“Dopo di Noi” tra luci, ombre e prospettive

Una realizzazione grafica dedicata alla Legge 112/16

«Se pure fossero state attuate correttamente le Leggi 328/00 (“Sistema integrato di interventi e servizi sociali”) e 112/16 (“Dopo di Noi”), le sole risorse pubbliche – scrive Guido Trinchieri – quand’anche più significative, non potrebbero soddisfare i bisogni di una platea che i mutamenti sociali, in particolare quelli della famiglia, rendono sempre più esposti e fragili. Sono allora necessari ulteriori strumenti, che vedano anche un diverso coinvolgimento delle famiglie e delle comunità. Si pensi ad esempio alle Fondazioni di Partecipazione Territoriali (o Fondazioni di Comunità)»

Persone con lesione midollare: la nostra voce nel cuore delle Istituzioni

Persone con lesione midollare: la nostra voce nel cuore delle Istituzioni

«Portare nelle Istituzioni le istanze delle persone con lesione midollare vuol dire far conoscere da vicino i bisogni non più differibili ai quali è urgente trovare le risposte più appropriate possibili»: lo dichiara Vincenzo Falabella, presidente della Federazione FAIP, presentando l’evento con cui il 4 aprile verrà celebrata a Roma, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio, la Giornata Nazionale della Persona con Lesione al Midollo Spinale. E in quella stessa giornata si parlerà anche di promettenti ricerche, volte a favorire la riparazione delle lesioni midollari

Il Museo giusto al posto giusto

La sezione storica dedicata al Braille, all'interno della raccolta museale realizzata dalla Fondazione Lucia Guderzo

«Sarà uno spazio espositivo dove il passato prenderà ancora vita e significato, all’interno di una delle strutture più moderna del nostro Paese per le persone con disabilità, punto di riferimento non solo per la riabilitazione e la qualità della vita, ma anche realtà di eccellenza internazionale per lo studio e la ricerca»: viene presentato così il seminario che inaugurerà il Museo delle Tecnologie per la Lettura e la Scrittura di Ciechi, Ipovedenti e Sordociechi, in programma per il 28 marzo a Osimo (Ancona) e frutto della collaborazione tra la Fondazione Guderzo e la Lega del Filo d’Oro

Un primo positivo risultato di quella campagna in difesa della riabilitazione

Giulia Grillo, ministro della Salute

«Si tratta di un primo passo carico di attese in cui avremo la possibilità di illustrare le criticità dei provvedimenti in corso di scrittura sulla riabilitazione e di portare all’attenzione le istanze di tante persone con sclerosi multipla»: viene commentata così, dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), la convocazione al Ministero della Salute per discutere due documenti in via di definizione, che rischierebbero di compromettere il diritto alla riabilitazione delle persone con sclerosi multipla e sui quali la stessa AISM ha lanciato una campagna di mobilitazione

L’inclusione riguarda tutti, anche chi “rompe”!

Profilo di bimbo con un dito puntato

«Ci sono degli alunni con disabilità – scrivono Flavio Fogarolo e Giancarlo Onger – per i quali il diritto all’inclusione scolastica viene ancora oggi, troppo spesso, messo in discussione: parliamo dei bambini con problemi di comportamento, quelli che non stanno fermi e non rispettano le regole, quelli cioè che “rompono”. È proprio in riferimento a loro – come confermano le tante testimonianze che qui produciamo – che si rivelano i limiti di una scuola chiusa e autoreferenziale in cui è troppo facile assegnare e delegare ai singoli malcapitati colpe e responsabilità»

La prevenzione delle patologie oculari deve partire dai più piccoli

La prevenzione delle patologie oculari deve partire dai più piccoli

È partita oggi, 25 marzo, e si protrarrà per varie settimane nell’Area Metropolitana di Napoli, una nuova edizione di “Occhio ai bambini”, la grande campagna di prevenzione delle patologie oculari che consentirà a circa seicento bambini e bambine tra i 5 e i 7 anni di essere sottoposti ad uno screening oculistico completamente gratuito. L’iniziativa è promossa come sempre dall’UICI di Napoli e dalla Sezione Italiana dello IAPB, l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità, con la collaborazione e il sostegno dell’Azienda Ospedaliera dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli

Si presenta la cicogna per la sclerosi multipla

Si presenta la  cicogna per la sclerosi multipla

Il 28 marzo a Milano verrà presentato dall’Onda (Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna e di Genere) il progetto “Una cicogna per la sclerosi multipla”, iniziativa patrocinata anche dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), che punta a superare le errate, ma ancora persistenti convinzioni, che minano il desiderio di maternità in molte donne con sclerosi multipla, migliorando l’accessibilità ai servizi erogati dai Centri Clinici Sclerosi Multipla e aumentando il sostegno alle donne con la malattia che cercano una gravidanza

Giochiamo insieme?

Giochiamo insieme?

«Qual è il gioco preferito di mio figlio? Quali giochi posso proporgli per giocare con lui? Molto spesso i genitori dei bambini con disabilità non sanno come giocare con il proprio bambino, perché anche nel gioco la disabilità può apparire come un limite difficile da superare. Per rispondere dunque a quelle domande, abbiamo organizzato tre incontri rivolti ai genitori dei bambini con disabilità, per scoprire il piacere di giocare e le opportunità di crescita insieme». Viene presentata così la meritoria iniziativa proposta dall’Associazione L’abilità di Milano, in programma dal 28 al 30 marzo

Per un’organizzazione del lavoro all’insegna dell’inclusione

Una persona con disabilità a un colloquio di lavoro

Stimolare il confronto diretto tra professionisti, lavoratori, aziende e istituzioni, al fine di diffondere una cultura aziendale orientata all’inclusione, con particolare riferimento alle persone con disabilità intellettiva e relazionale, nonché illustrare in quale modo sia possibile migliorare l’occupazione delle persone con disabilità, trasformando la loro assunzione da obbligo legislativo a risorsa, da valorizzare e rendere produttiva: è questo l’obiettivo della tavola rotonda promossa per il 27 marzo a Cagliari dall’ANFFAS del capoluogo sardo

Prelievi e pagamenti digitali accessibili a chi non vede

Utilizzo di uno smartphone da parte di una donna non vedente

«La tecnologia ha tante facce e se da un lato rischia di creare qualche disagio, molte di più sono, fortunatamente, le barriere che permette di abbattere»: lo dichiara Franco Lepore, presidente dell’UICI di Torino, commentando l’incontro organizzato dal Comitato Informatico della propria Associazione, dedicato ai metodi di prelievo e pagamento digitale accessibili a chi non vede, un tema molto sentito, che tocca da vicino la vita quotidiana delle persone cieche e ipovedenti. E da tale incontro è emerso come, per tanti aspetti, “il futuro sia già oggi”, con notevoli ricadute positive

Occasioni di lavoro per le persone con sindrome di Asperger

Due lavoratori americani con sindrome di Asperger

Approdata da un anno in Italia, arriverà ora nel Veneto la Società danese Specialisterne, affiancata dall’omonima Fondazione, presente in diciannove Paesi, il cui obiettivo è di far cambiare la percezione che esiste dei disturbi dello spettro autistico, mettendo in luce il potenziale talento delle persone che vivono con tale condizione. L’appuntamento è per oggi, 25 marzo, a Mestre, dove Specialisterne, in collaborazione con il Gruppo Asperger Veneto, presenterà un progetto che porterà dei giovani con sindrome di Asperger ad essere inseriti nel mondo del lavoro

Quel modello di cura integrativa per il Parkinson

Prosegue il cammino del progetto “Modello di cura integrativa”, promosso della Confederazione Parkinson Italia, che intende prendere in considerazione soprattutto tre specifici aspetti (farmaci, esercizio fisico e fisioterapia, corretta alimentazione), ritenendoli appunto un “modello di cura integrativa”, tale da rappresentare una garanzia di efficacia nel tempo per le persone con la malattia di Parkinson. Il nuovo appuntamento è in programma per domani, 23 marzo, a Mestre, dove è prevista anche la presentazione del progetto regionale del Veneto “Palestre della salute”

Un altro Tribunale ha riconosciuto la discriminazione

Con una recente Ordinanza, il Tribunale di Mantova ha riconosciuto la discriminazione indiretta nei confronti di una persona con disabilità motoria, impossibilitata a far visita alla tomba del padre, a causa dell’inaccessibilità del cimitero. Il risarcimento per danno non patrimoniale sarà decisamente inferiore a quanto richiesto, e tuttavia si tratta di un provvedimento importante, anche perché legato a una Legge come la 67/06, che tutela le persone con disabilità da ogni forma di discriminazione, una Legge di sicura efficacia, anche se ancora troppo poco applicata dai Tribunali italiani

Non aggiungere disagi a chi già vive situazioni molto complesse

«Dato il crescere delle situazioni di disagio, per persone e famiglie che già si trovano a fronteggiare situazioni di vita già molto complesse, chiediamo alla Regione che si provveda quanto prima a superare le criticità evidenziate»: lo dichiara Alessandro Manfredi, presidente della Federazione lombarda LEDHA, che ha inviato una lettera all’Assessorato Regionale competente, sottolineando come ad alcune settimane dall’approvazione del programma di attuazione del Fondo per la Non Autosufficienza in Lombardia, sia necessario risolvere alcuni gravi problemi verificatisi in fase di attuazione

È cruciale trasferire nelle persone competenze e fiducia nei propri mezzi

«Per realizzare i diritti delle persone con disabilità, il tema dell’empowerment – cioè del trasferire nelle persone competenze e fiducia nei propri mezzi – è cruciale»: lo ha sottolineato Giampiero Griffo, uno dei “padri italiani” della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, figura particolarmente autorevole con cui l’Istituto Riabilitativo Montecatone – la nota struttura presso Imola (Bologna), specializzata nel settore delle lesioni midollari e cerebrali – ha voluto celebrare il decennale della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione stessa