Come rendere accessibile un Festival di Danza a tutte le persone con disabilità

«La cultura è un bene comune e l’accesso alla cultura in tutte le sue forme va garantito alle persone con disabilità come diritto fondamentale»: lo si legge nella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità ed è un passaggio che l’Associazione alessandrina Abilitando (Dove la tecnologia incontra la disabilità) sottoscrive da sempre, rendendolo concreto, ad esempio, con le varie realizzazioni proposte al Festival Internazionale “Vignale in Danza” di Vignale Monferrato (Alessandria), per far sì che tale evento sia accessibile alle persone con diverse forme di disabilità

Manifesto dedicato a "Vignale in Danza 2022"Abbattimento delle barriere per consentire l’accesso alle persone con disabilità motorie a tutti gli spettacoli; loop a induzione magnetica montato in platea per permettere alle persone con protesi e impianto cocleare di ricevere direttamente suoni e musica in accompagnamento allo spettacolo di danza; messaggio di accoglienza della RAI con l’attore virtuale LIS Raimondo; videopresentazione del Festival tradotto in LIS, con sottotitoli e traccia audio; selezione di spettacoli con audiointroduzione, audiodescrizione e interprete LIS; workshop rivolto a insegnanti di danza e persone con disabilità: sono davvero significativi gli interventi realizzati dall’Associazione alessandrina Abilitando (Dove la tecnologia incontra la disabilità), per rendere fruibili alle persone con diverse disabilità gli eventi del Festival Internazionale Vignale in Danza, avviato in questi giorni e che si protrarrà per un liungo periodo a Vignale Monferrato (Alessandria). Ad affiancare Abilitando in queste iniziative, la Fondazione Piemonte dal Vivo, il Centro Ricerche RAI e l’Associazione LISten, il tutto con il sostegno di Sella Personal Credit.

«L’articolo 30 della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità – sottolineano dall’Associazione – recita che “la cultura è un bene comune e l’accesso alla cultura in tutte le sue forme va garantito come diritto fondamentale”. Si tratta quindi di un diritto umano da riconoscere e tutelare per il quale si devono adottare tutte le misure adeguate a garantire che le persone con disabilità abbiano possano godere dell’accesso a prodotti, spettacoli teatrali e altre attività culturali. Da sempre sottoscriviamo questa missione».

All’interno del ricco programma di Vignale in Danza, Abilitando ha individuato due spettacoli particolarmente adatti all’utilizzo di soluzioni per l’accessibilità, esattamente nella serata di domani, 1° luglio e in quella del 10 luglio, occasioni nelle quali sarà presente lo staff dell’Associazione LISten per l’eventuale accompagnamento a persone cieche e ipovedenti e per l’accoglienza in LIS delle persone sorde “segnanti”.
Alle 19 di domani, 1° luglio, dunque, è in programma Memoria Ecoica di Mattia Gandini (presso Casa Culturale Confraternita dell’Arte), frutto di un progetto di arti performative ed elaborazioni drammaturgiche uditive e visive, con protagonista la Body Music: i suoni, prodotti naturalmente da danzatori e danzatrici nel corso delle partiture coreografiche saranno ripresi e calibrati dal sound designer Vincenzo Scorza, il cui compito sarà quello di rimettere a posto e ricostruire un ambiente uditivo predisposto per il pubblico, culminante in una creazione di partiture drammaturgiche come prodotto dei danzatori stessi. Per le persone con disabilità visiva vi sarà un’audiointroduzione.
Alle 21.30 del 10 luglio, invece, vi sarà Questo lavoro sull’arancia di Marco Augusto Chenevier (presso Piazza del Popolo), spettacolo di pura interazione con il pubblico, che strizza l’occhio, dal punto di vista estetico, al celebre film di Stanley Kubrick Arancia meccanica, ragionando sui dispositivi scenici, sul rapporto tra attore e spettatore e sulle dinamiche sperimentali del “far teatro”. Per le persone con disabilità visiva saranno presenti un’audiointroduzione e un’audiodescrizione, per le persone sorde “segnanti” un interprete LIS. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti anche su biglietti, prenotazioni e agevolazioni: segreteria@abilitando.it.

Stampa questo articolo