Sport e Turismo

Un premio prestigioso a chi lavora da anni per l’ospitalità accessibile

Da sinistra in piedi Alberto Granzotto, presidente di FAITA Federcamping e Gianfranco Vitali, titolare dell’Holiday Village Florenz di Comacchio. In primo piano Roberto Vitali, amministratore delegato di Village for all (V4A®), regge il premio conferito durante il CMT di Stoccarda alla struttura ferrarese

Credere al supporto di Village for all (V4A®), la rete impegnata sul fronte dell’innovazione turistica specializzata in ospitalità accessibile, ha fatto decisamente bene all’Holiday Village Florenz di Comacchio (Ferrara), se è vero che tale struttura, impegnata da anni a migliorare la propria accessibilità, sia in termini di servizi che di formazione del personale, ha conseguito di recente a Stoccarda un riconoscimento quanto mai prestigioso, conferito dall’ADAC, l’Automobile Club Tedesco, nella categoria “Cambiamento demografico e accessibilità”, sorta di “Oscar del turismo all’aria aperta”

Daniele che non vede, ma ha una visione del mondo completa

Daniele con una delle medaglie vinte ai recenti Giochi Nazionali Invernali di Special Olympics

«Avere visto Daniele gareggiare ai recenti Giochi Nazionali Invernali Special Olympics di Sappada – racconta la mamma di Daniele Curatola – ha appagato di tutti i sacrifici fatti per lui. Finalmente ti rendi conto che non esistono nemmeno diagnosi definitive, perché lui, secondo la diagnosi natale, non si sarebbe mai dovuto muovere da quel letto. A Sappada ha vinto due medaglie, nonostante non veda. Il bello è che, a suo dire, lui vede tutto, ha una visione del mondo completa e, come dice egli stesso, non ci sono limiti che non possa affrontare e vincere»

Vent’anni per le Aquile di Palermo, tra sport e difesa dei diritti

Una bella foto scattata durante l'evento celebrativo dei vent'anni delle Aquile di Palermo (foto di Settimo)

Costituitesi formalmente come Associazione nel 2002, le Aquile di Palermo, prima squadra di hockey in carrozzina elettrica del capoluogo siciliano, hanno festeggiato lo scorso anno il proprio ventesimo compleanno. Ed è sempre nell’àmbito di tale organizzazione che è nata a Palermo anche l’Associazione Ufficio Nazionale del Garante della Persona Disabile. Di tutto ciò parla il presidente delle Aquile Salvatore Di Giglia, in questa simpatica intervista realizzata da Domenico “Dodò” Russo, uno dei più giovani atleti del gruppo palermitano

“Tutti in campo”: si fa sport, ma anche tutto quello che c’è attorno

Calciatori coinvolti nella Rete TikiTaka

È cresciuta costantemente negli anni, con l’obiettivo di non disperdere il patrimonio accumulato con il precedente omonimo progetto: oggi alla Rete TikiTaka aderiscono oltre trenta realtà tra Associazioni, Cooperative e Istituzioni degli Ambiti lombardi di Monza e di Desio e di altri territori della medesima Provincia, coinvolgendo circa 1.000 persone con disabilità, 6.000 alunni e alunne delle scuole elementari e medie, 830 famiglie, 12 Comuni e più di 250 volontari. E tra i tavoli tematici promossi con successo, vi è “Tutti in campo”, dedicato allo sport, che sta dando importanti risultati

Sport e sindrome di Down: si conclude il progetto europeo “SPADS”

Sport e sindrome di Down: si conclude il progetto europeo “SPADS”

Ha formato istruttori ed educatori per l’attività sportiva, ha organizzato eventi sportivi rivolti a giovani e giovanissimi con sindrome di Down in Spagna, Ungheria, Romania e a Roma: il progetto europeo “SPADS”, acronimo che in italiano sta per “Attività sportive delle persone con sindrome di Down”, promosso dall’Associazione Running di Matera, con la Federazione FISDIR e l’Associazione AIPD tra i propri partner, vivrà il 1° dicembre a Roma il proprio evento conclusivo

Lo sport come strumento di welfare attivo e mezzo di promozione della salute

Antonio Maglio (1912-1988), "padre" della sport-terapia e del paralimpismo in Italia

«Lo sport come strumento di terapia e di investimento sul capitale umano: fu l’intuizione di Antonio Maglio, medico dell’INAIL e “padre” dello sport paralimpico, che prosegue oggi attraverso la collaborazione integrata tra l’INAIL stesso e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e che sarà al centro di questo incontro»: viene presentato così il convegno “Fare sport migliora la vita. La pratica sportiva come strumento di welfare attivo e mezzo di promozione della salute”, organizzato per il 28 novembre a Roma, ma diffuso anche in streaming, a cura del Contact Center Integrato SuperAbile INAIL

I Diavoli Rossi, storia di inclusione, di sport e di amicizia

Foto di gruppo per i Diavoli Rossi schierati in campo

«Lo sport – scrive Giulia Polito – come strumento di integrazione e inclusione sociale, che aggrega i più fragili e che si apre a tutti senza paura: ovvero l’esperienza dei Diavoli Rossi, che fa scuola in questo senso, anzi, fa squadra. Si parla infatti di una squadra di calcio composta da persone con patologie psichiatriche di diversa natura e in cura presso i Centri di Salute Mentale. Una sfida che va ben oltre la vittoria in campo, perché l’obiettivo è quello di dare un’occasione di socializzazione a persone altrimenti relegate ai margini delle proprie abitazioni o dei centri residenziali»

In acqua e sott’acqua non ci sono ostacoli!

Immersione in piscina insieme a una persona con disabilità

All’insegna del messaggio “In acqua e sott’acqua non ci sono ostacoli”, sarà una nuova giornata di sport e solidarietà, quella di domani, 19 novembre, a Busto Arsizio (Varese), denominata “Scubability”, nuova tappa, promossa da Waterpolo Ability, del lungo percorso “Subacquea Zero Barriere”, voluto da HSA Italia, l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili. Per l’occasione le persone con disabilità potranno effettuare prove gratuite di snorkeling, apnea e introduzione alla subacquea, accompagnati dagli istruttori HSA

Si parlerà anche di ospitalità accessibile agli Stati Generali del Turismo

Si parlerà anche di ospitalità accessibile agli Stati Generali del Turismo

Gli Stati Generali del Turismo, in programma a Chianciano Terme (Siena), per domani, 28 ottobre, e sabato 29, rappresenteranno la prima conferenza programmatica nazionale, intitolata “Una nuova visione dell’industria del turismo”, verso l’elaborazione e l’adozione del “Piano Strategico del Turismo 2023-2027”. E durante la due giorni è prevista anche la sessione denominata “Un turismo culturale, sociale e inclusivo di alto livello”, cui interverrà tra gli altri il presidente della Federazione FISH Falabella, per parlare di ospitalità accessibile e turismo per tutti

Baskin: anche Roma vuole fare la sua parte

Disciplina in continua crescita, che permette a giovani senza disabilità e a giovani con disabilità fisica e/o intellettiva di giocare nella stessa squadra, composta sia da ragazzi che da ragazze, il baskin è al centro di “Baskin e oltre”, progetto promosso da Roma Capitale e dall’EISI (Ente Italiano Sport Inclusivi), perché, come ha dichiarato l’assessora comunale Funari, «anche Roma vuole promuovere nei vari Municipi questa innovativa disciplina sportiva, che è anche un valido strumento educativo, utile a favorire l’inclusione e a creare occasioni di gioco e di divertimento tutti insieme»

Michele Oberburger, che sulle due ruote è un campione e basta

«Mai nessuno aveva vinto una sfida così»: così Roberto Oberburger ha commentato il secondo posto del figlio Michele al Campionato motociclistico “Trial Beta”. Accanto infatti alla sudata e meritata soddisfazione sportiva, c’è la consapevolezza di avere tagliato un traguardo umano unico, perché il diciannovenne trentino Michele è un giovane autistico non verbale. «Ma quando si allaccia il casco – sottolinea il padre –diventa un giovane come tutti gli altri, cambia le marce, frena, accelera, ride, sgasa, si allena il sabato e la domenica con la sorella Alice». E vince!

Lo sport come diritto per tutti

“Progettare la libertà: lo sport come diritto… per tutte le abilità”: è il titolo dell’incontro promosso per domani, 18 ottobre, presso la Fiera di Bergamo, dal CSI Lombardia (Centro Sportivo Italiano) e dalla Federazione lombarda LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), all’interno della manifestazione “Move City Sport”. Al centro dell’incontro il tema dell’inclusione sportiva delle persone con disabilità, trattato sia dal punto di vista dell’impatto sociale e culturale, sia rispetto alle soluzioni tecniche necessarie per l’adeguamento strutturale degli impianti sportivi

Come un Campionato Europeo di Basket Unificato Special Olympics

24 squadre in arrivo da 16 diversi Paesi d’Europa, per un totale di 240 atleti, con e senza disabilità intellettive, tra i 14 e i 30 anni: saranno loro, dal 14 al 17 ottobre a Sansepolcro (Arezzo), Anghiari (Arezzo) e Città di Castello (Perugia), i protagonisti dell’“European Unified Youth Basketball Tournament” (“Torneo Europeo Giovanile di Basket Unificato”), considerato da molti quale un vero e proprio Campionato Europeo di Basket Unificato Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale

Un accordo quadro per proseguire sulla strada del turismo inclusivo

Un accordo quadro di partnership, per condividere e promuovere strumenti e strategie consolidate in ambito di turismo accessibile e per sensibilizzare il mondo delle imprese e della politica, contribuendo a sviluppare assieme un sistema turistico inclusivo: è quello sottoscritto dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) con Village for all (V4A®), la rete impegnata da oltre un decennio sul tema dell’innovazione turistica specializzata in ospitalità accessibile

Il premio “Turismi Accessibili” e una cultura che pian piano sta cambiando

«Finalmente iniziamo a vedere progetti realmente inclusivi – scrive Antonio Giuseppe Malafarina, a proposito della cerimonia conclusiva di domani, 1° ottobre a Chieti del premio “Turismi Accessibili”, “creatura” della compianta Simona Petraccia -, inclusivi e presentati con le parole giuste. Ci sono stati sviluppi dalla nascita di questo premio a oggi. Sta cambiando la cultura, perché laddove un tempo si vedeva un’operazione sociale ora si vede un investimento economico: le persone con disabilità, infatti, devono essere considerate clienti, non meramente destinatarie della pietà umana»

“Sotto Gamba Game”, contro ogni barriera fisica, psicologica e architettonica

Tante attività sportive aperte a tutti, sia di mare che di terra, animeranno da domani, 16 settembre, a domenica 18, la sesta edizione del “Sotto Gamba Game”, a Riva degli Etruschi di San Vincenzo (Livorno), per dare vita a un weekend di relax, convivialità e soprattutto di confronto per il superamento di ogni tipo di barriera, fisica, psicologica e architettonica, offrendo la possibilità di fare un esperienza di turismo sportivo fruibile da parte di tutti

Diventano erogabili gli ausili e le protesi per la pratica sportiva amatoriale

Va salutato con favore il fatto che le persone con disabilità motoria possano finalmente svolgere attività motorie o sportive amatoriali utilizzando ausili e protesi di ultima generazione erogati dal Servizio Sanitario Nazionale, come stabilito da un recente Decreto Ministeriale. E tuttavia, nel provvedimento che ha introdotto la misura vanno riscontrate anche l’ingiustificata esclusione dai benefici dei minori di 10 anni e il fatto che nella fase sperimentale la persona con disabilità debba obbligatoriamente scegliere tra protesi e ausili, anche nel caso necessiti di entrambi i dispositivi

In giro per l’Europa Centrale, con uno sguardo attento anche all’accessibilità

Altri “appunti di viaggio” di Adele Fiorenza e Angelo Fusillo, promotori del blog “COMMA 2. Turismo accessibile in Campania e nel mondo”, riguardanti questa volta alcune tappe di un recente tour nell’Europa Centrale (le Cascate sul Reno di Sciaffusa, la città francese di Colmar e quella tedesca di Heidelberg). Sempre, naturalmente, con un occhio vigile anche alle situazioni di accessibilità

Tanti testimonial paralimpici per “Allinparty”, festa di sport e inclusione

In luglio a Pescara la terza edizione di “Allinparty” aveva dato appuntamento a Milazzo (Messina) per la fine di agosto e ora è arrivato il momento di vivere in Sicilia una nuova grande festa di sport e inclusione nell’imminente weekend e fino a tutta domenica 28. Più di quindici le discipline previste e aperte a tutti, persone con e senza disabilità, ma anche tanti testimonial paralimpici che arriveranno nella località mamertina, grazie anche al prezioso patrocinio del CIP (Comitato Italiano Paralimpico)