Sport e Turismo

Dopo la pandemia, ricreare un turismo più inclusivo e sostenibile

Dopo la pandemia, ricreare un turismo più inclusivo e sostenibile

«Credo che il turismo come lo conoscevamo sia definitivamente crollato, dobbiamo ricostruirlo da zero e io sono convinta che dopo la pandemia si debba sfruttare l’occasione di ricrearlo più inclusivo e sostenibile»: a dirlo è Giulia Lamarca, donna con disabilità, che qualche tempo fa ha avviato l’hashtag “#dirittoalvolo”, per agevolare le persone con disabilità nei viaggi in aereo, cercando di eliminare le difficoltà logistiche

Il traguardo raggiunto da Simone è quello di tutti gli atleti Special Olympics

Simone Perona, durante l’ultramaratona di 24 ore "BiUltra 6.24" di Biella

Simone Perona, atleta Special Olympics, già medagliato qualche anno fa ai Giochi Mondiali di questo movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e /o relazionale, è stato il primo atleta italiano con disabilità intellettiva a partecipare ad un’ultramaratona di 24 ore, la “BiUltra 6.24” di Biella. «Quel traguardo da lui raggiunto – scrive Giampiero Casale -, non è stata solo una sua vittoria, ma anche quella di tanti altri atleti Special Olympics e delle loro famiglie, che sognano una vita fatta di fiducia, opportunità e inclusione»

Hockey e calcio in carrozzina: un protocollo d’intesa tra UILDM e FIPPS

Andrea Piccillo (a sinistra) e Marco Rasconi, presidenti rispettivamente della FIPPS (Federazione Italiana Paralimpica Powerchair Sport) e della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

I powerchair sport (hockey e calcio in carrozzina) si giocano in squadre miste sia per età che per sesso e sono tra le poche del panorama paralimpico a coinvolgere sportivi con disabilità motorie anche severe e progressive. Avranno ora sempre più visibilità, anche grazie al protocollo d’intesa sottoscritto tra la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e la FIPPS (Federazione Italiana Paralimpica Powerchair Sport), entrambe convinte dell’importanza della pratica sportiva quale potente strumento di inclusione e di diffusione di una nuova cultura della disabilità

Esperienze di accessibilità sportiva per persone con disabilità

Esperienze di accessibilità sportiva per persone con disabilità

Pratica sportiva e persone con disabilità, le potenzialità da osare e i limiti culturali da superare: a parlarne è il giornalista Massimiliano Rubbi, nel suo recente libro “Press Play on Sport. Esperienze di accessibilità sportiva per persone con disabilità”, quarto volume della collana “i libri di accaParlante”, edita da Edizioni la meridiana in collaborazione con il Centro Documentazione Handicap di Bologna

Un Protocollo d’Intesa per il turismo accessibile sul territorio di Siena

Il Palazzo Pubblico in Piazza del Campo a Siena

Un Protocollo d’Intesa è stato sottoscritto tra il Comune di Siena e CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità) per la promozione e la valorizzazione di una cultura inclusiva nel settore turistico ricettivo legato al cosiddetto “turismo attivo” e la creazione di una rete di strutture ricettive, denominata “Strade di Siena per tutti”. Il documento è stato formalizzato tramite una Delibera prodotta dalla Giunta Comunale senese, con l’obiettivo, appunto, di promuovere insieme a CERPA Italia un turismo il più accessibile possibile sul territorio della città toscana

Il sorriso di Sonia, che ha vinto quasi sempre le sue sfide

Sonia ha praticato diverse discipline sportive con il Team Special Olympics Amico Sport Cuneo

Sonia ha sempre un bel sorriso, contagioso. Lavora nella cucina di un ospedale ed è una di quelle atlete di Special Olympics, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, che quando si pone un obiettivo, intende raggiungerlo con tutte le sue forze, facendo proprio il Giuramento dell’atleta Special Olympics. «All’inizio avevo delle difficoltà – dice -, ma grazie ai miei compagni di squadra e ai coach, grazie ai miei colleghi, e grazie al sostegno della mia famiglia, sono riuscita a fare delle cose che mai avrei creduto»

Quando il basket può cambiare vite poverissime (anche di giovani con disabilità)

Il campo da basket realizzato in Kenya dall'Associazione Slums Dunk

È una bella storia, quella delle Basketball Academy dell’Associazione Slums Dunk, fondata, tra gli altri, dai giocatori professionisti Bruno Cerella e Tommaso Marino, che hanno già dato vita a cinque diversi centri, in Africa, Sudamerica e Asia, vere e proprie scuole di vita, volute per cambiare in meglio le vite poverissime dei giovani delle baraccopoli. E lo sguardo di tale iniziativa punta anche ai giovani con disabilità, in Paesi dove essi restano segregati come “vergogne” di famiglia e dove la loro vita conta ancor meno che per gli altri

La stessa volontà di lottare, per sentirci accettati dalla società

Gerald Mballe

«Mi sento molto vicino alle persone con disabilità intellettiva di Special Olympics perché abbiamo la stessa volontà di lottare per sentirci accettati dalla società»: sono parole di Gerald Mballe, divenuto il primo consulente, a livello mondiale, del Programma Unificato con i rifugiati di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, e questa è la sua storia di rifugiato politico, passata per un lungo e tormentato viaggio dall’Africa, prima di arrivare in Italia

Loris Cappanna, maratoneta non vedente, che traccia la strada agli altri

Loris Cappanna

È una persona tosta, Loris Cappanna, maratoneta non vedente, già campione nazionale nella sua categoria, che ama osare un po’ per volta, per aprire nuove strade e nuovi percorsi, tracciando la strada ad altri. Per lui è fondamentale affidarsi e fidarsi a un “atleta guida” che ne condivida le sensazioni, comprendenti sia il benessere che la performance, e dello sport dice che «è un mezzo di aggregazione, di contatto con il mondo esterno, di acquisizione delle regole e soprattutto un modo di socializzare alternativo ai social»

“Gate Project”: il turismo inclusivo può e deve espandersi ovunque

«Attraverso l’uso delle nuove tecnologie, vogliamo affermare il concetto del turismo inclusivo in territori patrimonio dell’umanità, alpini e prealpini, intendendo la possibilità, per chiunque, di vivere un’esperienza interessante e arricchente, indipendentemente da ostacoli ambientali, fisici, linguistici»: era stato presentato così, in fase di avvio, il progetto “GATE” (“Gate Project”), iniziativa di Cooperazione Transfrontaliera tra Italia e Austria, che domani, 15 dicembre, evidenzierà i vari risultati ottenuti nel corso dell’evento conclusivo che si terrà in modalità virtuale

Sport: energia per la vita di atleti con e senza disabilità

Rappresentanti istituzionali, personaggi del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo: tutti interverranno nel pomeriggio di oggi, 3 dicembre, alla Convention Nazionale di Special Olympics Italia, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, evento intitolato “Sport: energia per la vita”, che ospiterà tanti atleti e familiari, al fine di evidenziare come l’attività sportiva rappresenti l’opportunità di crescere e migliorarsi, ogni giorno, come persone prima ancora che come sportivi. E ci sarà anche un flash mob in modalità digitale

La Settimana del Basket di Special Olympics: diversa, ma non meno coinvolgente

«Questa “Special Olympics European Basketball Week” non sarà come le altre, ma anch’essa esorterà comunque tutti gli atleti, costretti a restare in casa, a “scendere in campo”. E in Italia abbiamo dato vita alla sfida di fare quanti più canestri possibile in 24 secondi, con ogni mezzo a disposizione, facendosi filmare e postando il video sui propri canali social»: così Special Olympics Italia, il movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, presenta la propria “XVII Settimana Europea del Basket”, in programma da domani, 28 novembre, fino al 6 dicembre

“Meet Tourism Lucca”: rigenerazione, sostenibilità, comunità e accessibilità

Sono queste le parole chiave di “Meet Tourism Lucca”, il meeting internazionale per la scoperta e la valorizzazione dei percorsi culturali e delle destinazioni di eccellenza europee, già in svolgimento oggi, 12 novembre e anche domani, venerdì 13, in modalità virtuale, ma con un programma quanto mai ricco. Tra i vari appuntamenti, nel pomeriggio di domani è un programma anche un Focus sul Turismo Accessibile. La partecipazione è gratuita, previa registrazione

Visibilità internazionale per quei vent’anni del baseball per ciechi a Milano

«Quanto vale lo sport? Per tanti di noi vale moltissimo – scrive Angela Bellarte -, anche vent’anni di vita. Qualcuno ha trovato la sua strada più di vent’anni fa, e ancora la percorre, correndo, scivolando, lanciando e battendo. È la storia del baseball per ciechi di Milano, è la storia dei Thunder’s Five». È una storia, questa, raccontata dal documentario “Thunder’s Five Milano – 20 anni di successi”, cui in questi giorni andrà un importante riconoscimento nell’àmbito della manifestazione internazionale “Sport Movies & TV 2020 – 38th Milano International FICTS Fest”

Per tutti coloro che vorranno fare sport insieme a persone con disabilità visiva

Il progetto “Crescere attraverso le arti marziali”, che l’UICI di Modena (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) potrà concretamente realizzare grazie a una campagna di raccolta fondi nel web, consisterà nell’allestimento, all’interno della propria sede, di una palestra attrezzata, dove poter svolgere attività sportive e riabilitative, e in particolare quelle legate alle arti marziali, da parte di persone con disabilità. Sarà uno spazio vivo in cui persone cieche, ipovedenti o con altre disabilità, ma anche persone senza disabilità dell’Emilia-Romagna, potranno fare sport insieme

Nel 2021 il sogno di Marco Piccoli, pilota in carrozzina, potrebbe avverarsi

Ventiquattrenne ex meccanico specializzato in motori Ducati, Marco Piccoli è in sedia a rotelle da quattro anni per un incidente in moto a Modena. Recentemente ha vinto nella categoria “Disabili” il settimo Trofeo “Rally Italia Talent” e ora sta testando una vettura pronta per scendere sui tracciati delle otto competizioni del CIR (Campionato Italiano Rally). Forse nel 2021 il suo sogno di correre tra i professionisti potrebbe avverarsi

Tanti piloti con disabilità in gara su un’auto da rally

La finale del settimo Trofeo “Rally Italia Talent” – competizione motoristica svoltasi all’autodromo di Adria (Rovigo), che per la prima volta, grazie a una vettura adattata, ha previsto anche la categoria delle persone con disabilità – è stata una gara combattuta sui secondi da quattro piloti, Marco Piccoli, Mattia Cattapan, Gabriele Blundo e Andrea Marchesini, classificatisi nell’ordine. E dietro a loro un altro centinaio di piloti con disabilità hanno affrontato le selezioni regionali e poi le semifinali

Come accogliere al meglio clienti con disabilità

Come progettare servizi accessibili e di eccellenza per tutti, come occuparsi delle esigenze di persone con disabilità da sole, accompagnate o parte di un gruppo, e come comunicare efficacemente con clienti con disabilità: di questo si occuperà il nuovo corso denominato “Accogliere clienti con disabilità. Buone prassi e strumenti professionali”, promosso in modalità online dalla Cooperativa Sociale Progetto Yeah! di Verona, che prenderà il via il 4 novembre prossimo e si protrarrà fino al 16 dicembre

Si assegnano i nuovi premi all’ospitalità accessibile

«Vogliamo dare visibilità alle imprese di successo che investono nel turismo accessibile perché possano ispirare altri imprenditori ad intraprendere un percorso di riqualificazione e posizionamento che, anche in tempi di crisi come quelli attuali, ha comunque portato a ritorni economici importanti»: a dirlo è Roberto Vitali di Village for all (V4A®), la nota rete specializzata in turismo accessibile, presentando la quarta edizione dei “V4A®Awards”, riconoscimenti alle strutture che hanno lavorato per l’ospitalità accessibile. Le premiazioni sono in programma per domani, 13 ottobre, a Rimini