La nuova cultura della disabilità deve davvero molto ad Andrea Canevaro

Andrea Canevaro (Genova, 1939-Ravenna, 2022)

«Uno dei “padri” dell’inclusione scolastica nel nostro Paese»: così abbiamo più volte definito Andrea Canevaro, scomparso oggi a Ravenna, ma è una definizione del tutto riduttiva per colui che è stato una delle figure di maggior prestigio nazionale e internazionale, nel fare tra l’altro avanzare una nuova cultura della disabilità. Diamo spazio ai ricordi di Salvatore “Tillo” Nocera e Fulvio De Nigris, riproponendo inoltre la bella intervista realizzata a Canevaro alcuni anni fa per il nostro giornale da Giorgio Genta, nell’àmbito di alcuni servizi dedicati alle “famiglie con disabilità”

L’inclusione scolastica dovrebbe essere prima di tutto una visione del mondo

L’inclusione scolastica dovrebbe essere prima di tutto una visione del mondo

«In un Mondo Ideale – scrive Paola Di Michele – il Gruppo di Lavoro Operativo per l’Inclusione degli alunni e delle alunne con disabilità dovrebbe essere uno spazio mentale e organizzativo in grado di lavorare sistemicamente ogni qualvolta serva. Ma non ci può essere conoscenza, compresenza, compartecipazione, reciprocità, dove non c’è fiducia. C’è invece una visione del mondo, una rappresentazione mentale degli altri che, anziché produrre conoscenza e ricchezza, produce categorie ed etichette da parte di tutti gli attori in causa»

Conto alla rovescia per i Giochi Nazionali Estivi di Special Olympics

Conto alla rovescia per i Giochi Nazionali Estivi di Special Olympics

Circa 3.000 atleti arriveranno a Torino da tutta Italia, insieme a tecnici, accompagnatori, famiglie e volontari, per misurarsi in venti diverse discipline sportive: sono i numeri dei XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, il movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettive, grande evento la cui cerimonia di apertura si terrà il 5 giugno allo Stadio Olimpico Grande Torino. Il 31 maggio, invece, vi sarà la conferenza stampa di presentazione, con la partecipazione, tra gli altri, di vari autorevoli rappresentanti istituzionali

Sclerosi multipla: le priorità d’intervento per i prossimi anni

Sclerosi multipla: le priorità d’intervento per i prossimi anni

Il 30 maggio coinciderà con una nuova Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla, aprendo la successiva Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, che l’AISM animerà fino al 5 giugno con una serie di iniziative. Ma per la stessa AISM quella del 30 maggio sarà una giornata realmente speciale, che verrà celebrata con un evento alla Camera dei Deputati, durante il quale l’Associazione presenterà sia il Barometro della Sclerosi Multipla e delle Patologie Correlate 2022, sia l’Agenda della Sclerosi Multipla e Patologie Correlate 2025, ovvero le priorità d’intervento per i prossimi anni

La CAA, strumento di dialogo, apprendimento e inclusione

Un particolare della pagina iniziale della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. realizzata in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) da Simona Piera Franzino e Domenico Massano

Un po’ di storia della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), quell’insieme di conoscenze, strategie e tecnologie che hanno lo scopo di migliorare e incrementare le capacità comunicative di coloro che hanno difficoltà, temporanee o permanenti, nell’utilizzo del linguaggio orale e scritto. Di tale metodica si incominciò a parlare negli Anni Cinquanta del Novecento, fino ad arrivare all’oggi e alle grandi potenzialità di essa, quale prezioso strumento di dialogo, apprendimento e inclusione, nei confronti di persone con disabilità (e non solo) e anche per il mondo della scuola

Ezio Magnano nuovo Presidente di Parent Project

Ezio Magnano

«Per me Parent Project è casa, famiglia, il posto che ha consentito a me, a mio figlio e a tutta la mia famiglia di superare il momento della diagnosi e tutti gli altri momenti complessi che abbiamo vissuto. Mi sono sempre impegnato perché tutte le famiglie potessero cogliere le opportunità che l’Associazione offre e questo continuerà ad essere il mio impegno anche come Presidente»: lo ha detto Ezio Magnano, dopo essere divenuto il nuovo Presidente di Parent Project, l’Associazione di pazienti e genitori di figli con le forme più gravi di distrofie muscolari, succedendo a Luca Genovese

Alunni con disabilità: ancora troppe incertezze, il Ministero faccia chiarezza

Alunni con disabilità: ancora troppe incertezze, il Ministero faccia chiarezza

«Il Ministero dell’Istruzione rompa quanto prima il proprio silenzio istituzionale, riaprendo il confronto con le Associazioni e chiarendo alle scuole come dovranno operare almeno dall’inizio del prossimo anno scolastico, visto che questo sta ormai per concludersi»: lo dichiara Gianfranco Salbini, presidente dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), dopo la recente Sentenza con cui il Consiglio di Stato ha riportato in vita i nuovi modelli di PEI (Piani Educativi Individualizzati), dando vita a incertezze e discussioni, proprio a ridosso degli esami e della chiusura dell’anno scolastico

La sesta Settimana dell’Accessibilità Comunicativa in Val di Non

La sesta Settimana dell’Accessibilità Comunicativa in Val di Non

Un momento per riflettere e condividere, per costruire una società inclusiva, tesa al miglioramento della comunicazione per le persone con bisogni complessi in questo settore, ciò che accade in molte disabilità, patologie e sindromi: è questo la Settimana dell’Accessibilità Comunicativa, promossa dalla Cooperativa Sociale trentina GSH di Cles, che dal 30 maggio al 4 giugno vivrà la propria sesta edizione, articolandosi su varie iniziative, che alterneranno momenti di approfondimento e confronto con esperti a sperimentazioni pratiche di utilizzo degli strumenti di Comunicazione Aumentativa

Non ci può essere guerra, se si mettono le persone e i diritti al primo posto

Una realizzazione grafica dedicata alla giustizia sociale

«Welfare accessibile a tutti e pace sono inscindibili, perché l’uno è presupposto dell’altra: non ci può essere guerra, infatti, se si mettono le persone e i diritti al primo posto»: lo ha dichiarato Vanessa Palluchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, nel corso dell’Assemblea Nazionale dei soci del Forum stesso, ripartita in due sessioni, dedicate rispettivamente al tema del “Terzo Settore operatore di pace e di solidarietà” e a “Un manifesto per il welfare: il Terzo Settore per una società accogliente e inclusiva”

L’Unione Europea e l’accesso alla giustizia delle persone con disabilità

L’Unione Europea e l’accesso alla giustizia delle persone con disabilità

Nel documento annuale presentato dalla Commissione Europea, che propone una panoramica dei sistemi giudiziari presenti nei vari Stati Membri dell’Unione, segnalandone l’efficienza, la qualità e l’indipendenza, per la prima volta si fa il punto sulle disposizioni specifiche in atto per supportare tutte le persone con disabilità ad accedere alla giustizia su base di uguaglianza con gli altri, risultato, questo, che deriva anche e soprattutto dall’azione svolta in tal senso dal Forum Europeo sulla Disabilità

Diritti delle persone con fragilità: conoscerli per esercitarli

Diritti delle persone con fragilità: conoscerli per esercitarli

Avviato all’inizio di quest’anno su iniziativa di Medicina Democratica, dell’Università Milano Bicocca e dell’Associazione milanese InCerchio, l’Osservatorio Salute promuoverà da dopodomani, 26 maggio, fino al 30 giugno, il ciclo di quattro seminari online intitolato “Diritti delle persone con fragilità: conoscerli per esercitarli”, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle norme, degli strumenti da attivare e dei servizi di cui è possibile usufruire, per restituire pari opportunità e garantire l’inclusione sociale delle cosiddette “persone fragili” e dei loro caregiver

“Antenne Antidiscriminazione Attive” sulle violenze alle donne con disabilità

Tra le spinte che hanno portato l’Associazione ANFFAS a promuovere il progetto “AAA – Antenne Antidiscriminazione Attive”, al cui percorso formativo ogni Associazione o Ente potrà candidarsi a partecipare fino al 10 giugno, vi è certamente stata la consapevolezza di quanto sia urgente e grave la situazione, rispetto alle violenze subite da donne e ragazze con disabilità. «Quando infatti le discriminazioni sono difficilmente individuabili – dicono dall’ANFFAS – e rivolte a “categorie fragili”, quali le donne, i giovani e gli anziani con disabilità, le conseguenze psicofisiche sono devastanti»

Reso accessibile un evento dedicato a un importante tema sociale e sanitario

Dal 27 al 29 maggio prossimi, la Galleria La Nica di Roma ospiterà l’evento denominato “Sexandthecancer® – Ballata Sensuale”, curato assieme all’Associazione Mamanonmama e realizzato in collaborazione con la Fondazione Alinari per la Fotografia. Il tema dell’iniziativa è la sessualità dopo il cancro, un aspetto che riguarda il 6% delle donne italiane, ma che è ancora poco conosciuto. Grazie poi al prezioso lavoro dell’Associazione Blindsight Project, l’evento sarà fruibile anche da parte delle persone con disabilità sensoriali

Sono in tanti a chiedere di non snaturare il 5 per mille

Sia il Forum Nazionale del Terzo Settore, che già lo aveva fatto nell’aprile scorso, sia varie altre organizzazioni (Action Aid, AIRC, Emergency, FAI, Save the Children, AISM e Lega del Filo d’Oro) hanno pronunciato tutta la loro contrarietà, durante un’audizione in Commissione Bilancio alla Camera, nei confronti di quella Proposta di Legge in discussione proprio alla Camera, che intende modificare sostanzialmente lo strumento del 5 per mille, utilizzandone le risorse per finanziare il fondo assistenza per il personale in servizio delle Forze di Polizia e delle Forze Armate

Nuova edizione di “Raccontiamo noi l’inclusione” libro che sa “stare in ascolto”

Uscito per la prima volta nel 2014, “Raccontiamo noi l’inclusione. Storie di disabilità” è ora fruibile online e scaricabile gratuitamente in una nuova edizione ampliata, sempre curata da Gloria Gagliardini, con ventidue interviste rivolte a persone con disabilità e ai/alle loro caregiver familiari dal Gruppo Solidarietà, la nota organizzazione marchigiana. L’obiettivo della pubblicazione è segnatamente quello di far luce sui temi della disabilità e dell’assistenza vissute nella quotidianità e testimoniate direttamente dalle parole dei caregiver e delle persone con disabilità