Artisti con e senza disabilità in un progetto all’insegna dell’inclusione

È stato il Comune di Monfalcone (Gorizia) a promuovere il progetto regionale “Arte e solidarietà”, iniziativa fortemente voluta da Anna Maria Cisint, sindaco della città, e che vede in prima linea anche la Federazione FISH Friuli Venezia Giulia. La relativa mostra, infatti, intende affiancare, accanto ai lavori di noti artisti locali come il pittore Giuseppe Zigaina e l’architetto Antonio Lasciac, le opere di alcuni artisti con disabilità, individuati dalla stessa FISH Regionale

Corrado Mischis, "Crisante marino"

Corrado Mischis, “Crisante marino”

Promotore di un nuovo evento in Friuli Venezia Giulia all’insegna della solidarietà e dell’inclusione è stato questa volta il Comune di Monfalcone (Gorizia), con il progetto regionale Arte e solidarietà, la cui presentazione si è avuta il 22 giugno scorso.
L’iniziativa – fortemente voluto da Anna Maria Cisint, sindaco di Monfalcone e persona molto attenta ai bisogni e ai diritti delle persone con disabilità, di cui va anche ricordato il recente impegno per rendere accessibile la stazione ferroviaria della propria città alle persone con disabilità e anziane –vede in prima linea anche la FISH Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), da subito coinvolta. Arte e solidarietà, infatti, intende affiancare, accanto ai lavori di alcuni artisti locali come il pittore Giuseppe Zigaina di Cervignano, scomparso nel 2013, e l’architetto Antonio Lasciac di Gorizia, scomparso nel 1946, le opere di alcuni artisti con disabilità, individuati dalla stessa FISH Regionale.

Troveranno pertanto posto nella Galleria d’Arte Contemporanea, le sculture e i dipinti su tela dell’architetto Cristina Del Ponte, persona sorda e collaboratrice di lungo corso della FISH Friuli Venezia Giulia sull’accessibilità dei luoghi, i disegni di Andrea Napoli, giovane con disabilità del neurosviluppo,  studente universitario e autore di molti scritti per l’Associazione Diritto di Parola di Gorizia, i quadri di Emanuele Spessotto, persona non vedente e socio dell’ANFAMIV di Udine (Associazione Nazionale delle Famiglie delle Persone con Minorazioni Visive), i disegni e le poesie di Corrado Mischis, persona paraplegica, da poco scomparso, grafico di professione che ha messo a disposizione di molte Associazioni la sua grande esperienza, «un Volontario con la V maiuscola», come sottolinea Giampiero Licinio, presidente della FISH Friuli Venezia Giulia, presente all’evento inaugurale.

«Questa è una grandissima novità – spiega Lucio Gregoretti, ideatore del progetto – che vedrà partecipare degli artisti con disabilità come protagonisti all’interno di una già importante mostra. Una grande originale occasione, in vista di Go! 2025 Gorizia/Nova Gorica Capitale Europea della Cultura 2025. Sarà il loro mondo che andrà attivamente ad inserirsi nelle proposte culturali cittadine».
«Tutti possono esprimersi ad un alto livello – afferma dal canto suo Giampiero Licinio – perché aprire l’arte e la cultura alla disabilità vuol dire inclusione. Monfalcone è una città accessibile non solo dal punto di vista architettonico, ma anche da quello artistico e culturale».
«Tante persone con modalità diverse – conclude Anna Maria Cisint – raggiungono grandi risultati. Questo progetto, in vista di GO!2025, potrà diventare l’occasione utile per trasmettere la cultura dell’inclusione». (Lorenza Vettor)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@fishfvg.it.

Stampa questo articolo