“Non molla mai” la ricerca sulla SLA

“#distrattimavicini” è il nome della rubrica, “#nevergiveup”, ovvero “Non mollare mai”, lo slogan scelto: si parla di una serie di dirette Facebook già lanciate in primavera dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), in collaborazione con altre organizzazioni, che avvierà nella serata di oggi, 26 ottobre, il proprio secondo ciclo, affiancata questa volta dalla Fondazione Vialli e Mauro, per sostenere la ricerca dell’ARISLA, la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA. E tra gli ospiti d’eccezione della prima puntata vi sarà il campione del calcio Alessandro Del Piero

Immagine-simbolo del ciclo di dirette Facebook "#distrattimavicini"

L’immagine-simbolo del ciclo di dirette Facebook “#distrattimavicini”

#distrattimavicini è il nome della rubrica, #nevergiveup, ovvero “Non mollare mai”, lo slogan all’insegna della quale si svolge: è una serie di dirette Facebook (visibili a questo link) già lanciate in primavera dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), in collaborazione con altre organizzazioni, per sostenere allora i Centri Clinici NEMO (NeuroMuscular Omnicentre), che avvierà nella serata di oggi, 26 ottobre (ore 21), il proprio secondo ciclo, affiancata questa volta dalla Fondazione Vialli e Mauro, che sostiene la ricerca scientifica dell’ARISLA, la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA.
A condurre le varie puntate (le altre quattro sono in programme per il 5 e 23 novembre e per il 10 e 21 dicembre) saranno Andrea & Michele, duo radiofonico di Radio Deejay, coinvolgendo varie personalità dello sport e dello spettacolo insieme a imprenditori di successo e a protagonisti della ricerca scientifica italiana.

Particolarmente noti gli ospiti dell’appuntamento di stasera, a partire dal campione del calcio Alessandro Del Piero, che racconterà la propria esperienza di “#nevergiveup” e l’impegno a supporto di chi quotidianamente affronta sfide difficili, con coraggio e determinazione.
A introdurre la serata saranno Gianluca Vialli e Massimo Mauro, rispettivamente presidenti della Fondazione Vialli e Mauro e dell’AISLA, ed è prevista anche la testimonianza di Benedetta Signorini, figlia di Gianluca Signorini, storico capitano del Genoa, scomparso a causa della SLA. Parteciperà inoltre Mario Melazzini, presidente dell’ARISLA, che spiegherà perché è nata quest’ultima e i risultati raggiunti nel campo scientifico, oltre a Edoardo Garrone, presidente del Gruppo ERG e del «Sole 24 Ore», grande sostenitore della Fondazione Vialli e Mauro, che parlerà del valore della responsabilità sociale di impresa.

A partire proprio da oggi, è già attiva una piattaforma, attraverso la quale si può scegliere tra diverse modalità di donazione per sostenere il lavoro dei ricercatori, ai quali è dedicato questo ciclo di #distrattimavicini. In particolare quanto raccolto finanzierà un nuovo progetto di ricerca tra i vincitori del Bando 2020 di ARISLA, aperto a studi di base, pre-clinica e clinica osservazionale, finalizzati a una maggiore comprensione della SLA e a mettere a punto metodologie per lo sviluppo di nuove terapie e per la diagnostica.
L’ARISLA, va ricordato in conclusione, è nata dieci anni fa per volontà sia della Fondazione Vialli e Mauro che dell’AISLA, affiancate dalla Fondazione Cariplo e dalla Fondazione Telethon. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Daniele Murgia (murgia@secrp.com); info@fondazionevialliemauro.com.

Stampa questo articolo