Quei musei della Campania sempre più accessibili e inclusivi

Si chiama “ManES IN BLU” ed è un’iniziativa laboratoriale in programma per il 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che permetterà la fruizione in modalità interattiva del Museo Archeologico Nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele ai bambini con disturbo dello spettro autistico. L’evento si inserisce nell’àmbito del protocollo d’intesa per l’accessibilità e l’inclusione che la Direzione regionale Musei Campania ha sottoscritto con “Tulipano Art Friendly”, progetto della Cooperativa Sociale campana Il Tulipano

MANES in blu, 3 dicembre 2022Dopodomani, sabato 3 dicembre, in occasione della   Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, a partire dalla mattinata (ore 10) il ManES (Museo Archeologico Nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele), in collaborazione con il progetto Tulipano Art Friendly, promosso dalla Cooperativa Sociale Il Tulipano di Napoli, di cui anche il nostro giornale ha già avuto occasione di occuparsi, proporrà il percorso inclusivo di fruizione museale denominato ManES IN BLU, un’iniziativa laboratoriale che, attraverso social storytelling (“narrazioni sociali”) e l’ausilio di un’agenda visiva ideata e realizzata da Tulipano Art Friendly, permetterà la fruizione del museo in una modalità interattiva per i bambini con disturbo dello spettro autistico insieme ai loro amici e compagni di classe, vivendp un’esperienza stimolante e piacevole.

Il progetto si inserisce nell’ambito del protocollo d’intesa per l’accessibilità e l’inclusione che la Direzione regionale Musei Campania ha sottoscritto con Tulipano Art Friendly, accordo grazie al quale il museo diviene un luogo di apprendimento e di socializzazione per grandi e piccoli attraverso una visione innovativa dei reperti archeologici di esso e dell’interazione con il pubblico del museo stesso.
Alle 12 del 3 dicembre, dunque, i giovani di CulturAut, gruppo di socializzazione e di inserimento lavorativo delle persone con autismo della Cooperativa Sociale Il Tulipano, accoglieranno tutti i visitatori del ManES per un’esperienza museale rivolta a giovani e adulti.

Nello specifico, CulturAut, va ricordato, è un modello culturale inclusivo che vedrà per la prima volta i giovani con disturbo dello spettro autistico, frequentanti un percorso di tirocinio formativo finalizzato all’inclusione lavorativa nella filiera dei servizi culturali, impegnati nell’accoglienza dei visitatori, grazie al supporto dei servizi educativi del Museo. Un’esperienza unica nel suo genere, patrocinata dall’ANGSA Campania (Associazione Nazionale Genitori di perSone con Autismo).
«Questa proposta culturale ed educativa – sottolinea Giovanni Minucci di Tulipano Art Friendly – è diventata ormai una buona prassi, che si diffonde nella rete dei musei Autism Friendly che aderiscono al nostro progetto e che al ManES e, in generale, nell’àmbito della Direzione regionale Musei Campania, trova una resa di assoluto interesse grazie alla collaborazione con CulturAut. Attraverso questa sinergia, infatti, diamo vita a un progetto di tirocinio per l’inserimento lavorativo nelle filiere dei servizi culturali di giovani adulti con autismi e o disabilità cognitive, impegnati in attività di accoglienza».
«Si tratta di un modello eccellente da replicare anche negli altri musei e luoghi della cultura che punteggiano l’intero territorio campano», aggiunge Marta Ragozzino, direttrice regionale di Musei Campania, impegnata, insieme alla direttrice del ManES Ilaria Menale, a sostenere la diffusione del protocollo d’intesa e delle buone pratiche che ne discendono, «per rendere i musei della rete campana veramente accessibili e inclusivi, aperti e capaci di accogliere e dare opportunità a tutti». (S.B.) 

L’ingresso all’iniziativa del 3 dicembre sarà gratuito (con prenotazione obbligatoria entro domani, 2 dicembre). Per ogni informazione: info@iltulipanocoop.org.

Stampa questo articolo