Una visita a “Roma Insolita”

Sarà una “Roma Insolita”, la protagonista, il 13 marzo, della prima di una serie di visite guidate proposte da AccessEmotion, Associazione Culturale il cui obiettivo è quello di promuovere il turismo accessibile e responsabile, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale, valorizzando il patrimonio artistico, storico e culturale, con particolare attenzione alle necessità specifiche dei viaggiatori con esigenze speciali o con disabilità

Roma, Palazzo Zuccari

Palazzo Zuccari a Roma – che scende da Piazza Trinità dei Monti, lungo la Via Sistina e la Via Gregoriana – è chiamato popolarmente la “Casa dei Mostri”, perché il portone sulla Via Gregoriana si apre con una bizzarra decorazione, consistente in una gigantesca bocca spalancata, con un naso a far da chiave di volta, le guance da cornice e gli occhi con le sopracciglia da timpano

È in programma per domenica 13 marzo la prima di una serie di visite guidate organizzate dall’Associazione AccessEmotion, in collaborazione con guide turistiche autorizzate.
«In questo itinerario – spiega Antonio Spica di AccessEmotion -, che abbiamo intitolato Roma Insolita, andremo alla scoperta di storie di artisti e opere d’arte, storie che si intrecciano in una città che non smette mai di sorprenderci».
La visita partirà quindi da Piazza del Popolo, in un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta delle leggende sul “fantasma” di Nerone, Caravaggio e Bernini, tra racconti di obelischi, regine e carbonari. Si proseguirà poi in Via del Babuino, che prende il nome dalla fontanella del “Sileno parlante”, a fianco dell’atelier di Antonio Canova, uno tra i principali esponenti della scultura neoclassica. E ancora, il Palazzo Zuccari – noto anche come “Casa dei Mostri” – accoglierà i visitatori con le sue figure grottesche, tanto simili a quelle di Bomarzo, per concludere ammirando gli autentici angeli che Gian Lorenzo Bernini scolpì per il Ponte Sant’Angelo, oggi custoditi nella Chiesa di Sant’Andrea delle Fratte.

«AccessEmotion – ricorda Spica – è un’Associazione Culturale non a scopo di lucro che ha come obiettivo quello di promuovere il turismo accessibile e responsabile, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale, valorizzando il patrimonio artistico, storico e culturale, con particolare attenzione alle necessità specifiche dei viaggiatori con esigenze speciali o con disabilità. Per questo i nostri itinerari sono preventivamente verificati e per ognuno vengono fornite informazioni dettagliate riguardo l’accessibilità, in modo tale da consentire a tutti di scegliere la visita guidata più adatta ai propri bisogni». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: antonio.spica@accessemotion.it.

Stampa questo articolo