Agenti di Polizia Locale che tutelano i diritti delle persone con disabilità

Hanno vigilato (bene) sul corretto utilizzo del CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo), sui parcheggi dedicati alle persone con disabilità, sugli attraversamenti pedonali e, più in generale, sulle strutture che garantiscono la mobilità delle persone con disabili e dei cittadini tutti: per questo il 3 dicembre scorso ventidue agenti di Polizia Locale della Liguria e un operatore di Genova Parcheggi sono stati premiati dalla Regione Liguria e dalla Consulta Regionale Handicap

Parcheggio abusivo - multa

Un agente di Polizia Locale sanziona un autoveicolo parcheggiato abusivamente in un posto riservato a persone con disabilità

Fra tante notizie non sempre positive di cui dobbiamo parlare, fa particolare piacere segnalare oggi quanto riportato recentemente dal quotidiano «La Stampa» (cronaca di Savona), ovvero che in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre scorso, l’assessore alla Sicurezza della Regione Liguria Andrea Benveduti e il segretario e coordinatore della Consulta Regionale Handicap Claudio Puppo, insieme ai Comandanti delle varie Polizie Locali del territorio, hanno consegnato ventidue riconoscimenti ad altrettanti agenti di Polizia Locale di Genova, la Spezia, Savona, Chiavari (Genova) e Sanremo (Imperia), distintisi nella tutela dei diritti delle persone con disabilità.
Le onorificenze sono state motivate in particolare per avere vigilato sul corretto utilizzo del CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo), sui parcheggi dedicati alle persone con disabilità, sugli attraversamenti pedonali e, più in generale, sulle strutture che garantiscono la mobilità delle persone con disabili e dei cittadini tutti. Insieme a loro è stato premiato anche un operatore di Genova Parcheggi, particolarmente attivo nella segnalazione degli abusi suddetti.
«Un evento di festa – ha commentato Puppo, a proposito della cerimonia – riservato a tutti coloro che ci permettono quotidianamente di vivere alla pari». «La nostra Consulta – ha aggiunto – è sempre al fianco di tutti gli Enti, e soprattutto di chi è sulla strada, per tutelare i diritti che ci permettono di vivere più serenamente». (S.B.)

Ringraziamo Giorgio Genta per la segnalazione.

Stampa questo articolo