Nasce a Reggio Emilia un ristorante self service del tutto inclusivo

L'interno del nuovo ristorante self service "RITA Pieve" di Reggio Emilia

Un banco self service che agevola il passaggio delle pietanze a diverse altezze, spazi ampi, mappe tattili, un sistema di chiamata all’ingresso, un’”area calma” all’interno della sala ristoro, ove ridurre al minimo i rumori, stoviglie ergonomiche e altro ancora: è nato così, a Reggio Emilia, “RITA Pieve”, ristorante self service completamente inclusivo, realizzato da CIRFOOD, impresa cooperativa italiana leader nella ristorazione collettiva, commerciale e nei servizi di welfare aziendale, in collaborazione con CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità)

A quando la sosta gratuita sulle strisce blu in tutti i Comuni?

A quando la sosta gratuita sulle strisce blu in tutti i Comuni?

Sia il Governo precedente che quello attuale si erano impegnati a modificare il Codice della Strada nel senso di garantire in tutti i Comuni d’Italia il parcheggio gratuito tra le strisce blu per le persone con disabilità, quando gli spazi riservati siano già occupati o non presenti. La recente bozza del Decreto Legge “Trasporti Bis” sembra però ignorare tale questione e per questo l’organizzazione Cittadinanzattiva e l’Associazione UILDM, da tempo impegnate in questo àmbito, hanno scritto ai ministri Giovannini e Stefani, chiedendo una modifica della bozza di Decreto Legge

Una app che aiuta le persone con disabilità a comunicare, conoscere e informarsi

Una delle schermate di "Digital-Agility"

Si chiama “Digital-Ability” ed è una app realizzata dalla Cooperativa Sociale Integrazione Biellese a marchio ANFFAS, in collaborazione con diversi partner pubblici e privati, per aiutare le persone con disabilità a comunicare, conoscere, leggere e informarsi. aumentando la loro capacità di adattamento al nuovo contesto sociale nella fase post-emergenza Covid

“Giardinieri sovversivi”, perché solo insieme si può arrivare lontano

Foto di gruppo per i "Giardinieri sovversivi" dell'Associazione Nuove Frontiere di Ladispoli (Roma)

Perché sono “sovversivi” i “giardinieri” del progetto di giardinaggio e orticoltura (“Giardinieri sovversivi”, appunto), promosso dall’Associazione Nuove Frontiere di Ladispoli (Roma) e sostenuto dalla Chiesa Valdese? «Perché – spiegano dall’Associazione laziale – la disabilità è sovversiva: straccia inutili certezze, umilia la superbia e nulla sarà più come prima quando ti arriva addosso. E perché la disabilità, in rete con la comunità, è una risorsa, un punto di colore nel grigiore quotidiano. Infine perché crediamo che nessuno si salvi da solo e che insieme si possa arrivare lontano»

Sei assunzioni di persone con disabilità visiva: caso o perseveranza?

Sei assunzioni di persone con disabilità visiva: caso o perseveranza?

Nonostante la pesante situazione pandemica, sei allievi con disabilità visiva che avevano frequentato corsi di formazione alla Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano sono stati assunti presso due importanti aziende. «Nel raccontare la storia di questa notizia – scrive Franco Lisi, che dirige l’Area Scientifica della Fondazione – è utile sempre ricordare che l’inserimento nel lavoro e la riqualificazione professionale delle persone con disabilità visiva richiedono competenze trasversali e multidisciplinari che necessitano in modo ineludibile del coinvolgimento di più soggetti qualificati»

Quel coniglio nel cilindro che ha riacceso la passione di Alessia Polita

Quel coniglio nel cilindro che ha riacceso la passione di Alessia Polita

Il “Ride Through” è una penalità che si applica ai motociclisti in gara, obbligandoli a transitare dai box a velocità fortemente ridotta, ma “Ride Through” è anche il titolo dell’autobiografia di Alessia Polita che nel 2013, dopo un incidente in corsa, ha affrontato un ricovero all’Istituto Riabilitativo Montecatone di Imola (Bologna), dovendo poi riorganizzare la propria vita, partendo dalla carrozzina con cui ora si muove. Proprio a Montecatone Polita ha presentato il suo libro, sottolineando tra l’altro che «l’essenziale è trovare nel cilindro quel coniglio che riaccende la tua passione»

Diritti e disabilità: cinque giornate di studio e confronto

Diritti e disabilità: cinque giornate di studio e confronto

«Siamo davvero vicini a raggiungere un modello di società che non lasci indietro nessuno? Quanto si sentono tutelate le persone con disabilità e le loro famiglie?»: si parlerà di questo da domani, 22 giugno, fino a sabato 26, durante la “Summer School – Diritti e Disabilità”, ciclo di eventi dedicati appunto al tema dei diritti delle persone con disabilità, promosso dalla Fondazione Oltre Noi di Viterbo, in collaborazione con varie altre organizzazioni

Serve un ripensamento complessivo del sistema legato alle strutture residenziali

Serve un ripensamento complessivo del sistema legato alle strutture residenziali

Lo ha sottolineato Mauro Palma, presidente della struttura del Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, presentando al Parlamento la Relazione Annuale 2021, dichiarando tra l’altro, durante il suo intervento, che «la tensione al potenziamento di ogni pur limitata e residuale possibilità di scegliere e orientare il proprio tempo deve caratterizzare l’ospitalità di chi è accolto in residenze per anziani o per disabili, scongiurando in modo assoluto la possibilità di traduzione di questa sua specifica collocazione in una forma di internamento»

La UILDM di Sassari, presidio dei diritti delle persone con disabilità

Un'immagine dell'Assemblea "en plein air" dellla UILDM di Sassari

Un 2020 con tante iniziativa, virtuali e anche in presenza, nonostante la pandemia, e un anno in corso altrettanto ricco di progetti: lo ha sottolineato Gigliola Serra, presidente della UILDM di Sassari (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), riconfermata nella sua carica durante l’Assemblea dell’Associazione, tenutasi presso la Casa Vacanze di Platamona, bella realtà che ha già consentito a tante persone con disabilità di vivere, nel corso degli anni, un soggiorno pienamente accessibile

FISH Campania: avanti verso la vita indipendente e autonoma

Daniele Romano (a sinistra), riconfermato alla Presidenza della FISH Campania, insieme a Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH, durante il Congresso della Federazione campana

«Davanti a noi si prospettano anni di lavoro per rendere le persone con disabilità indipendenti ed autonome dalla famiglia, attraverso le leggi sulla vita indipendente e sul “Dopo di Noi”, un lavoro che dobbiamo portare avanti in sinergia con la rete sociale che ci ha accompagnato in questi anni»: lo ha dichiarato Daniele Romano, subito dopo essere stato riconfermato alla Presidenza della FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), durante il Congresso di tale organizzazione, preceduto dall’animato e denso convegno “Ripartire per una vita senza barriere”

Emilia Romagna: è arrivata l’ora di una piena riapertura dei servizi diurni

Emilia Romagna: è arrivata l’ora di una piena riapertura dei servizi diurni

«Rinnoviamo l’appello alla Regione Emilia Romagna per la piena ripresa dei servizi diurni, che in seguito all’emergenza Covid, sono stati fortemente ridimensionati a partire dal mese di maggio 2020»: lo scrivono in una nota la Federazione FISH Emilia Romagna, il Comitato Regionale dell’AIAS e l’ANFFAS Emilia Romagna, aggiungendo che «tale situazione, da più di un anno, ha complicato la vita delle persone che accedono ai servizi e delle loro famiglie, limitando le possibilità di sostegno sociale e di assistenza, e lasciando inevitabilmente ai nuclei familiari il carico di questo disagio»

L’incontro delle Federazioni FISH e FAND con il ministro Orlando

«Abbiamo affrontato la questione del nuovo Gruppo di Lavoro sugli Interventi Sociali e le Politiche per la Non Autosufficienza, cui parteciperanno i rappresentanti delle nostre Federazioni e avviato un confronto su temi quali la vita indipendente, la lotta alla discriminazione e alla segregazione, i sostegni dello Stato, nonché l’attesa emanazione delle Linee Guida sul collocamento mirato»: così Vincenzo Falabella, presidente della Federazione FISH, a proposito dell’incontro della stessa FISH e dell’altra Federazione FAND con il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando

I buoni risultati della ricerca sulla SLA

Il 21 giugno prossimo sarà la Giornata Mondiale sulla SLA (sclerosi laterale amiotrofica) e per l’occasione l’ARISLA – la Fondazione Italiana di Ricerca su tale malattia, che dal 2009 ad oggi ha investito oltre 13,2 milioni di euro in attività di ricerca, finanziando 85 progetti in diversi settori di studio – vi aderirà fornendo un’analisi dei dati raccolti in tutti questi anni di sostegno ai migliori progetti scientifici in tale àmbito

Deve finire lo stigma sociale per 5 milioni di persone con incontinenza

«In Italia ben 5 milioni di persone soffrono di incontinenza, un segreto da non svelare a nessuno, un vero e proprio stigma sociale, un problema che comporta anche costi altissimi per la Sanità del nostro Paese»: lo dicono dalla FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico), presentando l’evento centrale del 28 giugno, Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza, durante il quale verrà anche assegnato il primo “Premio Nazionale sulle Buone Pratiche in merito alle procedure d’acquisto di dispositivi medici monouso (stomia/cateteri)”

Quasi duecento insegnanti di sostegno ora conosceranno meglio le disabilità

«Quasi duecento insegnanti di sostegno del Friuli Venezia Giulia che potranno disporre degli strumenti metodologici e delle conoscenze necessarie a svolgere il loro delicato ruolo»: procede a gonfie vele il percorso formativo promosso dalla Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone con Disabilità e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il proprio Ufficio Scolastico Regionale ed erogato dal Consorzio a marchio ANFFAS La Rosa Blu, rivolgendosi ai docenti non specializzati incaricati del sostegno ad alunni e alunne con disabilità