Veri “nidi di lettura” per bambini e bambine neurotipici e neurodivergenti

Al termine di un percorso formativo ad hoc, organizzato dalla casa editrice uovonero, è attiva la rete “I Nidi dell’uovonero”, fatta di librerie accessibili e inclusive, dove libraie e librai sanno accogliere e consigliare tutti i bambini e le bambine neurotipici e neurodivergenti, veri e propri “nidi” in cui ognuno può sentirsi al sicuro, ascoltato e capito, a partire dai bimbi con disturbo dello spettro autistico. E l’elenco delle librerie aderenti è in continua crescita

Bimbo che legge (©Renata Osinska)

(©Renata Osinska)

Al termine di un percorso formativo ad hoc, organizzato dalla casa editrice uovonero, è attiva la rete I Nidi dell’uovonero, fatta di librerie accessibili e inclusive, dove libraie e librai sanno accogliere e consigliare tutti i bambini e le bambine neurotipici e neurodivergenti. A tal proposito, sono già oltre novanta le librerie Autism Friendly [amiche delle persone con autismo] in tutta Italia che fanno parte della rete: luoghi in cui ciascuno può trovare il libro alla sua portata, sentirsi sicuro, ascoltato e capito. Punti di riferimento per tutti quei bambini/e e ragazzi/e (ma anche per genitori, educatori e terapisti) quotidianamente alle prese con ostacoli di vario tipo alla lettura.
Al progetto hanno aderito librerie di tutti i tipi: da quelle specializzate in editoria per ragazzi a quelle generaliste, librerie di città e di piccoli Comuni; librerie indipendenti e appartenenti a grandi catene, librerie giovanissime e storiche. Una comunità trasversale e rappresentativa di tante realtà territoriali diverse, che d’ora in avanti assicureranno un’attenzione specifica anche ai lettori e alle lettrici con modalità di funzionamento atipico, suggerendo libri belli e adatti alle loro esigenze, veri e propri “nidi” in cui ognuno potrà sentirsi al sicuro, ascoltato e capito.

Come detto, I Nidi è un progetto della casa editrice uovonero, che ha sede a Crema e che dal 2010 pubblica libri accessibili, con l’obiettivo di rendere la lettura un piacere e un diritto di tutti. Pioniera di questi temi, essa è stata la prima realtà editoriale a introdurre nel mercato italiano i libri in simboli e si dedica costantemente alla pubblicazione di volumi che stimolano l’incontro e la curiosità verso l’altro.
Forte dunque della sua decennale esperienza nello sviscerare argomenti connessi ai disturbi del neurosviluppo, uovonero ha reso possibile la creazione dei Nidi, offrendo gratuitamente alle librerie interessate corsi di approfondimento sui libri accessibili, una formazione ad hoc sulle caratteristiche sensoriali e di funzionamento delle persone autistiche, sulle modalità di comunicazione con loro, e una serie di strumenti che impiegano i simboli della CAA, la Comunicazione Aumentativa Alternativa (come specifiche tabelle di comunicazione), permettendo di rendere davvero la libreria un ambiente inclusivo e aperto a tutti.
L’obiettivo principale è quello di aumentare la consapevolezza e la conoscenza dei librai su questi temi e di sostenerli nel rapporto con i potenziali lettori, che sono numerosi e di tante tipologie differenti. «Per primi in Italia – spiega Sante Bandirali di uovonero – abbiamo creduto nel bisogno di pubblicare albi illustrati con testo in simboli e altre tipologie di libri accessibili, per estendere il piacere e il diritto di leggere anche a bambine e bambini che hanno qualche difficoltà a farlo. In questo “anche” risiede tutta la nostra filosofia, perché significa progettare libri destinati a ogni bambino. Crediamo infatti sia venuto il momento di collaborare più da vicino con le libraie e i librai, che sono coloro che hanno il compito di fare arrivare i libri ai lettori, fornendo loro una conoscenza approfondita di questi libri, che non sono né strumenti di terapia né “libri speciali per bambini speciali”, ma semplicemente libri per tutti i bambini». (I.S.)

L’elenco dei Nidi dell’uovonero – in costante crescita e aggiornamento – è consultabile a questo link. Le librerie interessate a diventare nuovi Nidi o semplicemente a ricevere maggiori informazioni, possono scrivere a nidi@uovonero.com.
Il presente contributo è già apparso in “Persone con disabilità.it” e viene qui ripreso per gentile concessione, con alcune modifiche dovute al diverso contenitore.

Stampa questo articolo