- Superando.it - https://www.superando.it -

Una rete di ricerca su disturbi del neurosviluppo, disabilità e neuroscienze

Bimbo con disabilità seguito presso l'Istituto Serafico di Assisi (Perugia)

Un bimbo con disabilità seguito presso l’Istituto Serafico di Assisi (Perugia)

Un importante evento internazionale è stato promosso presso la propria sede per il 3 e il 4 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dall’Istituto Serafico di Assisi (Perugia), la nota struttura umbra impegnata nella riabilitazione, nella ricerca e nell’innovazione medico-scientifica per bambini, bambine e giovani adulti con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.
Si tratta del Primo Convegno Internazionale Assisi-Cambridge sui disturbi del neurosviluppo, disabilità e neuroscienze, organizzato in collaborazione con il britannico Centre for Mental Health Research, associato all’Università di Cambridge, momento di confronto dal respiro internazionale e di condivisione interdisciplinare di evidenze scientifiche, percorsi e strategie sanitarie, che oggi risultano indispensabili per affrontare i nuovi problemi e le sfide cliniche sempre più complesse legate al mondo della disabilità.

«Con questo incontro – spiegano dal Serafico – intendiamo sottolineare la centralità che abbiamo sempre attribuito alla necessità di adottare un approccio multidisciplinare integrato, capace di superare i confini tra le diverse professionalità e competenze, al fine di facilitare la presa in carico e la gestione di patologie complesse dovute alla presenza di vari deficit, limitazioni e bisogni di salute riguardanti le componenti organiche, funzionali, comportamentali e relazionali di una persona con disabilità. La migliore cura della persona con bisogni speciali, infatti, richiede di pensare oltre la diagnosi e il trattamento del disturbo, per implementare modelli di salute e programmi di riabilitazione e assistenza integrata. Perché oltre alla patologia, è fondamentale individuare e considerare anche gli aspetti psicologici, le situazioni familiari, le risorse sociali e i fattori contestuali. Un progresso positivo, in questo àmbito, può essere raggiunto mediante l’incremento di collaborazioni e reti informali e la condivisione dei risultati della ricerca scientifica e dei trattamenti innovativi, che integrano nella pratica clinica le evidenze scientifiche provenienti dalle neuroscienze e dalle biotecnologie». (S.B.)

A questo link è disponibile un ulteriore testo di approfondimento sul convegno del 3 e 4 dicembre. A quest’altro link il programma completo. Chi vorrà seguire l’evento in qualità di uditore potrà farlo tramite questo link (piattaforma Zoom, passcode: Ser@f150). Per ogni ulteriore informazione: Ufficio stampa Istituto Serafico di Assisi, presso INC Istituto Nazionale per la Comunicazione (Alessandra Dinatolo), a.dinatolo@inc-comunicazione.it.