Comunicare cosa, come, a chi

Parlare di comunicazione, rivolgendosi in particolare al mondo della produzione culturale, per costruire un terreno di confronto e proporre soluzioni per allargare e fidelizzare il pubblico (adolescenti, migranti, anziani, persone con disabilità), costruendo buone pratiche che permettano di abbattere ogni tipo di barriera tra cultura e pubblico: è l’obiettivo dell’incontro di domani, 14 dicembre, a Torino, promosso dalle Associazioni Asterlizze e +Cultura Accessibile, in collaborazione con l’Associazione Baretti, nell’àmbito del progetto “Andata e Ritorno”

Comunicare«Comunicare non vuol dire soltanto prendere parola. Significa condividere idee e valori, in tanti, trovando un background “comune” dove compiere un’azione che abbia impatto sulla visione di tutti i partecipanti: in una parola una comunic/azione! Ma come possiamo rendere fruibili i contenuti culturali, senza banalizzarne i temi, e allo stesso tempo garantire l’accesso a tutti e tutte?»: viene presentata così l’esercitazione/incontro denominata Comunicare cosa, come, a chi, promossa per la mattinata di domani, 14 dicembre, a Torino (CineTeatro Baretti, ore 9.45, ingresso libero), dalle Associazioni Asterlizze e +Cultura Accessibile, in collaborazione con l’Associazione Baretti, nell’àmbito del progetto Andata e Ritorno.
Durante l’incontro, dunque, si parlerà di comunicazione, rivolgendosi in particolare al mondo della produzione culturale e, nello specifico, agli uffici stampa delle realtà culturali invitate, per costruire un terreno di confronto e proporre soluzioni per allargare e fidelizzare il pubblico (adolescenti, migranti, anziani, persone con disabilità), costruendo buone pratiche che permettano di abbattere ogni tipo di barriera tra cultura e pubblico.
Al termine della discussione, Asterlizze presenterà il progetto Mappa narrativa di San Salvario, curato insieme a Novis Games, start up di giochi per persone con disabilità visiva, consistente in un percorso che accompagnerà l’utente all’esplorazione del quartiere torinese di San Salvario attraverso una mappa interattiva, in cui poter riscoprire i quartiere stesso con interviste agli abitanti del quartiere e facendo esperienza dei suoni che lo animano.

Interverranno Carlotta Salerno, assessora del Comune di Torino; Alba Maria Porto, presidente di Asterlizze; Daniela Trunfio, presidente di +Cultura Accessibile (Approccio a un linguaggio semplificato, esempi di semplificazione testuale, rendere accessibile le informazioni testo e video.  Accessibilità per tutti i pubblici on e off line); Matteo Negrin della Fondazione Piemonte dal Vivo (Nuovi modelli di accessibilità); un rappresentante del Teatro Stabile di Torino (Intervento/testimonianza su un modello di accessibilità) e uno di Accessiway, Società verticale sul tema dell’accessibilità digitale (Rendere accessibili i siti web, come e a chi). (S.B.) 

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: Elena Deambrogio (asterlizzeufficiostampa@gmail.com).

Stampa questo articolo