Società

Andrea Ferrero: il colore, le mani, l’anima

"Emozioni d'estate" è stata la prima opera dipinta con le mani da Andrea Ferrero

Lavora nel campo dell’accessibilità artistica, trasmette sulle onde di un’emittente locale, ha recitato in una docufiction e pratica sci nautico. Da qualche tempo, inoltre, Andrea Ferrero non smette più di dipingere: ma come riesce a farlo, vedendo solo ombre, visto che a causa della retinite pigmentosa conserva ormai solo un lievissimo residuo visivo? Addentriamoci insieme a Paola Desiderato tra le sue parole (e nelle sue variopinte opere), che sprigionano una vitalità contagiosa

Le storie e la professionalità delle persone sorde

La progettista sociale Giulia Bisogni aprirà domani, 18 ottobre, a Siena, la nuova stagione dei "Venerdì del Pendola"

Ripartiranno domani, 18 ottobre, a Siena, e si protrarranno fino al mese di maggio del nuovo anno, “I Venerdì del Pendola”, l’ormai tradizionale ciclo di incontri organizzati dalla ONLUS MPDF (Mason Perkins Deafness Fund), che danno spazio e visibilità alle storie e alla professionalità di esponenti della comunità sorda e segnante. E ad aprire la nuova stagione sarà un appuntamento speciale, allargato all’intera giornata, all’insegna di una formazione rivolta a giovani sordi aspiranti imprenditori

Le novità di “Uno sguardo raro” alla Festa del Cinema di Roma

Una scena del cortometraggio "Magical", diretto dall'iraniano Bahador Adab, che è stato tra i finalisti della quarta edizione di "Uno sguardo raro"

Durante la presentazione in programma per domani, 19 ottobre, all’interno della Festa del Cinema di Roma, verranno proposte anche varie novità, da parte di “Uno sguardo raro”, il primo e unico Festival Cinematografico a livello europeo sul tema delle Malattie Rare, che ormai da alcuni anni raccoglie e promuove le migliori opere video su tale argomento e in generale sull’inclusione sociale. Attualmente ne è in corso la quinta edizione, aperta alle sei categorie in concorso fino al 30 novembre

“Lo sguardo degli altri”: una “narrativa” diversa della disabilità

Carolina Raspanti e Antonio Piovanelli in una bella scena del film "Dafne", che aprirà domani, 17 ottobre, a Milano, la rassegna proposta dalla LEDHA

“Dafne”, “Quanto basta” e “Mio fratello rincorre i dinosauri”, oltre a un concerto pianistico: sarà questo, a partire da domani, 17 ottobre, a Milano, per proseguire il 24 e il 27 del mese, la rassegna “Lo sguardo degli altri”, proposta dalla LEDHA, in occasione del proprio quarantennale, iniziativa voluta per promuovere una “narrativa” diversa della disabilità, che prevede anche, dopo le proiezioni, altrettanti dibattiti alla presenza di registi, attori e giornalisti, tra i quali Gad Lerner e Giacomo Mazzariol, autore del libro “Mio fratello rincorre i dinosauri”

Lo stato della ricerca teatrale che dialoga con il disagio

Una scena tratta da "In fondo agli occhi", la rappresentazione teatrale che il 13 ottobre a Bolzano aprirà la decima edizione della rassegna "Arte della Diversità - Corpi Eretici". Lo spettacolo è centrato sulla cecità, vista sia in senso reale che metaforico (foto di Tommaso le Pera)

Il teatro come luogo che cerca e trova un dialogo stretto con la parte più sofferente ed emarginata della nostra società: sarà questo il tema centrale del seminario di Bolzano “La malattia che cura il teatro. Lo stato della ricerca teatrale che dialoga con il disagio”, in programma per domani, 12 ottobre e domenica 13, a cura dell’Accademia Arte della Diversità (Akademie Kunst der Vielfalt), che opera all’interno del Teatro La Ribalta, proprio in corrispondenza con l’avvio della decima edizione della rassegna “Arte della Diversità – Corpi Eretici”

Giornalismo e disabilità: dov’è la notizia?

Tavolo di lavoro nella redazione dell'Associazione Volonwrite di Torino

«In un contesto sociale, sanitario, economico e comunicativo in continua evoluzione, anche il concetto di disabilità ha modificato i propri orizzonti. Alla luce di queste rivoluzioni, il giornalismo non può esimersi dall’adeguare il proprio linguaggio verso una copertura più moderna e innovativa della tematica»: si partirà da questo assunto, l’11 ottobre a Torino, durante il convegno “Giornalismo e disabilità: dov’è la notizia?”, organizzato dall’Associazione Volonwrite, in occasione del decennale dalla propria nascita

“Diversi e Uguali: promuoviamo l’equità” nella Settimana della Dislessia

“Diversi e Uguali: promuoviamo l’equità” nella Settimana della Dislessia

«Il tema di quest’anno è “Diversi e Uguali: promuoviamo l’equità”, a sottolineare il valore della diversità di ogni persona, da tutelare attraverso pari diritti e opportunità, per una società realmente inclusiva»: lo dicono dall’AID (Associazione Italiana Dislessia), presentando la IV Settimana Nazionale della Dislessia, che dal 7 al 13 ottobre vedrà le Sezioni dell’Associazione, in collaborazione con Enti Pubblici e Istituzioni Scolastiche, organizzare tante iniziative nelle città italiane. E dal canto suo, Erickson, partner dell’AID, proseguirà a dare visibilità alla campagna “Lo sai che…?”

Ilaria e Chiara: debolezze e fragilità che diventano forza

Chiara Bersani in scena con "Gentle Unicorn"

Sono state recentemente fra le protagoniste del “Tempo delle Donne”, manifestazione organizzata dal «Corriere della Sera» alla “Triennale” di Milano e dedicata quest’anno al tema del corpo: Ilaria Galbusera, capitana della Nazionale di Volley Sorde, ma anche videomaker e divulgatrice sui temi della diversità e dell’inclusione, e Chiara Bersani, attrice e performer, hanno saputo girare in forza quelle che usualmente sono considerate debolezze e fragilità

Un premio per la comunicazione sociale alla “Mappa dell’Intolleranza”

Un premio per la comunicazione sociale alla “Mappa dell’Intolleranza”

In un quadro inquietante di crescita dei messaggi di intolleranza nei confronti delle persone con disabilità, colpisce la diffusione di essi “a macchia di leopardo” in tutto il nostro Paese: è uno degli elementi che emergono dalla “Mappa dell’Intolleranza”, primo progetto in Italia che monitora dal 2015 i “discorsi di odio” sui social media e in particolare su Twitter, iniziativa giunta quest’anno alla quarta edizione e che proprio in questi giorni si è classificata al primo posto nella categoria “Comunicazione Sociale” del Premio Areté 2019, dedicato alla comunicazione responsabile

“Con noi conti di più”: la Settimana delle Sezioni UILDM

“Con noi conti di più” è lo slogan della nuova Settimana delle Sezioni UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), che dal 7 al 13 ottobre sarà interamente dedicata alle 65 Sezioni di questa Associazione, per conoscerne più da vicino l’attività quotidiana in favore delle persone con distrofia e altre malattie neuromuscolari. E al centro dell’iniziativa vi saranno ancora una volta le storie dei volontari che offrono il loro tempo alla UILDM per migliorare la vita delle persone con disabilità e per renderne concreta l’inclusione

Tante mele per la ricerca e per i servizi rivolti ai giovani con sclerosi multipla

4 milioni di mele in 5.000 piazze italiane, insieme a un numero solidale, che serviranno a raccogliere fondi impiegati poi in progetti di ricerca volti a trovare la causa e la cura della sclerosi multipla, oltreché ad ampliare i servizi dedicati ai giovani, che ne sono i più colpiti. Questo e altro sarà “La mela di AISM”, tradizionale iniziativa promossa dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), che impegnerà ben 13.000 volontari da domani, 4 ottobre, a domenica 6, senza contare il sostegno di decine di personaggi dello spettacolo, dello sport, della musica e del giornalismo

La disabilità è trasversale a tutte le leggi e le politiche dell’Unione Europea

Libera circolazione, trasporti, digitalizzazione, Fondi Europei, leggi antidiscriminazione, lavoro e molto altro ancora: le persone con disabilità sono interessate praticamente da tutte le leggi e le politiche dell’Unione Europea. Per questo otto eurodeputati e nove organizzazioni di persone con disabilità, tra cui anche il Forum Europeo Sulla Disabilità, hanno chiesto, con una lettera/appello, che l’Unità per la disabilità della Commissione Europea venga trasferita al Segretariato Generale di quest’ultima, rafforzando le azioni nel settore sia in termini di risorse finanziarie che umane

Una storia sociale della disabilità in Italia tra Otto e Novecento

«Il debito simbolico è il modo stesso con cui tutti pensiamo e consideriamo gli individui dal corpo menomato, è il fardello con cui deve fare i conti il loro percorso sociale. Esaminare la lunga eredità lasciata dalla storia è il primo passo per costruire modalità capaci di arginare processi di inferiorizzazione ritenuti “naturali”»: viene presentato così “Il debito simbolico. Una storia sociale della disabilità in Italia tra Otto e Novecento”. Ne abbiamo parlato con l’autore, lo storico Matteo Schianchi, già noto per le pubblicazioni “La terza nazione del mondo” e “Storia della disabilità”

Ancora troppo pietismo, ancora troppi disabili “supereroi”

«Quando qualcuno sente che sei autistico, o ti pone immediatamente sotto una cappa di vetro, presumendo che tu non possa fare nulla oppure ti ritiene una sorta di “supereroe” che probabilmente vincerà il Nobel!»: è stato detto a Bruxelles durante una recente audizione del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo) – fondamentale organo consultivo della Commissione Europea – dedicata al tema “Comunicare i diritti delle persone con disabilità”, nella quale si è parlato sia di contenuti che di accessibilità e anche del linguaggio sulla disabilità usato dagli operatori dell’informazione

Storie di coraggio, storie di riscatto al “Cervino CineMountain”

È noto anche come il “Festival del cinema di montagna più alto d’Europa” e quest’anno, durante la sua XXII edizione, il “Cervino CineMountain” di inizio agosto in Valle d’Aosta ha avuto tra i film in concorso almeno quattro pellicole in cui la disabilità la fa da protagonista, tutte opere, per altro, accomunate dalla grande voglia di riscatto dei protagonisti. “Gamba in spalla” – risultato tra le pellicole premiate – “The Weight of Water”, “Dreaming Folk” e “Connected”: questi i titoli dei film che qui presentiamo

Il mondo onirico di Andrea Ferrero

Lavora nel campo dell’accessibilità artistica, trasmette sulle onde di un’emittente locale, ha recitato in una docufiction e pratica sci nautico. Da qualche tempo, inoltre, Andrea Ferrero non smette più di dipingere: ma come riuscirà a farlo, vedendo solo ombre, visto che a causa della retinite pigmentosa conserva ormai solo un lievissimo residuo visivo? Lo capiranno molto facilmente i visitatori della sua mostra personale intitolata “Sogno Ergo Sum: il mondo onirico di Andrea Ferrero”, che verrà inaugurata il 14 settembre a Cagliari e che viene qui presentata dalla curatrice Laura Lanzi

Stiamo chiedendo di essere ascoltati e guardati negli occhi

«Le persone con sindrome di Down chiedono di essere ascoltate e guardate negli occhi, non solo dai loro familiari o dai medici, ma da tutti noi che li incontriamo oggi, ai giardini, sull’autobus o al supermercato»: a dirlo è Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD, l’Associazione che ha promosso quest’anno il “DownTour”, con un camper che sta girando in questi mesi per tutta l’Italia, allo scopo di diffondere conoscenza e sconfiggere i luoghi comuni. Il viaggio è ripartito in questi giorni da Siracusa e si concluderà il 13 ottobre a Roma

Le diverse discriminazioni nei confronti delle donne con disabilità

Le definizioni in tema di discriminazione delle donne con disabilità, che qui elenchiamo come le ha proposte il Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (l’organo di esperti indipendenti che monitora l’attuazione della Convenzione ONU), appaiono utili e necessarie, giacché alcune forme di discriminazione si riconoscono abbastanza facilmente, come la discriminazione diretta, mentre altre, per essere riconosciute, richiedono competenza e capacità critiche. Tra queste, ad esempio, vi sono la discriminazione strutturale o sistemica e la discriminazione per associazione

L’agenda sociale sia tra le priorità del nuovo Governo

«Legge di Stabilità e agenda sociale del nuovo Governo rappresentano il punto di partenza per avviare il confronto e la collaborazione sui molti temi e proposte che abbiamo già avuto modo di portare all’attenzione del Presidente del Consiglio e che ci auguriamo possano trovare attenzione e impulso nel nuovo Esecutivo»: lo dichiara Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, elencando poi i temi ritenuti prioritari, tra i quali strategie di lungo periodo per contrastare povertà, discriminazioni e diseguaglianze, oltre a misure di sostegno per la non autosufficienza