Accessibile è bello: un concorso e un incontro sull’inclusività digitale

Si distingue ancora una volta l’Università di Padova per le proprie iniziative dedicate all’inclusione, e nello specifico a quella delle persone con disabilità. Il 26 maggio, infatti, il Dipartimento di Matematica dell’Ateneo padovano, in collaborazione con il settore Università Inclusiva dello stesso, proporrà nella città veneta l’incontro “Accattivante Accessibile. Un concorso di abilità e attenzione agli altri”, per affrontare, insieme ad autorevoli esperti, il tema dell’inclusività digitale e procedere alle premiazioni del concorso che dà il nome stesso all’incontro

Accessibilità digitale (tastiera con simboli di disabilità)Si distingue ancora una volta l’Università di Padova per le proprie interessanti iniziative dedicate in generale all’inclusione, e in particolare a quella delle persone con disabilità. Per il pomeriggio di dopodomani, infatti, giovedì 26 maggio (Centro Culturale Altinate – Auditorium San Gaetano di Padova, ore 16-19), il Dipartimento di Matematica dell’Ateneo padovano, in collaborazione con il settore Università Inclusiva dello stesso, proporrà l’incontro denominato Accattivante Accessibile. Un concorso di abilità e attenzione agli altri, per affrontare, insieme ad autorevoli esperti del settore, il tanto discusso tema dell’inclusività digitale, quale antagonista del cosiddetto Digital Divide (“divario digitale”).

Introdotto e moderato da Ombretta Gaggi, docente associata dell’Università di Padova, dopo i saluti di Francesca Benciolini, assessora all’Accessibilità e alla Vita Indipendente del Comune di Padova e di Carlo Pasqualetto, consigliere comunale con Delega all’innovazione, l’incontro prevede gli interventi di Lorenzo Martini, presidente dell’UICI di Padova (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), sul tema Abilità e tecnologie che consentono alle persone con disabilità visive di utilizzare il computer; Roberto Scano, esperto di accessibilità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Accessibilità: non solo obblighi ma opportunità per le imprese); Fabrizio Caccavello, altro esperto di accessibilità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Accessibile è bello); Gregorio Piccoli, responsabile delle tecnologie per la Società Zucchetti (L’accessibilità nelle applicazioni).
Le conclusioni e la definizione dei prossimi obiettivi in questo àmbito saranno affidate a Laura Nota, ordinaria dell’Università di Padova, seguite dalla premiazione del concorso sull’accessibilità lanciato dal Dipartimento di Matematica dell’Ateneo che dà il nome all’incontro. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e per confermare la propria eventuale presenza, accedere a questo link.

Stampa questo articolo