Rimuovere la puntata di quel podcast che danneggia le persone con disabilità

Dopo la “lettera aperta” pubblicata anche sulle nostre pagine, che contestava «il linguaggio violento usato nei confronti delle donne con disabilità e le gravi inesattezze riferite ai sussidi economici in ambito di disabilità», in riferimento a una puntata andata in onda in novembre di “Muschio Selvaggio”, podcast condotto da Fedez e Luis Sal, è stata lanciata anche una petizione, già sottoscritta da moltissime persone, che chiede la rimozione di quella stessa puntata del podcast dalle piattaforme Spotify e YouTube

Dito puntato di un uomoMuschio Selvaggio è un podcast condotto da Fedez, insieme a Luis Sal, dedicato a temi di cultura e società con ospiti diversi ad ogni puntata, caratterizzato da momenti di approfondimento, serietà, gioco e imprevedibilità. La puntata n. 104, andata in onda il 14 novembre scorso, e che aveva avuto quale ospite Emanuel Stoica, tiktoker molto seguito che si muove in carrozzina elettrica, era stata duramente contestata da più parti, principalmente per due motivi, da una parte il linguaggio violento usato nei confronti delle donne con disabilità, nonché alcune gravi inesattezze riferite ai sussidi economici in ambito di disabilità.

Sulle nostre pagine avevamo dato spazio a un contributo firmato da Sonia Veres e immediatamente sottoscritto da moltissime persone (in continuo aumento), che si concludeva così: «Chiediamo cortesemente che Muschio Selvaggio, Emanuel Stoica e le persone coinvolte prendano posizione e correggano le informazioni sbagliate e soprattutto si assumano la responsabilità delle battute infelici; lo devono alla comunità disabile e a tutte le donne, ma anche a quegli uomini che si dissociano da un linguaggio abilista e sessista».

A quel contributo – ripreso da varie testate («la Repubblica», «Milano Today», «Il Fatto Quotidiano», «Fanpage», «Wired»), oltreché oggetto di un post da parte della deputata Lisa Noja e della già senatrice e viceministra Teresa Bellanova – è seguita anche una petizione volta a chiedere la rimozione di quella puntata di Muschio Selvaggio dalle piattaforme Spotify e YouTube (si può aderirvi accedendo a questo link). Una petizione cui anche «Superando.it» aderisce, senza riserva alcuna.
Alla fine di dicembre, tra l’altro, le promotrici dell’iniziativa avevano anche realizzato un videomessaggio, mandato in onda durante la trasmissione di Raitre O Anche No, con la conduttrice Paola Severini Melograni che aveva contattato i responsabili del podcast, senza però ottenere alcuna risposta. (S.B.)

Stampa questo articolo