Autonomia

Una vita adulta per le persone con disabilità intellettiva è possibile

Il logo del progetto europeo "Moon Climbers", che ha prodotto la guida metodologica "Una vita adulta per le persone con disabilità intellettiva è possibile"

La guida metodologica “Una vita adulta per le persone con disabilità intellettiva è possibile”, liberamente scaricabile nel web, è il frutto del progetto europeo “Moon Climbers” (letteralmente “Scalatori della luna”), cofinanziato dal programma “Erasmus+” dell’Unione Europea. Capofila ne è stata la Cooperativa Sociale Il Sogno di una Cosa di Collegno (Torino), in partenariato con la Città di Torino, la Fundación Prodis di Madrid (Spagna) e l’Acta Center di Oradea (Romania). Destinatari dell’iniziativa sono stati 45 giovani con disabilità intellettiva nel percorso verso la vita adulta

Un’ampia indagine sull’accesso agli ausili nel nostro Paese

Una realizzazione grafica dedicata alle tecnologie assistive (ausili)

Quale conoscenza abbiamo sulla reale diffusione delle tecnologie assistive, più semplicemente chiamate “ausili”? E in quale misura l’Italia è in grado di rispondere ai bisogni di ausili della popolazione? Per rispondere a queste domande è stata avviata nel nostro Paese la più ampia raccolta dati di sempre sull’accesso agli ausili, promossa e finanziata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, con il contributo scientifico e finanziario dell’Istituto Superiore di Sanità e il coordinamento dell’Associazione AIAS di Bologna, supportata dalla Fondazione CENSIS e dalla Rete GLIC

Nuovi giochi e giostrine accessibili a tutti stanno per arrivare in Sicilia

Una delle altalene "a nido" donate dalla UILDM, nell'àmbito del progetto "A scuola di inclusione: giocando si impara"

Una nuova tappa è in programma per il 25 giugno a Paternò (Catania), per il progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara”, con cui la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) punta ad installare in 28 parchi e aree verdi di 24 Comuni italiani una serie di giostrine e giochi accessibili che permettano ai bambini e alle bambine con disabilità di divertirsi come tutti e insieme a tutti. E al fianco dell’iniziativa vi sarà sempre il noto gruppo musicale dei Ladri di Carrozzelle, le cui esibizioni costituiscono una delle fasi di sviluppo del progetto

Una app che aiuta le persone con disabilità a comunicare, conoscere e informarsi

Una delle schermate di "Digital-Agility"

Si chiama “Digital-Ability” ed è una app realizzata dalla Cooperativa Sociale Integrazione Biellese a marchio ANFFAS, in collaborazione con diversi partner pubblici e privati, per aiutare le persone con disabilità a comunicare, conoscere, leggere e informarsi. aumentando la loro capacità di adattamento al nuovo contesto sociale nella fase post-emergenza Covid

“Giardinieri sovversivi”, perché solo insieme si può arrivare lontano

Foto di gruppo per i "Giardinieri sovversivi" dell'Associazione Nuove Frontiere di Ladispoli (Roma)

Perché sono “sovversivi” i “giardinieri” del progetto di giardinaggio e orticoltura (“Giardinieri sovversivi”, appunto), promosso dall’Associazione Nuove Frontiere di Ladispoli (Roma) e sostenuto dalla Chiesa Valdese? «Perché – spiegano dall’Associazione laziale – la disabilità è sovversiva: straccia inutili certezze, umilia la superbia e nulla sarà più come prima quando ti arriva addosso. E perché la disabilità, in rete con la comunità, è una risorsa, un punto di colore nel grigiore quotidiano. Infine perché crediamo che nessuno si salvi da solo e che insieme si possa arrivare lontano»

Nasce a Reggio Emilia un ristorante self service del tutto inclusivo

L'interno del nuovo ristorante self service "RITA Pieve" di Reggio Emilia

Un banco self service che agevola il passaggio delle pietanze a diverse altezze, spazi ampi, mappe tattili, un sistema di chiamata all’ingresso, un’”area calma” all’interno della sala ristoro, ove ridurre al minimo i rumori, stoviglie ergonomiche e altro ancora: è nato così, a Reggio Emilia, “RITA Pieve”, ristorante self service completamente inclusivo, realizzato da CIRFOOD, impresa cooperativa italiana leader nella ristorazione collettiva, commerciale e nei servizi di welfare aziendale, in collaborazione con CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità)

A quando la sosta gratuita sulle strisce blu in tutti i Comuni?

A quando la sosta gratuita sulle strisce blu in tutti i Comuni?

Sia il Governo precedente che quello attuale si erano impegnati a modificare il Codice della Strada nel senso di garantire in tutti i Comuni d’Italia il parcheggio gratuito tra le strisce blu per le persone con disabilità, quando gli spazi riservati siano già occupati o non presenti. La recente bozza del Decreto Legge “Trasporti Bis” sembra però ignorare tale questione e per questo l’organizzazione Cittadinanzattiva e l’Associazione UILDM, da tempo impegnate in questo àmbito, hanno scritto ai ministri Giovannini e Stefani, chiedendo una modifica della bozza di Decreto Legge

FISH Campania: avanti verso la vita indipendente e autonoma

Daniele Romano (a sinistra), riconfermato alla Presidenza della FISH Campania, insieme a Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, durante il Congresso della Federazione campana

«Davanti a noi si prospettano anni di lavoro per rendere le persone con disabilità indipendenti ed autonome dalla famiglia, attraverso le leggi sulla vita indipendente e sul “Dopo di Noi”, un lavoro che dobbiamo portare avanti in sinergia con la rete sociale che ci ha accompagnato in questi anni»: lo ha dichiarato Daniele Romano, subito dopo essere stato riconfermato alla Presidenza della FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), durante il Congresso di tale organizzazione, preceduto dall’animato e denso convegno “Ripartire per una vita senza barriere”

Toscana: buoni frutti dalla collaborazione dell’UICI con la Protezione Civile

Foto di gruppo oer la prima esercitazione pratica sull’uso del sistema "LetiSMART", svoltasi il 12 giugno a Pistoia (immagine tratta dal sito della Protezione Civile della Toscana)

Durante l’emergenza Covid, l’UICI Toscana ha avviato una collaborazione con la Protezione Civile Regionale, finalizzata ad abbattere le barriere architettoniche incontrate dalle persone fragili, in particolare cieche e ipovedenti, nei campi allestiti durante le emergenze. Il tutto si è concretizzato in una donazione per l’acquisto del sistema denominato “LetiSMART” – che prossimamente diventerà standard nazionale per l’autonomia personale delle persone cieche afferenti all’UICI – e in un momento formativo rivolto ai volontari/e della stessa Protezione Civile e degli altri soggetti coinvolti

«Si è avverato il nostro sogno»: parola di tre giovani con autismo

«Ognuno di noi ha un compito, c’è chi cucina, chi pulisce, chi fa la spesa. Siamo molto contenti»: così tre giovani con disturbo dello spettro autistico raccontano come «si è avverato il loro sogno» di andare a vivere insieme in un’abitazione messa a disposizione a Piacenza dalla locale Associazione La Matita Parlante. L’obiettivo dell’iniziativa – monitorata da personale educativo esperto – è segnatamente quello di incrementare le competenze domestiche, personali e relazionali dei tre giovani, responsabilizzandoli nella gestione della quotidianità, per renderli il più autonomi possibile

Funziona la progettazione universale? Oggi c’è uno strumento che lo valuta

Nella sua tesi di dottorato al Politecnico di Milano, Erica Isa Mosca dà evidenza a uno strumento che valuta il successo in sede ospedaliera della “progettazione universale”, il “Design for all”. «Mi pare – scrive Antonio Giuseppe Malafarina – che lo strumento congegnato dalla dottoressa Mosca conferisca sostanza e concretezza all’idea della progettazione universale. Penso infatti che ogni imprenditorevorrebbe lavorare su progetti che ne predispongono ampiamente la riuscita. Quale migliore stimolo, dunque, per investire ancora di più nella progettazione per tutti?»

La “Fiera dei Lettori alla Pari”, primo Festival del Libro Accessibile

Libri in simboli, audiolibri, attività di formazione e incontri con scrittori, illustratori e testimonial d’eccezione daranno concretezza al diritto alla lettura e alla letteratura per le persone con disabilità e in genere con difficoltà cognitive o linguistiche, all’interno della “Fiera dei Lettori alla Pari”, il primo festival interamente dedicato al libro accessibile, in cantiere per i giorni dal 17 al 19 settembre a Terlizzi, in Puglia. Un progetto ideato e coordinato da Edizioni La Meridiana

“La qualità della vita… in pratica”: è partito il “sogno” di “Univers@bility”

«Questo “sogno” è partito e punta, attraverso una rete sinergica, alla concreta affermazione dei diritti umani e del miglioramento della Qualità della Vita delle persone con disabilità, passando dal modello di curare le persone al modello di curare la comunità»: lo ha dichiarato Roberto Speziale, presidente dell’ANFFAS, durante l’incontro di presentazione di “Univers@bility”, progetto culturale nato allo scopo di mettere in relazione le realtà che si occupano di tutte le disabilità, creando una “piazza” che ne favorisca l’incontro, il dialogo, la progettazione, la condivisione e la promozione

Ha “fatto centro” quel corso di Cagliari sull’utilizzo del bastone bianco

Dodici persone, tra ipovedenti e non vedenti, hanno potuto per due settimane conoscere le tecniche di base nell’utilizzo del bastone bianco per le vie di Cagliari, sottolineando alla fine, con grande entusiasmo, il grado di autonomia raggiunto in ambienti conosciuti e non: sono i partecipanti al corso di orientamento e mobilità con bastone bianco, conclusosi qualche giorno fa e promosso da RP Sardegna, l’Associazione dei Ciechi, degli Ipovedenti e dei Retinopatici Sardi

Ci saranno giochi accessibili a tutti in 24 Comuni di 16 Regioni italiane

Domani, 10 giugno, a Monfalcone (Gorizia) prenderà forma un nuovo concreto risultato per il progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara”, con cui la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) punta ad installare giostrine e giochi accessibili che permettano ai bambini e alle bambine con disabilità di divertirsi come tutti e insieme a tutti. E l’obiettivo della seconda fase dell’iniziativa è arrivare presto a realizzare giochi accessibili in 28 parchi e aree verdi di 24 Comuni, in 16 Regioni italiane

Un passo avanti verso la creazione della Banca Dati Nazionale dei Contrassegni

Un passo avanti per la concreta creazione di una piattaforma web unificata in tutto il territorio nazionale, che consenta alle persone con disabilità titolari di CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo) di circolare senza problemi anche in Comuni diversi dal proprio nelle aree ZTL (Zone a Traffico Limitato) e nelle carreggiate e/o corsie dove risultano vigenti divieti e limitazioni, si è avuto dopo il Parere positivo espresso dal Garante per la Protezione dei Dati Personali, sulla bozza di Decreto presentata dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

Soluzioni inclusive e sostenibili per la vita autonoma di chi ha una disabilità

Il medesimo titolo di un incontro del mese scorso (“Coltivare la vita in ‘ogni’ età e per ‘ogni’ persona”), ma un taglio differente anche alla luce dei diversi relatori: è la nuova proposta della Fondazione Zancan di Padova, ossia il convegno online dell’11 giugno, rispetto al quale i promotori ribadiscono che «le domande di vita autonoma delle persone con disabilità sono in attesa da anni di risposte convincenti. E tuttavia, alle proposte e alle promesse non sono seguite soluzioni inclusive e sostenibili. Queste criticità ci chiedono con forza di prefigurare traguardi verificabili»

“Univers@bility”, un progetto, una piazza virtuale, un sogno da realizzare

«“Univers@bility” è un progetto culturale di carattere universale, che nasce con lo scopo di mettere in relazione le realtà che si occupano di tutte le disabilità, creando una “piazza” che ne favorisca l’incontro, il dialogo, la progettazione, la condivisione e la promozione»: la pubblica presentazione di tale progetto è in programma per il 7 giugno, nel corso dell’evento online denominato “Univers@bility. Il sogno, il progetto”, che sarà aperto da Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS, con la partecipazione dei vari professionisti che collaborano all’iniziativa

Un Miglio per l’autismo

Sensibilizzare sull’autismo e sull’importanza dello sport per coloro che ne sono affetti, ma anche coinvolgere giovani autistici e runners “normodotati” in una giornata di sport senza barriere all’aria aperta, anche se a distanza, ribadendo, infine, l’importanza dello sport come elemento aggregante: sono gli obiettivi di “Un Miglio per l’autismo”, manifestazione promossa per il 6 giugno, in modalità “virtuale” e diffusa, dall’Associazione Autismo e Sport di Torino, e preceduta domani, 5 giugno, dal convegno online “Autismo: benefìci dalla corsa e da una corretta alimentazione”