Non si tocchino i risparmi o i beni immobili, per pagare le rette

Non si tocchino i risparmi o i beni immobili, per pagare le rette

Ancora una volta un Tribunale ha sancito l’illegittimità della richiesta alle persone con disabilità e ai loro familiari di dare fondo ai propri risparmi o di vendere i propri beni immobili, per contribuire alla compartecipazione della spesa per il pagamento delle rette dovute a strutture residenziali. A stabilirlo è stato il TAR della Lombardia, che ha accolto il ricorso presentato dalla Federazione LEDHA contro il Comune di Vigevano, ribadendo che i criteri stabiliti dalla Legge Statale sull’ISEE devono trovare uniforme applicazione su tutto il territorio nazionale

“Ci credi alla fiabe?”: la Lega del Filo d’Oro sì

Un'immagine della "Festa d'Estate 2019" della lega del Filo d'Oro a Osimo (Ancona)

«L’attività teatrale con scopo terapeutico utilizza una risorsa dal valore inestimabile, l’immaginazione umana, in grado di superare i limiti intellettivi, fisici, sensoriali ed emotivi»: da questa consapevolezza sono nati i laboratori teatrali della Lega del Filo d’Oro, con la convinzione che la recitazione potesse risvegliare nelle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali seguite dall’Associazione, la volontà di diventare “attori protagonisti” anche nella vita. E lo ha ben dimostrato anche la recente “Festa d’Estate” di Osimo (Ancona), tutta dedicata al mondo delle fiabe

A fine agosto Bologna sarà la capitale delle tecnologie per l’inclusione

Un'elaborazione grafica comprendente i loghi di varie categorie di persone interessate alle tecnologie assistive

Negli ultimi giorni di agosto, Bologna diventerà la capitale mondiale delle tecnologie per l’inclusione, grazie alla Quindicesima Conferenza dell’AAATE, l’Associazione Europea per lo Sviluppo delle Tecnologie Assistive, evento promosso dall’AIAS felsinea, in collaborazione con l’Università di Bologna, che vedrà giungere nel capoluogo emiliano oltre 300 partecipanti, provenienti da 40 Paesi, tra ricercatori, professionisti, amministratori e persone con disabilità, per presentare le novità del settore e discutere le strategie migliori per garantirne l’accesso e l’utilizzo alle persone

Persone con disabilità intellettiva che possono finalmente entrare nei musei

Il cortile di Palazzo Altemps a Roma

«“Museo per tutti” apre gli occhi, la mente e l’anima a un tipo di pubblico che solitamente non vive mai la bellezza dell’arte»: lo si è detto avviando anche presso Palazzo Altemps a Roma “Museo per tutti. Accessibilità museale per persone con disabilità intellettiva”, progetto promosso dall’Associazione L’abilità di Milano, in collaborazione con la Fondazione De Agostini, consistente in percorsi di visita facilitati e inclusivi, rivolti appunto alle persone con disabilità intellettiva. Alla presentazione ha partecipato anche Alberto Bonisoli, ministro per i Beni e le Attività Culturali

Di sorriso in sorriso, di lotta in lotta, ce la stiamo facendo!

Milena, insieme ai figli Alessio ed Emanuele

Dietro modi gentili, uno sguardo sereno e un grande sorriso, si nasconde la forza incredibile di Milena, madre di due ragazzi con disturbo dello spettro autistico, per la cui crescita è finora stato fondamentale lo sport del nuoto, praticato con il movimento Special Olympics. «È soprattutto importante – racconta Milena – non perdere tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Non mollare, ad altri genitori dico questo, perché si può vincere! Se non lotti per qualsiasi cosa non arrivi. Questa è diventata la mia filosofia, così come affrontare la vita con il sorriso»

Dieci proposte per la salute mentale

Dieci proposte per la salute mentale

La recente Conferenza Nazionale per la Salute Mentale di Roma ha fornito un’importante occasione di confronto aperto e partecipazione democratica, per valutare lo stato delle politiche e dei servizi per la salute mentale, il rispetto dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e le proposte per affermare il diritto alla tutela della salute. Dieci le proposte contenute nel documento conclusivo, ritenute necessarie «per aprire un confronto con le Istituzioni (Governo, Regioni, Comuni, Parlamento) e proseguire la mobilitazione per affermare diritti, libertà e servizi per la salute mentale»

Nuovo il Ministro, già note le sfide e tutte impegnative

Nuovo il Ministro, già note le sfide e tutte impegnative

Nell’augurare buon lavoro ad Alessandra Locatelli, subentrata a Lorenzo Fontana al vertice del Ministero per la Famiglia e le Disabilità, la Federazione FISH sottolinea che «gli impegni, le istanze, le emergenze rimangono le medesime, le stesse sulle quali abbiamo attirato l’attenzione negli ultimi anni. Su alcune di queste si è avviato un percorso che ci si augura non venga interrotto, su altre è necessario riprendere le fila, con la favorevole situazione di riavvio dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità»

Un’occasione per migliorare l’accessibilità dei trasporti nell’Unione Europea

Le Reti di Trasporto Transeuropee (TEN-T)

La consultazione pubblica sulle TEN-T, le Reti di Trasporto Transeuropee, promossa dalla Commissione Europea e aperta fino al 17 luglio a organizzazioni e cittadini, costituisce certamente «una grande opportunità – come viene sottolineato dall’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità – per alzare la voce e chiedere di migliorare l’accessibilità della rete dei trasporti nell’Unione Europea»

Come viene attuata a Roma la Legge sul lavoro delle persone con disabilità?

Come viene attuata a Roma la Legge sul lavoro delle persone con disabilità?

«Chiediamo un incontro urgente per verificare l’attuazione della Legge 68/99 sul diritto al lavoro e il collocamento obbligatorio delle persone con disabilità, poiché ci risulta una situazione di criticità, rispetto all’applicazione della stessa»: lo hanno scritto le rappresentanze per Roma e per il Lazio dei Sindacati CGIL, CISL e UIL, agli Assessori competenti e al Disability Manager di Roma Capitale, chiedendo anche «che il confronto su questi temi possa contrare su un organismo strutturato, ove agire in sinergia anche con le Associazioni più rappresentative delle persone con disabilità»

Giulio a scuola: una storia di autismo e inclusione

Un bimbo con disturbo dello spettro autistico

La storia di Giulio, bimbo con disturbo dello spettro autistico, parla di inclusione e di speranza, è bella da raccontare e importante da far conoscere, per aprire una finestra su un mondo fatto di solidarietà, vicinanza, comprensione e uguaglianza. Dietro ad essa, infatti, ci sono piccoli e grandi pezzi di un puzzle che si danno la mano e stanno insieme per aiutare e sostenere: la scuola, le famiglie dei bambini compagni di Giulio, gli operatori di un Centro presso Perugia, gestito dall’Associazione ANGSA Umbria, e non certamente per ultimi i genitori del bambino

Il “Dopo di Noi” si costruisce ascoltando i bisogni delle persone

Il “Dopo di Noi” si costruisce ascoltando i bisogni delle persone

Durante la recente tavola rotonda di Roma, intitolata “Tornando a casa. La persona disabile di fronte al futuro”, si è parlato di come sia necessario migliorare la Legge 112/16, meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi” o “sul Durante e Dopo di Noi”. «Ma il “Dopo di Noi” – scrive Zoe Rondini – si può costruire solo ascoltando i bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Serve dunque maggiore collaborazione tra i soggetti interessati e i servizi erogati, per garantire alle persone con disabilità una prospettiva di vita piena e soddisfacente, anche in assenza dei familiari»

Cambio al vertice del Ministero per la Famiglia e le Disabilità

È Alessandra Locatelli la nuova responsabile del Ministero per la Famiglia e le Disabilità, in sostituzione di Lorenzo Fontana, passato alla guida del Dicastero degli Affari Europei. Eletta lo scorso anno alla Camera, nella quale fa parte della XII Commissione Affari Sociali, Locatelli ricopre tuttora anche gli incarichi di assessore alle Politiche Sociali e di Vicesindaco di Como, dopo avere avuto alcune esperienze professionali nel campo del sociale

Attenzione a parlare di “prime volte”!

Non è mai una buona regola parlare di “prima volta”, specie se c’è un precedente che risale a quasi dieci anni prima. Nei giorni scorsi, infatti, si è dovuto leggere del «primo parco giochi inclusivo inaugurato a Genova», mentre invece la prima area-giochi inclusiva del capoluogo ligure – quella sì la prima per davvero – venne inaugurata il 18 ottobre 2010, nell’àmbito del progetto nazionale “Giochiamo Tutti!”, ideato e realizzato dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), insieme a ENEL Cuore ONLUS

Un Festival Cinematografico che rompe l’isolamento dei Malati Rari

«Abbiamo aperto il concorso anche a tematiche vicine alle Malattie Rare, come la disabilità, l’empatia, la resilienza, la capacità di superare i propri limiti, per celebrare le qualità che le persone con disabilità di qualunque tipo mettono in campo per vivere a pieno la loro vita»: lo dicono i promotori di “Uno sguardo raro”, primo e unico Festival Cinematografico a livello europeo sulle Malattie Rare, che ormai da alcuni anni dà visibilità alle migliori opere video su tale tema e in generale sull’inclusione sociale. Il bando per partecipare alla quinta edizione è aperto fino al 30 novembre

Le persone con Parkinson meritano una vita migliore

«La situazione delle persone con Parkinson è decisamente assurda: ritardi nella diagnosi, stigma, depressione, abbandono dell’attività lavorativa, tutte cose che in molti casi potrebbero essere evitate. Le persone con Parkinson meritano una vita di qualità ed ecco perché vogliamo crescere a tutti i livelli»: a dirlo è Giangi Milesi, presidente della Confederazione Parkinson Italia, commentando con soddisfazione l’adesione alla propria rete di tre nuove organizzazioni, ciò che porterà tra l’altro a dare maggiore evidenza all’esordio sempre più “giovane” della malattia