Co-progettazione e protagonismo delle persone con disabilità

Iniziativa promossa nel territorio del Milanese per offrire alle persone con disabilità l’opportunità di vivere nei propri contesti ruoli più attivi, di reale protagonismo e di fattiva partecipazione nella costruzione delle comunità in cui trascorrono la propria esistenza, il progetto “Nuove Rotte” sarà al centro dell’incontro “La co-progettazione come strumento per promuovere il protagonismo delle persone con disabilità nella costruzione di comunità più giuste”, in programma per il 1° dicembre a Cinisello Balsamo

Logo del progetto "Nuove Rotte"

Il logo del progetto “Nuove Rotte”

«Nei Comuni del Milanese appartenenti agli Ambiti di Cinisello Balsamo, Garbagnate e Rho, le persone con disabilità censite sono circa 12.200, vale a dire il 3% della popolazione totale. Si tratta di un numero importante se si pensa anche alle famiglie: genitori, coniugi, figli e altri congiunti incaricati della cura e dell’assistenza. A livello nazionale, poi, è da constatare quanto ancora la disabilità rappresenti un ostacolo per una vita autonoma e serena, un impedimento per fasi fondamentali come il lavoro, l’istruzione, la mobilità o in generale la vita attiva nella comunità. Dal febbraio del 2020, inoltre, la diffusione della pandemia da ha notevolmente impoverito il panorama delle proposte educative e dei sostegni di cui le persone con disabilità beneficiavano, rendendo la sfida ogni giorno più difficile da superare».
A sottolinearlo sono i promotori del progetto lombardo Nuove Rotte, iniziativa sostenuta da un cospicuo contributo della Fondazione Comunitaria Nord Milano, nata da una stretta condivisione tra gli Ambiti di Cinisello Balsamo, di Garbagnate Milanese e di Rho, insieme alla Cooperativa Arcipelago ANFFAS e all’ATS di Milano (Agenzia di Tutela della Salute), con l’obiettivo di offrire appunto alle persone con disabilità l’opportunità di vivere nei propri contesti ruoli più attivi, di reale protagonismo e di fattiva partecipazione nella costruzione delle comunità in cui trascorrono la propria esistenza.

Il progetto Nuove Rotte sarà al centro del seminario a partecipazione gratuita, intitolato La co-progettazione come strumento per promuovere il protagonismo delle persone con disabilità nella costruzione di comunità più giuste: l’esperienza del progetto “Nuove Rotte”, in programma per la mattinata di giovedì 1° dicembre a Cinisello Balsamo (Sala Auditorium Sandro Pertini del Centro Culturale Pertini, Piazza Natale Confalonieri, 3, ore 9.30-13).

«Per la sua genesi – viene spiegato ancora – Nuove Rotte si pone come concretizzazione del metodo della co-progettazione tra Enti Pubblici e tra questi e il Privato Sociale, metodo che, dopo l’approvazione del Codice del Terzo Settore, è stato posto al centro di un’attenzione diffusa, sia da parte degli Enti Pubblici che del Terzo Settore. Durante il convegno del 1° dicembre, dunque, in particolare grazie all’intervento di Marco Brunod, docente all’Università di Milano Bicocca, si affronterà il tema della co-progettazione come stimolo per i partner alla co-creazione di risposte nuove ai bisogni, favorendo nel contempo un ruolo più attivo e partecipe dei beneficiari. Sempre durante l’incontro, inoltre, si approfondiranno i meccanismi di co-progettazione attivati dal progetto Nuove Rotte, dando attenzione particolare all’aspetto della valutazione dell’impatto sociale». (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo del convegno. Per ulteriori informazioni: Maurizio Ferrari (mauri.ferrari@gmail.com).

Stampa questo articolo