce, come avevamo ricordato a suo tempo, una «Community di aiutoaiuto di Ciechi a misura di città. News, App e ausili tifloinformatici senza orpelli e gabelli».
Il promotore di questa iniziativa, infatti, è Valerio Bazzi, cieco e membro volontario molto attivo in Orbolandia.it, che dopo una vita dedicata a studi e lavori tecnico-scientifici, ha scelto di rivolgersi alla sua passione per la letteratura, diventando il trascinatore di un manipolo di amici entusiasti dell’idea di cimentarsi nell’organizzazione di eventi a carattere letterario.
«È il gruppo culturale degli Amici del Pettirosso – spiega Sergio Muzzolon, fondatore di Orbolandia.it – come essi amano chiamarsi, ispirandosi alle speciali caratteristiche di questo uccellino che abita i nostri giardini nei mesi freddi. Il concorso non presenta volutamente condizioni riservate alle persone con disabilità visiva, proprio per evitare di evidenziare discriminazioni ai danni di persone – come appunto quelle con disabilità visiva – che possono essere totalmente autonome tanto nella lettura quanto nella scrittura».

Il tema scelto per l’edizione di quest’anno dell’iniziativa è quello del Viaggio, scelto, tra gli altri motivi, anche per onorare il prossimo settecentesimo anniversario dalla morte di Dante, ovvero di colui che ha raccontato il più grandioso dei viaggi e che proprio a Ravenna concluse il suo viaggio terreno nel settembre del 1321, trovando poi sepoltura nella città romagnola.
«L’esito finale dell’iniziativa – ricorda ancora Muzzolon – sarà la pubblicazione di un’antologia dotata di codice ISBN e che i non vedenti potranno non solo tenere in mano, ma anche leggere comodamente e in autonomia grazie al formato digitale accessibile che verrà loro inviato gratuitamente».

Chiunque abbia dunque racconti o poesie chiusi in un cassetto oppure ancora da scrivere e voglia mettersi serenamente in gioco, potrà farlo entro il 31 dicembre. Il montepremi sarà di 450 euro, ma anche di copie dell’antologia e di attestati di merito per le opere ritenute più meritevoli.
La premiazione dell’iniziativa, infine – sostenuta dall’Associazione Amici della CAPIT (Confederazione di Azione Popolare Italiana), oltreché patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Ravenna – avverrà nel corso di una cerimonia dal clima amichevole e conviviale, assai gradito dai partecipanti alle precedenti edizioni. (S.B.)

Per ulteriori dettagli sull’iniziativa, accedere a questo link. Per ogni altra informazione: info@orbolandia.it.