Anche “ValueAble” nella guida europea sulle discriminazioni nel lavoro

Una parte della campagna “#EUvsDiscrimination” – lanciata dalla Commissione Europea per informare i cittadini sui loro diritti a non essere discriminati – si è concentrata sulle “soluzioni ragionevoli” per le persone con disabilità. Ne è nata una guida che, tra le altre esperienze, presenta le pratiche introdotte dai datori di lavoro pubblici e privati, per favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità intellettiva. In tale àmbito viene data evidenza anche a “ValueAble”, il progetto continentale che ha l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) tra i propri capofila

La guida europea sulle discriminazioni nel lavoro delle persone con disabilitàNel maggio dello scorso anno, la Commissione Europea aveva lanciato la campagna denominata #EUvsDiscrimination, con l’obiettivo di informare i cittadini dell’Unione Europea circa i loro diritti a non essere discriminati.
Una parte di tale campagna si è concentrata specificamente sulle “soluzioni ragionevoli” per le persone con disabilità e da questa iniziativa è nata una guida (disponibile a questo link) che, tra le altre esperienze, presenta le pratiche introdotte dai datori di lavoro del settore pubblico e privato per favorire l’inserimento al lavoro delle persone con disabilità intellettiva. Tra queste vengono citate anche le azioni messe in campo dalla rete ValueAble, il progetto continentale per l’inserimento nel lavoro delle persone con disabilità intellettiva nel settore alberghiero, che vede l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) tra i propri capofila, iniziativa ampiamente presentata anche sulle nostre pagine, che è già giunta al terzo consecutivo finanziamento europeo Erasmus+. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo