Paralimpiadi punto e a capo

Atleti paralimpici, tecnici, giornalisti e rappresentanti di associazioni animeranno la serata del 12 dicembre a Varese, tutta dedicata alla promozione, alla comunicazione e all’informazione sullo sport praticato dalle persone con disabilità, anche alla luce del sorprendente e per certi versi inatteso successo di pubblico e audience delle Paralimpiadi di Londra

Federico Morlacchi

Il nuotatore luinese Federico Morlacchi, tre volte bronzo alle Paralimpiadi di Londra, sarà uno degli ospiti della serata di Varese

Un momento di promozione, comunicazione e informazione sullo sport praticato dalle persone con disabilità, dopo il sorprendente e per certi versi inatteso successo di pubblico e di audience delle Paralimpiadi di Londra: sarà soprattutto questo la serata di mercoledì 12 dicembre a Varese (Sala Napoleonica del Centro Congressi Villa Ponti, ore 20.45), denominata Paralimpiadi punto e a capo. Comunicazione e promozione dello sport per persone con disabilità prima, durante e dopo Londra 2012, organizzata dall’Associazione Sestero, dalla Confesercenti Provinciale, dalla Pallacanestro Varese e da Varese nel Cuore (Consorzio della stessa), e che vedrà partecipare, sul palco e in platea, vari atleti, tecnici, giornalisti e rappresentanti di associazioni.

In particolare, tra gli ospiti dell’incontro vanno segnalati Paola Grizzetti, commissario tecnico della Nazionale di Adaptive Rowing (canottaggio riservato agli atleti con disabilità), oro a Pechino 2008, il nuotatore Federico Morlacchi, tre volte bronzo alle Paralimpiadi di Londra, l’arciere Oscar De Pellegrin, oro a Londra e anche portabandiera azzurro, la schermitrice paralimpica Bebe Vio, in rappresentanza anche dell’Associazione Art4Sport, i giornalisti di Sky Giovanni Bruno, Luca Corsolini, Francesco Pierantozzi e Davide Casoli, quello del Gruppo RCS Claudio Arrigoni, Marco Turri, addetto stampa della FISDIR Lombardia (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e Giovanna Oliva dell’AUS (Associazione Unità Spinale) Niguarda di Milano. (S.B.)

Ringraziamo l’AUS (Associazione Unità Spinale) Niguarda di Milano per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni: sestero@email.it.

Stampa questo articolo