Nel 2020 “Giochi in casa propria”, quest’anno “Giochi della fiducia nel futuro”

Verranno presentati il 23 giugno, in diretta online, gli “Smart Games 2.1” di Special Olympics Italia, componente nazionale del movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, evento che dal 1° al 15 luglio coinvolgerà ben 3.816 atleti in 22 diverse discipline sportive. Se tuttavia nel 2020, in piena pandemia, l’iniziativa nacque per contrastare l’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva, quest’anno, pur essendo ancora online, la manifestazione sarà soprattutto una sfida per tornare a trasmettere fiducia per il futuro

Logo degli "Smart Games 2.1." di Special Olympics Italia

Il logo degli “Smart Games 2.1.” di Special Olympics Italia

Verranno presentati nel pomeriggio di mercoledì 23 giugno (ore 15), in diretta online sulla piattaforma Zoom, gli Smart Games 2.1 di Special Olympics Italia, componente nazionale del movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, evento che dal 1° al 15 luglio prossimi coinvolgerà ben 3.816 atleti in 22 diverse discipline sportive.
«La volontà di offrire agli atleti la possibilità di gareggiare – spiegano da Special Olympics Italia -, ancora una volta oltre ogni genere di distanza fisica, senza reprimere quella voglia di tornare a fare sport insieme e sentirsi sempre e comunque parte di una grande squadra e di una grande famiglia, ha dato il via all’organizzazione di questa nuova ed aggiornata edizione degli Smart Games».

La cerimonia di apertura, dunque, che coinvolgerà Istituzioni e testimonial, è in programma, sempre online, per la serata del 1° luglio (ore 20) e le discipline sportive proposte saranno le seguenti: atletica, badminton, basket, bocce, bowling, calcio, canottaggio, indoor rowing, karate, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, golf, nuoto, open water, pallavolo, racchette da neve, rugby, sci alpino, sci di fondo, snowboard, tennis e tennis tavolo.
«Le gare – spiegano ancora i promotori -, strutturate attraverso singole attività da tenersi anche all’aperto in base alle relative disposizioni nazionali e territoriali in materia di sicurezza, consistono in esercizi elaborati e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina».

Un cuore che batte forte ed esce dallo schermo per una nuova opportunità di sport: è questo è il logo della manifestazione, «per una sfida – concludono da Special Olympics Italia – che, in un contesto ancora difficile e delicato, trasmette fiducia per il futuro e rappresenta già una vittoria per migliaia di atleti, in tutta Italia: il rimettersi in gioco attraverso la partecipazione ad un evento, l’adrenalina di una gara per rivivere la gioia e l’esultanza di un traguardo raggiunto con impegno, ma soprattutto, come messo in primo piano dal logo di presentazione, con passione, coraggio e determinazione. Sarà questo il senso degli Smart Games 2.1, evoluzione degli Smart Games dello scorso anno che nati per contrastare l’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva, hanno stupito, meravigliato e commosso, coinvolgendo 4.948 atleti e suscitando l’attenzione delle maggiori Istituzioni Nazionali». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Special Olympics Italia (Giampiero Casale), stampa@specialolympics.it.

Stampa questo articolo