Sport, barriere e disabilità intellettive

«Oggi bisogna affrontare scelte e tecnologie architettoniche, sia a livello progettuale che di esecuzione, considerando aspetti non sempre ben noti, soprattutto per quanto riguarda la fruizione degli impianti sportivi da parte di atleti e atlete con disabilità intellettiva»: partirà da questo assunto il convegno “Barriere architettoniche e disabilità intellettive. L’accessibilità ai luoghi dello sport e della vita sociale per i disabili intellettivi”, organizzato per il 22 giugno a Roma dalla SCAIS e da Special Olympics Italia, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della Capitale

Special Olympics, Torino 2022

Foto di gruppo scattata a Torino, in occasione dei recenti Giochi Nazionali Estivi di Special Olympics, con tanti componenti di questo movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettive

«L’esperienza ad oggi maturata per un’inclusione completa nel mondo dello sport per le persone con diverse disabilità ha evidenziato come attualmente sia necessario affrontare e approfondire innumerevoli aspetti che interessano, sia a livello progettuale che di esecuzione, scelte e tecnologie architettoniche che debbono considerare aspetti a livello professionale non sempre conosciuti in maniera esauriente, data la complessità degli stessi, soprattutto per quanto riguarda la fruizione degli impianti sportivi da parte di atleti e atlete con disabilità intellettiva»: partirà da questo assunto il convegno intitolato Barriere architettoniche e disabilità intellettive. L’accessibilità ai luoghi dello sport e della vita sociale per i disabili intellettivi, organizzato per il pomeriggio di dopodomani, mercoledì 22 giugno (ore 15-18.30), a Roma, presso il Salone d’Onore del CONI-Foro Italico, dalla SCAIS (Società Consulenza e Assistenza Impiantistica Sportiva), insieme a Special Olympics Italia, componente nazionale del movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettive, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia. (S.B.)

Ringraziamo Carlo Hanau per la segnalazione.

A questo link è disponibile il programma completo del convegno che si terrà in presenza. La partecipazione sarà gratuita, ma con obbligo di preiscrizione tramite un messaggio a segreteria@scais.it.

Stampa questo articolo