Un programma formativo per favorire il passaggio dalla “cura” ai “diritti”

Un programma formativo per favorire il passaggio dalla “cura” ai “diritti”

Un programma formativo a partecipazione gratuita, per gettare le basi del cambiamento di prospettiva sul tema delle disabilità, centrato sul tema “Personalizzare l’accompagnamento al progetto di vita”, che si articolerà su sei incontri a partire dal 26 ottobre, rivolgendosi ad operatori con un ruolo di coordinamento e gestione dei servizi educativi e socio-assistenziali riguardanti minori e persone con disabilità. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Centro Studi per i Diritti e la Vita Indipendente dell’Università di Torino e la Fondazione Time2 del capoluogo piemontese

Intervista doppia su disabilità e dintorni

Leonardo Cardo, noto come "zio Leo"

Due esperienze di vita a confronto, due generazioni diverse che parlano di disabilità e di tutto ciò che ruota intorno ad essa, dalle emozioni più personali alle grandi questioni come il bullismo, la scuola e il lavoro, passando per la percezione che gli altri hanno delle persone con disabilità e di come questa è cambiata nel corso del tempo. Un dialogo a distanza virtuale tra Leonardo Cardo, attivista per i diritti, noto come “zio Leo”, famoso per il blog “Il mio mondo dal basso verso l’alto”, e Stefania Delendati, una delle “firme” più apprezzate di «Superando.it»

Due milioni di mele per sostenere la lotta alla sclerosi multipla

Due milioni di mele per sostenere la lotta alla sclerosi multipla

Da una parte garantire e potenziare i servizi destinati alle persone con sclerosi multipla, dall’altra sostenere la ricerca scientifica sulla malattia: a questo serviranno i fondi raccolti in tante piazze d’Italia domani, 1° ottobre, domenica 2 e anche lunedì 4, tramite La Mela di AISM, “storica” iniziativa che punta anche a informare e sensibilizzare, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Il premio “Turismi Accessibili” e una cultura che pian piano sta cambiando

Elaborazione grafica che rappresenta il turismo per tutti

«Finalmente iniziamo a vedere progetti realmente inclusivi – scrive Antonio Giuseppe Malafarina, a proposito della cerimonia conclusiva di domani, 1° ottobre a Chieti del premio “Turismi Accessibili”, “creatura” della compianta Simona Petraccia -, inclusivi e presentati con le parole giuste. Ci sono stati sviluppi dalla nascita di questo premio a oggi. Sta cambiando la cultura, perché laddove un tempo si vedeva un’operazione sociale ora si vede un investimento economico: le persone con disabilità, infatti, devono essere considerate clienti, non meramente destinatarie della pietà umana»

Cure ospedaliere e autismo: una app e un protocollo di provata efficacia

Un ragazzo con il tablet che reca l'app "vi.co Hospital", ove viene visualizzata l'effettuazione di un esame ospedaliero

Un numero sempre più consistente di contributi scientifici ha inquadrato negli ultimi anni il problema dell’accesso alle cure mediche da parte di bambini e adulti affetti da disturbo dello spettro autistico. Presentiamo in questo approfondimento, curato nell’àmbito della Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone, i positivi risultati della sperimentazione di un protocollo di azioni volto a coordinare gli interventi di famiglia, ospedale e struttura di riferimento per le persone con disturbo dello spettro autistico, basandosi su un’interfaccia comunicativa, l’app “vi.co Hospital”

I supporti a sensorialità aumentata dell’Appia Antica

Un rendering del progetto "Archeoguide-PSA". Sullo sfondo il Mausoleo di Cecilia Metella, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica a Roma

Promosso dall’Associazione Italia Nostra, è stato avviato recentemente, in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio”, con la collaborazione di CoopCulture, Società Cooperativa che si occupa della tutela, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano, il progetto “Archeoguide-PSA”, per integrare con supporti fisici e tecnologie sensoriali aumentate le visite alla Via Appia Antica di Roma, consentendo alle persone con disabilità visive e uditive di usufruire di una guida immersiva ai tanti monumenti unici di tale area

L’inclusività e l’accessibilità degli spazi educativi in una scuola che cambia

L’inclusività e l’accessibilità degli spazi educativi in una scuola che cambia

Alimentare una riflessione sul significato e sulle implicazioni dell’accessibilità e dell’inclusività in una scuola in evoluzione, indagando le relazioni tra lo spazio costruito e l’impostazione pedagogica, le caratteristiche del patrimonio edilizio esistente, ma anche le nuove esigenze emerse in seguito all’emergenza legata alla pandemia: saranno gli obiettivi dell’interessante e importante convegno “Progettare la scuola che cambia – Inclusività e accessibilità degli spazi educativi”, in programma per il 7 ottobre a Pasian di Prato (Udine), ma al quale si potrà anche partecipare online

Quella casa in affitto che non arriva è un’offesa alla cultura dell’inclusione

Da un anno Carlotta e Paolo cercano invano di affittare una casa (foto da Facebook)

«Le porte che si chiudono davanti a Paolo e Carlotta sono un’offesa alla cultura dell’inclusione che da quarant’anni cerchiamo di costruire, un insulto al lavoro di tante Associazioni come la nostra e all’impegno di tutte le persone con sindrome di Down e delle loro famiglie»: a dirlo è Gianfranco Salbini, presidente nazionale dell’Associazione AIPD, commentando la vicenda riguardante una coppia di persone con sindrome di Down che da un anno cerca invano di affittare una casa, nonostante il supporto dell’Associazione di riferimento e il contratto a tempo indeterminato di entrambi

Immagini ecografiche concrete al tatto, per genitori non vedenti e ipovedenti

Una madre con disabilità visiva tiene in mano la riproduzione in 3D del proprio feto

Già da qualche anno all’Ospedale di Conegliano (Treviso) viene proposto un servizio di ecografia ostetrica dedicato ai genitori non vedenti e ipovedenti, ricorrendo alla costruzione di immagini fetali in 3D in modelli reali e concreti al tatto. Questo offre la possibilità ai genitori con deficit visivi di vivere un’esperienza sensoriale tattile senza precedenti, potendo apprezzare la forma del volto e l’espressione fetale del prodotto del concepimento che la donna con disabilità visiva porta in grembo

Partiranno presto i lavori del Comitato Nazionale Malattie Rare

Il logo ufficiale della Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Durerà in carica tre anni, svolgerà funzioni di indirizzo e di coordinamento, definendo le linee strategiche delle politiche nazionali e regionali in materia di Malattie Rare e dovrà esprimere pareri su atti molto importanti e lungamente attesi, quali il nuovo Piano Nazionale Malattie Rare e il riordino della Rete Nazionale Malattie Rare: è il Comitato Nazionale Malattie Rare, fissato dal primo Decreto Attuativo della Legge 175/21 (Testo Unico sulle Malattie Rare)

Un progetto dedicato alla salute sessuale delle persone con disabilità

Un progetto dedicato alla salute sessuale delle persone con disabilità

È stato presentato in questi giorni a Torino “Il Marimo – Affetti, Relazioni, Intimità”, progetto in materia di salute sessuale delle persone con disabilità promosso dall’Associazione Verba, e realizzato attraverso una convenzione stipulata tra l’Associazione Mana e l’équipe di medici Androteam del Gruppo MediCare. In particolare il nuovo servizio intende unire il sostegno sessuologico e psico-educativo per tutti e tutte all’assistenza sanitaria rivolta specificamente a uomini con disabilità motorie, sensoriali e intellettive

Le persone con disabilità tra società, economia e diritto

Promosso dall’Università del Sannio di Benevento, si terrà il 30 settembre presso la stessa, ma verrà anche diffuso in YouTube, l’importante convegno “Le persone con disabilità tra società, economia e diritto: questioni aperte e prospettive di riforma”, incontro interdisciplinare sui temi della disabilità e dell’inclusione, voluto anche alla luce delle più recenti innovazioni normative, e segnatamente dalla Legge Delega al Governo in materia di disabilità

La grave situazione delle Unità Spinali del Piemonte

«La situazione delle Unità Spinali della nostra Regione (Torino, Alessandria, Novara) si è fatta grave, ingiustificabile e intollerabile. È indispensabile che tornino ad essere pienamente efficienti e sinergicamente collegate, in modo da garantire e salvaguardare la salute di tutti coloro che hanno subìto un danno al midollo spinale»: così il Coordinamento Regionale Associazioni Persone con Mielolesione del Piemonte annuncia per dopodomani, 29 settembre, una manifestazione a Torino, «per rivendicare i propri diritti alla salute», iniziativa che ha ricevuto l’adesione della Federazione FAIP

Se mancano i fondi, non si può sacrificare la parte più debole della popolazione

«Manca il personale sufficiente per garantire la presenza di un operatore per ogni bambino titolare della Legge 104»: e così, con questa motivazione, il Comune di Imperia non ha concesso alle famiglie di bambini e bambine con disabilità il servizio accessorio del pranzo assistito di competenza comunale, attivato in diversi plessi scolastici dove non c’è il tempo pieno. «Ma se il Comune offre un servizio – dicono dall’Associazione locale La Giraffa a Rotelle -, mancando i fondi e le risorse, non può sacrificare proprio la parte più debole della popolazione, perché questa è discriminazione»

Disabilità: ora le promesse elettorali diventino fatti concreti

«Serviranno nuove risorse per le persone con disabilità e le loro famiglie che vivono un momento molto difficile, di fronte all’impennata del costo della vita»: il presidente della Federazione FISH Falabella, commenta così i risultati elettorali, ricordando come la stessa FISH sia stata «parte attiva del confronto pre-elettorale, dando vita a un confronto indipendente, trasparente e super partes tra le forze in campo. Ora, ad elezioni avvenute, metteremo alla prova il Governo che ne nascerà, per verificare se le promesse della campagna elettorale si trasformeranno in fatti concreti»