Presentato a Bologna “Via delle Idee”, bed and breakfast basato sull’inclusione

Nemmeno il coronavirus ha potuto fermare il progetto bolognese “Via delle Idee”, presentato in questi giorni dall’Associazione d’iDee, un bed and breakfast “speciale” che si fonderà sull’inclusione e che sarà gestito da Giovanni e Agnese, insieme agli altri giovani con sindrome di Down, protagonisti dei percorsi di autonomia presso l’appartamento Casa delle iDee

Agnese, Rosanna De Sanctis e Giovanni (Associazione d'iDee)

Agnese e Giovanni, giovani con sindrome di Down che insieme ad altri gestiranno “Via delle Idee”, insieme a Rosanna De Sanctis, presidente dell’Associazione d’iDee

Nemmeno il coronavirus ha potuto fermare il progetto bolognese Via delle Idee, presentato in questi giorni dall’Associazione d’iDee, già segnalata qualche anno fa ai nostri Lettori per la bella iniziativa video denominata Sognando Gianni Morandi, realizzata in collaborazione con il popolare cantante (se ne legga al nostro articolo Grazie Morandi, il sogno può continuare).
Si tratta in sostanza di un bed and breakfast “speciale”, denominato appunto Via delle Idee, che si fonda sull’inclusione e che sarà gestito da Giovanni e Agnese, insieme agli altri giovani con sindrome di Down protagonisti dei percorsi di autonomia presso l’appartamento Casa delle iDee (forse ve li ricorderete nel docufilm “Sognando Gianni Morandi”).
Ad accompagnare gli stessi Giovanni e Agnese nel corso della conferenza stampa di presentazione sono stati Rosanna De Sanctis, psicologa e presidente dell’Associazione d’iDee e Giacomo Busi, progettista e responsabile delle attività educative per l’organizzazione bolognese. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@associazioneidee.net (Erika Bertossi).

Stampa questo articolo