Da dieci anni Radio FinestrAperta dà voce a chi di solito non ce l’ha

«Con una radio è possibile attivare un percorso di trasformazione dall’essere “soggetti passivi” al divenire protagonisti e soggetti attivi, capaci di una lettura critica dell’informazione e in grado anche di produrla»: lo dicevano alla fine del 2011 dall’Associazione UILDM Lazio e quel progetto divenne realtà l’anno successivo, quando nacque Radio FinestrAperta, web radio condotta e gestita da volontari e volontarie con e senza disabilità, “per dare voce a chi di solito non ce l’ha”. I primi dieci anni della radio verranno festeggiati domani, 10 giugno, con una giornata a microfoni aperti

Redazione Radio FinestrAperta

La redazione di Radio FinestrAperta in uno qualsiasi dei tanti giorni di questi primi dieci anni

«Vogliamo sostenere la partecipazione attiva di giovani con disabilità fisica attraverso un percorso di educazione e utilizzo consapevole dei media, formando una redazione di giovani con disabilità fisica e motoria, per dare vita a una vera e propria “UILDM web radio”. Infatti, attraverso la possibilità di produrre comunicazione tramite la radio è possibile attivare un percorso di trasformazione dall’essere “soggetti passivi” al divenire protagonisti e soggetti attivi, capaci di una lettura critica dell’informazione e in grado anche di produrla, con gli strumenti e le modalità più adatti anche su tematiche che li riguardano direttamente»: lo dicevano nel dicembre 2011, su queste stesse pagine, dalla UILDM Lazio (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e quei buoni propositi divennero realtà nell’anno successivo, quando nacque Radio FinestrAperta, la web radio che in questo 2022 compie quindi i suoi primi dieci anni, che verranno degnamente festeggiati domani, 10 giugno, con una giornata a microfoni aperti.

«Nel 2012 – raccontano oggi dalla UILDM Lazio -, all’interno della nostra Associazione prendeva vita il progetto Radio FinestrAperta, una web radio condotta e gestita da volontari e volontarie con e senza disabilità, incentrata sui temi del sociale. Sono passati dieci anni e Radio FinestrAperta è ancora qui a trasmettere ogni giorno le idee, i valori, le denunce e le aspettative della redazione integrata che, in forma volontaria, prepara le scalette, conduce i programmi e organizza il palinsesto dell’emittente».

«In questo decennio – sottolineano ancora – Radio FinestrAperta ha rappresentato e rappresenta tuttora un’opportunità di espressione per tante persone con disabilità, che davanti a un microfono possono raccontare il proprio mondo a chi non lo conosce. Tanta informazione, quindi, ma non solo: dal 2012, infatti la web radio intrattiene i propri ascoltatori con racconti, eventi, interviste a personaggi del mondo cultura, dello sport, della politica, senza dimenticare la musica, selezionata dai redattori secondo i loro gusti personali».

Parlano da sé alcune cifre riguardanti il progetto: sono stati circa 150 i volontari e le volontarie coinvolti nel progetto tra conduttori e tecnici. Attualmente la redazione ne comprende 20, di cui la metà con disabilità. 8 sono i programmi settimanali, di cui 4 in diretta e 4 registrati. Ben 500.000 i collegamenti da parte degli ascoltatori, 1.000 gli ospiti intervistati e 1.250 i podcast prodotti.

Domani, 10 giugno, quindi, il decimo anniversario verrà celebrato, come detto, con una grande festa presso la sede della UILDM Lazio (Via Prospero Santacroce, 5, Roma), che da sempre ospita e sostiene la web radio. Lo studio di Radio FinestrAperta diventerà pertanto più che mai un luogo di ritrovo dove persone di ogni età, sesso, nazionalità e condizioni fisiche si incontreranno per raccontarsi. Chiunque è invitato a intervenire di persona o a distanza per fare quattro chiacchiere in una giornata dove i microfoni saranno aperti dalle 10 alle 18. A tal proposito ci si potrà collegare e ascoltare la speciale maratona radiofonica tramite computer nel sito della web radio oppure grazie all’app gratuita per smartphone e tablet Radio FinestrAperta. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione: finestra.aperta@uildmlazio.org.

Stampa questo articolo