Dura da sedici anni l’impegno dell’ANIMASS sulla sindrome di Sjögren

Il fatto che una malattia autoimmune, sistemica, degenerativa e inguaribile come la sindrome di Sjögren primaria sistemica non sia ancora inserita come rara nei LEA, su cui è impegnata l’Associazione ANIMASS, che proprio domani, 29 aprile, festeggerà il suo 16° compleanno, con un incontro online promosso in collaborazione con l’Università di Verona. Per l’occasione verrà anche proiettato il cortometraggio “L’amante Sjögren”, realizzato nel 2019 e interpretato dall’attrice Daniela Poggi, presente all’incontro di domani

Daniela Poggi, Lucia Marotta e Gabriele Rossi

Lucia Marotta (al centro), presidente dell’ANIMASS, insieme agli attori Daniela Poggi e Gabriele Rossi, interpreti del cortometraggio “L’amante Sjögren”

Malattia autoimmune, sistemica, degenerativa e inguaribile, che può attaccare tutte le mucose dell’organismo (occhi, bocca, naso, reni, pancreas, fegato, cuore, apparato cardiocircolatorio, apparato osteoarticolare e polmonare), la sindrome di Sjögren primaria sistemica, che colpisce le donne in un rapporto di 9 a 1 rispetto agli uomini, spesso si associa ad altre patologie autoimmuni, con conseguenze mortali per il 5-8% dei circa 12.000/16.000 malati. Si tratta inoltre di una patologia che causa effetti deleteri non soltanto sotto l’aspetto clinico, ma anche nei confronti della vita sociale e affettiva.

Il fatto che questa patologia non sia ancora inserita come rara nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria) costituisce una delle principali questioni su cui è impegnata l’ANIMASS (Associazione Nazionale Italiana Malati Sindrome di Sjögren), che proprio nel pomeriggio di domani, giovedì 29 aprile (ore 18-20), festeggerà il suo 16° compleanno, con un incontro online promosso in collaborazione con il Dipartimento di Psicosomatica e Psicologia Medica dell’Università di Verona.
Per l’occasione, inoltre, verrà anche proiettato il cortometraggio L’amante Sjögren, realizzato nel 2019 e interpretato dall’attrice Daniela Poggi, presente all’incontro di domani.

Ad aprire l’incontro, che potrà contare sulla presenza di numerosi autorevoli rappresentanti istituzionali e del mondo sanitario (a questo link è disponibile il programma completo), sarà Lucia Marotta, presidente dell’ANIMASS, che porrà in piena evidenza tutte le problematiche della subdola patologia, nonché i bisogni inevasi di coloro che ne soffrono. (S.B.)

Ricordiamo ancora il link al quale è disponibile il programma completo dell’incontro online di domani, 29 aprile. Per ulteriori informazioni: animass.sjogren@fastwebnet.it.

Stampa questo articolo