Arte accessibile e disabilità

Le esigenze delle persone con disabilità uditive, visive e linguistico-comunicative e ciò che serve per rendere loro accessibile la fruizione della cultura: sarà questo il tema del convegno del 18 novembre a Venezia, intitolato “L’accessibilità per le disabilità sensoriali nei musei e in ambito culturale”, organizzato dall’Università Ca’ Foscari, patrocinato da CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità), e rivolto a operatori, dirigenti e amministratori del patrimonio culturale e artistico, oltreché a studenti di lingue, storia dell’arte e beni culturali

Fruizione tattile dell'arte

Esempio di fruizione tattile dell’arte

«Saper accogliere le persone con disabilità e rendere accessibili gli spazi museali e culturali e la loro comunicazione verso l’esterno è oramai una competenza oggi indispensabile per tutti i dirigenti e gli operatori culturali. Questo convegno si focalizzerà sulle esigenze delle persone con disabilità uditive, visive e linguistico-comunicative e su come rendere loro accessibile la cultura. Oltre al confronto tra esperti, vi verranno illustrati esempi di buone prassi museali e progetti innovativi a livello italiano e internazionale».
Viene presentato così il convegno intitolato L’accessibilità per le disabilità sensoriali nei musei e in ambito culturale, in programma per venerdì 18 novembre a Venezia (Ca’ Bernardo, Dorsoduro 3199, ore 10), a cura dell’Università Ca’ Foscari. L’iniziativa – rivolta a operatori, dirigenti e amministratori del patrimonio culturale e artistico, oltreché a studenti di lingue, storia dell’arte e beni culturali – si avvale del patrocinio di CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità).

Ad aprire i lavori sarà Anna Cardinaletti, docente di Scienze del linguaggio all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Seguiranno gli interventi di dirigenti e responsabili del Polo Museale del Veneto, della Fondazione Musei Civici, di Palazzo Grassi e della Collezione Peggy Guggenheim – tutte note istituzioni veneziane – che presenteranno progetti e proposte per l’inclusione. A rappresentare CERPA Italia vi sarà Consuelo Agnesi, architetto, che si soffermerà sulle soluzioni multisensoriali per i musei e i luoghi culturali, in riferimento alle persone sorde e sordocieche.

Da segnalare, infine, anche l’appuntamento del giorno successivo, sabato 19, con il laboratorio (a pagamento) sull’accessibilità dei contenuti, presso l’Istituto Canossiano di Venezia, a cura di Veasyt, struttura dell’Università di Venezia, che sviluppa soluzioni digitali per l’abbattimento delle barriere della comunicazione. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione CERPA Italia. (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità).

È disponibile il programma completo del convegno. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: accessibilita@unive.it.

Stampa questo articolo