L’insegnante di sostegno: passato, presente, quale futuro?

Una pubblicazione che illustra come si è evoluta, nel corso del tempo, la figura professionale dell’insegnante di sostegno, fotografando gli sviluppi normativi e gli approfondimenti dedicati, con l’obiettivo di avere un quadro aggiornato di tale professione e delle sue reali funzioni: è questo “L’insegnante di sostegno: passato, presente, quale futuro?”, saggio dato alle stampe da Maria Pia Nicoletta, già OEPAC (Operatore Educativo per l’Autonomia e la Comunicazione) e successivamente docente di sostegno, volume che verrà presentato domani, 14 giugno, a Roma

Maria Pia Nicoletta, librto su insegnante di sostegno, 2022Una pubblicazione che illustra come si è evoluta, nel corso del tempo, la figura professionale dell’insegnante di sostegno, fotografando gli sviluppi normativi e gli approfondimenti dedicati, con l’obiettivo di avere un quadro aggiornato di tale professione e delle sue reali funzioni: è questo L’insegnante di sostegno: passato, presente, quale futuro? (Direct Publishing, 2022), data alle stampe da Maria Pia Nicoletta, forte delle sue precedenti esperienze di OEPAC (Operatore Educativo per l’Autonomia e la Comunicazione) e successivamente di docente di sostegno.

Il saggio verrà presentato nel pomeriggio di domani, 14 giugno, presso la Biblioteca Ennio Flaiano di Roma (Via Monte Ruggero, 39, ore 17.30), nel corso di un incontro che sarà però visibile anche in diretta streaming (nei canali social delle Biblioteche di Roma, ad esempio a questo link).
Vi parteciperanno alcuni autorevoli esperti del settore, insieme a rappresentanti istituzionali, coinvolgendo genitori e docenti con uno spazio riservato agli interventi che darà vita a un ampio dibattito.

Nel dettaglio del programma, insieme all’autrice del volume Maria Pia Nicoletta, interverranno Paola Ilari e Maria Concetta Romano, responsabili rispettivamente degli Assessorati alla Scuola e alle Politiche Sociali del III Municipio di Roma; Dario Ianes, docente di Pedagogia e Didattica Speciale alla Libera Università di Bolzano; Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti); Salvatore Nocera, presidente del Comitato dei Garanti della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); Paola Di Michele, psicologa, formatrice e insegnante. (S.B.)

Stampa questo articolo