I “Borghi per l’abitare”, iniziativa di housing sociale

Undici appartamenti di recente realizzazione, nei Comuni di Leggiuno e Cocquio Trevisago, in provincia di Varese, che accoglieranno persone con fragilità, garantendo loro la possibilità di vivere in autonomia e di accedere a servizi sociosanitari in caso di necessità. Consiste in questo l’iniziativa denominata “Borghi per l’abitare”, progetto di housing sociale realizzato in Lombardia dalla Fondazione Sacra Famiglia e pensato per accogliere persone troppo fragili per abitare da sole, ma allo stesso tempo troppo autonome per risiedere in una struttura residenziale per non autosufficienti

Realizzazione grafica dedicata all'housing socialeUndici appartamenti di recente realizzazione, nei Comuni di Leggiuno e Cocquio Trevisago, in provincia di Varese, che accoglieranno persone con fragilità, garantendo loro la possibilità di vivere in autonomia e di accedere a servizi sociosanitari in caso di necessità.
Consiste in questo l’iniziativa denominata Borghi per l’abitare, progetto di housing sociale realizzato in Lombardia dalla Fondazione Sacra Famiglia e pensato per accogliere persone troppo fragili per abitare da sole, ma allo stesso tempo troppo autonome per risiedere in una struttura residenziale per non autosufficienti.
«Alla funzionalità degli alloggi – spiegano i promotori -, completamente accessibili, si aggiungono una serie di servizi pensati per rispondere alle esigenze di persone che necessitano di un sostegno per la gestione della vita quotidiana». (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione la Rete dei CAAD dell’Emilia Romagna (Centri per l’Adattamento dell’Ambiente Domestico).

Stampa questo articolo