Autonomia

Leggiamo, cuciniamo, cantiamo, lavoriamo con la Comunicazione Aumentativa

Leggiamo, cuciniamo, cantiamo, lavoriamo con la Comunicazione Aumentativa

“Faccio, comunico, partecipo con la CAA: opportunità e risorse per la narrazione, l’interazione e l’accessibilità”: è questo il titolo della quinta Settimana dell’Accessibilità Comunicativa, evento promosso dalla Cooperativa Sociale trentina GSH, che dal 7 all’11 giugno prevede varie iniziative, in modalità virtuale online, legate al tema della sensibilizzazione e della promozione della CAA o CA (Comunicazione Aumentativa), nonché di stili di vita accessibili

Toccare le parole: l’editoria tattile illustrata per l’infanzia

Toccare le parole: l’editoria tattile illustrata per l’infanzia

“La didattica inclusiva e la lettura”, “Il libro tattile e illustrato”, “La promozione della letteratura tattile illustrata” e “Toccare oltre”: saranno questi i temi del ciclo di seminari online gratuiti e aperti a tutti, intitolato “Toccare le parole”, promosso a partire dal 7 giugno dalla Provincia di Lecce, in collaborazione con la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, che vedrà illustratori, tiflologi, editori, genitori, bibliotecari e operatori culturali analizzare le potenzialità didattiche, inclusive, ludiche ed espressive dei libri tattili illustrati

Un supporto immediato ed esperto a chi cerca la vita indipendente in Campania

Maria Rosaria Duraccio, presidente del MOVICA (Movimento per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità Campania), capofila del progetto che ha portato alla realizzazione della nuova Agenzia per la Vita Indipendente

«Con questo progetto si vuole fornire un supporto immediato ed esperto alle persone con disabilità che vogliano realizzare il proprio progetto di vita»: a dirlo è Maria Rosaria Duraccio, presidente del MOVICA (Movimento per la Vita Indipendente delle Persone con Disabilità Campania), a proposito della nuova Agenzia per la Vita Indipendente, realizzata presso l’Ambito Sociale A5 della Regione Campania. Oltre al Consorzio dei Servizi Sociali Ambito A5, partner del MOVICA sono anche la Federazione FISH Campania e la Cooperativa Sociale Icaro a marchio ANFFAS

Una campagna di comunicazione che riduce la distanza tra sessualità e disabilità

Uno dei cartelloni della campagna "#ihavethisability" ritrae una donna cieca di colore, con la scritta (in inglese) “Non riesco a vedere, ma posso farti vedere le stelle”

Si chiama “#ihavethisability” (letteralmente: “#iohoquestaabilità”) una nuova campagna di comunicazione che si è posizionata al secondo posto nella categoria “New Blood Entry” agli “D&AD New Blood Awards”, prestigioso premio dedicato ai giovani talenti che si affacciano al mondo della comunicazione creativa. Scopo dichiarato dell’iniziativa è quello di ridurre la distanza tra sessualità e disabilità, “normalizzando” i tabù che ancora esistono su questi temi, e mostrando come, nella misura in cui è sicuro, «il sesso è bello in tutte le sue forme»

L’emozionante percorso verso l’inclusione di MagicaMusica

L'orchestra di MagicaMusica, composta da musicisti con disabilità

Tra le varie esperienze che hanno trovato visibilità nel recente convegno internazionale organizzato dal Centro Studi Erickson, denominato “Sono adulto. Disabilità diritto alla scelta e progetto di vita”, vi è stato anche il progetto condotto dall’Associazione di Promozione Sociale MagicaMusica di Castelleone (Cremona), impegnata nei settori dell’arte, della danza e della tecnica vocale, anche attraverso incontri con le scuole e specifici laboratori per bimbi e bimbe con disturbo dello spettro autistico, il cui “fiore all’occhiello” è l’orchestra composta da musicisti con disabilità

Nasce da L-inc la nuova Agenzia per la Vita Indipendente Nord Milano

Nasce da L-inc la nuova Agenzia per la Vita Indipendente Nord Milano

Conclusosi alcuni mesi fa, il progetto lombardo L-inc (Laboratorio-inclusione sociale disabilità) si trasforma in servizio rivolto al territorio, diventando Agenzia per la Vita Indipendente Nord Milano, con l’obiettivo di accompagnare le persone con disabilità fisica e intellettiva tra i 18 e i 64 anni nella realizzazione di un percorso di vita indipendente, in base a quanto previsto dall’articolo 19 (“Vita indipendente ed inclusione nella società”) della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità

Inaccessibilità dell’Arengario di Monza: la parola passa al Giudice

Il Comune di Monza continua ad organizzare mostre all'Arengario, uno dei luoghi-simbolo della città, che però è notoriamente inaccessibile alle persone con disabilità motoria e con ridotta mobilità. Ora, di fronte al ricorso presentato dalla LEDHA, dovrà pronunciarsi il Giudice

E dunque la lunga vicenda riguardante l’inaccessibilità alle persone con disabilità motoria dell’Arengario, prestigioso spazio espositivo nel centro di Monza, arriverà sul tavolo del Giudice, dopoché la Federazione lombarda LEDHA ha depositato un ricorso contro il Comune della città, denunciando la «discriminazione collettiva» nei confronti delle persone con disabilità, vietata dalla Legge 67/06, nonché la violazione della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. A poco, infatti, sono serviti in questi due anni i ripetuti tentativi di interlocuzione con il Comune di Monza

Un assistente virtuale per migliorare la vita delle persone con autismo

Un assistente virtuale per migliorare la vita delle persone con autismo

Si chiama “AI Coach” ed è un progetto altamente innovativo, promosso dall’ANFFAS Nazionale (capofila e coordinatore), in partenariato con l’ANGSA Nazionale. Realizzata grazie al contributo della Fondazione TIM, l’iniziativa, di cui il 4 giugno vi sarà un evento di lancio, punta a realizzare un coach virtuale, dotato di intelligenza artificiale, per supportare le persone con disturbo dello spettro autistico nell’implementazione dei comportamenti adattivi e delle autonomie nei vari àmbiti di vita, con particolare riguardo alle abilità comunicative e relazionali e all’autodeterminazione

Una Giornata Nazionale dei fratelli e delle sorelle di chi ha una Malattia Rara

Una Giornata Nazionale dei fratelli e delle sorelle di chi ha una Malattia Rara

Negli Stati Uniti si festeggia il 10 aprile, in Europa, invece, il “Siblings Day”, la Giornata dei Fratelli e delle Sorelle, cade oggi, 31 maggio, e per l’occasione, da un’alleanza tra l’Intergruppo Parlamentare per le Malattie Rare, la SIP (Società Italiana di Pediatria) e l’OMAR (Osservatorio Malattie Rare), è stata presentata una Proposta di Legge che chiede di istituire la Giornata Nazionale dei Rare Sibling, i fratelli e le sorelle di chi ha una Malattia Rara. Oltre a dare riconoscimento a migliaia di fratelli e sorelle, l’iniziativa sarebbe un utile momento di formazione e informazione

Tra grandi e piccole discriminazioni: la parola alle persone con disabilità

Tra le preziose ricadute del progetto lombardo L-inc (Laboratorio-inclusione sociale disabilità), vi è anche il laboratorio L-inc Teatro “Storie di chi”, nato all’inizio del 2020, che rende le stesse persone con disabilità portatrici della narrazione di un tragico momento della storia, come quello legato allo sterminio delle persone con disabilità durante il regime nazista. Lo spettacolo che ne è nato sarà al centro di un evento, in forma di laboratorio aperto, in programma per domani, 29 maggio, all’interno della rassegna “Primavera in Villa”, in svolgimento a Cinisello Balsamo (Milano)

Anche Enea gioca, come devono poter fare tutti i bimbi e bimbe con disabilità

«Ho voluto raccogliere una sfida: scrivere un libro per bambini e per adulti con l’obiettivo di diffondere una nuova cultura inclusiva del gioco e della disabilità. Perché il gioco è un’esperienza essenziale e vitale cui ogni bambino, con o senza disabilità, ha il diritto di partecipare»: così Elisa Rossoni, pedagogista e coordinatrice del Servizio Educativo “Spazio Gioco” dell’Associazione L’abilità di Milano, parla del proprio libro “I giochi di Enea”, pubblicato recentemente da Erickson, con illustrazioni di Meriç Akay

Alla ricerca del Centro Diurno ideale

«Bisogna facilitare l’interazione con le comunità e dare l’opportunità di sviluppare relazioni umane a chi frequenta i Centri Diurni»: lo dicono i promotori dell’incontro online “Alla ricerca del Centro Diurno ideale per le persone disabili”, organizzato per il 29 maggio da DIPOI (Coordinamento Toscano delle Organizzazioni per il “Durante e Dopo di Noi”) e dal CESVOT (Centro Servizi Volontariato della Toscana), momento di confronto tra organizzazioni del Terzo Settore, esperti e familiari, dedicato appunto alle caratteristiche ideali di un moderno centro diurno per persone con disabilità

Una nuova concezione dei musei, ripartendo dall’accessibilità

Ripartire dall’accessibilità: sarà questo il tema del convegno su piattaforma digitale denominato “Il museo accessibile: aperto, inclusivo, partecipativo. Costruire il futuro del patrimonio tra opportunità, creatività, innovazione”, organizzato per domani, 26 maggio, dalla Direzione Generale Musei del Ministero della Cultura. «Un “nuovo e diverso posizionamento” del museo – sottolineano i promotori dell’incontro – sollecitato dall’emergenza sanitaria, che invita ad analizzare il ruolo attivo che il museo stesso sempre più riveste nelle comunità, un luogo in cui tutti si sentano cittadini»

Dovranno essere accessibili i Certificati Digitali Covid dell’Unione Europea

Voluto per facilitare i viaggi tra i Paesi dell’Unione Europea, descrivendo la situazione della persona rispetto al Covid (vaccinato, negativo al test oppure guarito), il Certificato Digitale Covid dell’Unione Europea è stato definito in questi giorni e dovrà entrare a regime dal 1° luglio, dopo l’approvazione del Parlamento Europeo. L’accordo finale raggiunto dalle Istituzioni continentali è stato accolto con favore dal Forum Europeo sulla Disabilità, in quanto contiene uno specifico passaggio sulla necessità di garantire la piena accessibilità del Certificato alle persone con disabilità

Un progetto di accessibilità balneare inclusiva per tutti

Organizzazione di volontariato del Friuli Venezia Giulia, la Guardia Costiera Ausiliaria Delta Tagliamento ha lanciato il progetto “Accessibilità balneare inclusiva 4A (for-all) – post Covid-19”, per sviluppare la cultura della salute e della prevenzione, con particolare attenzione alle persone più fragili, anziane, con disabilità fisiche, sensoriali e intellettive, rendendo le spiagge libere del proprio territorio più inclusive e sicure, anticipando così situazioni di fragilità e bisogno determinate anche dalla situazione di emergenza causata dalla pandemia da Covid

Studenti sul campo a testare la fruibilità dei luoghi, tramite un’innovativa app

Ideato in Friuli Venezia Giulia da William Del Negro, persona con disabilità motoria, il progetto “Willeasy”, con la relativa applicazione “Willeasy Rileva”, punta a mappare vari luoghi, per verificarne la compatibilità in base alle esigenze di tutte le persone, con e senza disabilità. Siamo ora alla vigilia di un passaggio operativo dell’iniziativa, in quanto dal 24 maggio partirà una collaborazione con l’Istituto Statale Marinoni di Udine, che vedrà cento studenti mappare appunto, tramite “Willeasy Rileva”, una serie di parcheggi, uffici pubblici e attività commerciali

Quel che può dire la Sindone alle persone con disabilità visiva

«A prescindere dalle convinzioni religiose di ciascuno, riteniamo che la Sindone abbia qualcosa da dire a ogni persona, per i tantissimi interrogativi che sottende e perché porta a riflettere su temi universali. Ed è importante che anche le persone con disabilità visiva possano avvicinarsi ad esso»: lo dice Giovanni Laiolo, presidente dell’UICI di Torino, commentando l’accordo della propria Associazione con il CISS (Centro Internazionale di Studi sulla Sindone), che renderà sempre più accessibile alle persone con disabilità visiva il lenzuolo che secondo la tradizione avvolse il corpo di Gesù

Rendere disponibili gratuitamente gli standard europei di accessibilità

«Gli standard europei di accessibilità, estremamente utili per garantire e valutare l’accessibilità di un prodotto o servizio, siano resi disponibili gratuitamente alle organizzazioni di persone con disabilità e agli esperti all’interno delle loro reti, perché attualmente il loro costo risulta spesso inaccessibile»: lo ha scritto il Forum Europeo sulla Disabilità in una lettera inviata a Thierry Breton, Commissario Europeo per il Mercato Interno e i Servizi, in occasione della Giornata Mondiale per l’Accessibilità Digitale di oggi, 20 maggio

Un altro importante evento di accessibilità culturale

Domani, 19 maggio, in presenza a Torino, venerdì 21 in streaming per tutto il giorno: proseguendo nel proprio impegno che la vede da tempo realtà leader in àmbito di accessibilità culturale, anche con il progetto “Cinemanchìo”, l’Associazione +Cultura Accessibile propone un nuovo duplice evento audiodescritto e sottotitolato, con la proiezione di un capolavoro dei Fratelli Taviani, “La notte di San Lorenzo” in versione restaurata, «una storia che parla di coraggio e di resistenza, sentimenti e valori sui quali poggiare l’attuale progetto di riavvio del nostro Paese»