Altri spettacoli in resa “soft” con il Teatro Stabile di Torino

Già nel novembre scorso il percorso dedicato all’accessibilità intrapreso ormai da tempo dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale si era arricchito di un’ulteriore novità, le cosiddette “repliche soft”, volute per favorire chi ha difficoltà di apprendimento, disturbo dello spettro autistico o disordini della comunicazione sensoriale. Accadrà ancora il 13 gennaio a Moncalieri, con lo spettacolo “Antigone e i suoi fratelli” e il 29 gennaio a Torino con “Otello”

Teatro Stabile di Torino, repliche softCome avevamo segnalato nel novembre scorso, il percorso dedicato all’accessibilità intrapreso ormai da tempo dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e da noi puntualmente seguito – iniziativa ideata e sviluppata in collaborazione con il partner tecnologico PANTHEA e con l’Associazione +Cultura Accessibile, per consentire ad un pubblico sempre più ampio di assistere agli spettacoli mediante nuove tecnologie e materiali di approfondimento destinati al superamento delle barriere più invisibili e segnatamente in favore delle persone con disabilità sensorialisi è recentemente arricchito di un’ulteriore novità, vale a dire le cosiddette “repliche soft”, realizzate in un’atmosfera più rilassata, per favorire la partecipazione di persone adulte o bambini/bambine con difficoltà di apprendimento, con diagnosi dello spettro autistico o con disordini della comunicazione sensoriale. Spettacoli, dunque, da rappresentarsi in una dimensione di luce più confortevole, senza effetti strobo, con le porte della sala aperte ed eventuali volumi troppo alti di musiche o effetti sonori che sono stati ridotti.

È accaduto il 27 novembre al Teatro Gobetti di Torino, con lo spettacolo Dante tra le fiamme e le stelle, e accadrà ancora nella serata di dopodomani, venerdì 13 gennaio (ore 20.45), alle Fonderie Limone di Moncalieri (Torino), con la messa in scena di Antigone e i suoi fratelli da Sofocle, diretta da Gabriele Vacis. Una terza rappresentazione “soft”, infine, si avrà nel pomeriggio del 29 gennaio al Teatro Gobetti di Torino (ore 15.30), con Otello di Shakespeare diretto da Jurij Ferrini.

Da segnalare anche, per il 13 gennaio, una promozione speciale, che consentirà all’eventuale accompagnatore di accedere gratuitamente allo spettacolo. (S.B.)

Ringraziamo Daniela Trunfio per la collaborazione.

A questo link è disponibile un approfondimento sullo spettacolo Antigone e i suoi fratelli, anche con una scheda di sala semplificata, a quest’altro link le modalità per accedere alla promozione speciale. A un ulteriore link, infine, nella colonnina a destra del nostro articolo Anche la rappresentazione di “Ghiaccio” sarà resa accessibile a Torino, vi è l’elenco degli altri contributi da noi dedicati alle iniziative del Teatro Stabile di Torino all’insegna dell’accessibilità. Per ogni ulteriore informazione: accessibilita@teatrostabiletorino.it.

Stampa questo articolo