Distrofia facio-scapolo-omerale: alla ricerca di un percorso

«La ricerca è il nostro futuro, ma il sostegno socio-sanitario è il nostro quotidiano!»: lo dicono dall’Associazione FSHD Italia, presentando il convegno “FSHD, alla Ricerca di un Percorso”, ove FSHD sta per distrofia facio-scapolo-omerale, una tra le più comuni forme di malattie muscolari ereditarie, con una grande variabilità del quadro clinico e della progressione dei sintomi. L’evento si terrà il 29 settembre, a Roma (ma si potrà seguirlo anche in diretta Facebook) e sono previsti vari momenti di approfondimento, sul piano scientifico, su quello socio-sanitario e su quello assistenziale

«Farci sentire, esporci e batterci per i nostri diritti è diventato essenziale affinché le problematiche e le criticità delle nostre vite non restino imprigionate esclusivamente all’interno della nostra Associazione. Indubbiamente la ricerca è il nostro futuro, ma il sostegno socio-sanitario è, invece, il nostro quotidiano!»: lo dicono dall’Associazione FSHD Italia, presentando il convegno denominato FSHD, alla Ricerca di un Percorso, ove l’acronimo FSHD sta per distrofia facio-scapolo-omerale, una tra le più comuni forme di malattie muscolari ereditarie (la seconda più frequente distrofia muscolare dell’età adulta), caratterizzata da una grande variabilità del quadro clinico e della progressione dei sintomi.

L’evento si terrà nel pomeriggio di dopodomani, giovedì 29 settembre, a Roma (Sala della Protomoteca del Campidoglio, ore 16-19), ma potrà anche essere seguito in diretta Facebook (a questo link) e sono previsti vari momenti di approfondimento, sia sul piano scientifico che su quello socio-sanitario e assistenziale. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo del convegno di dopodomani, 29 settembre, a Roma. Per ogni ulteriore informazione: info@fshditalia.org.

Stampa questo articolo