Sensibilizzare, conoscere, prevenire: la Giornata Mondiale della Vista

Saranno appunto “sensibilizzare, conoscere, prevenire” le parole chiave della prossima Giornata Mondiale della Vista del 10 ottobre, che come tutti gli anni vedrà impegnate in numerose città del nostro Paese le Sezioni dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con lo IAPB, l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità, predisponendo punti informativi nelle piazze, proponendo controlli oculistici gratuiti o anche organizzando conferenze tenute da esperti del settore

Manifesto realizzato per la Giornata Mondiale della Vista del 10 ottobre 2019

Manifesto realizzato per la prossima Giornata Mondiale della Vista del 10 ottobre

Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ci sono nel mondo 217 milioni di ipovedenti e 36 milioni di ciechi, per un totale, quindi, di 253 milioni di persone con disabilità visiva. Oltre 1 miliardo e 200 milioni di persone, inoltre, hanno bisogno di occhiali, con un forte aumento, tra l’altro, della miopia. Per tutto ciò è particolarmente importante che ogni persona possa accedere a un’assistenza oftalmica e a cure adeguate, mentre anche nel nostro Paese, ad esempio, succede che ancora in troppi non si sottopongano regolarmente a visite oculistiche.
Sottolineando quindi il fatto che a livello mondiale ben otto casi di disabilità visiva su dieci sarebbero evitabili, diventa quasi conseguente che le parole chiave della prossima Giornata Mondiale della Vista del 10 ottobre siano sensibilizzare, conoscere e prevenire.

Come in tutti gli anni, anche questa volta l’evento della prossima settimana vedrà impegnate in numerose città del nostro Paese le Sezioni dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con lo IAPB, l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.
Lo faranno allestendo punti informativi nelle piazze, proponendo controlli oculistici gratuiti o anche organizzando conferenze tenute da esperti del settore.

Rimandando i Lettori all’elenco delle tante iniziative, disponibile a questo link, nel sito dello IAPB., ci occupiamo qui di due città per tutte, sedi di altrettante Sezioni dell’UICI da sempre particolarmente attive a livello di sensibilizzazione e prevenzione.
Si tratta di quella di Reggio Emilia, ove sia nella mattinata del 10 che in quella dell’11, verranno predisposti esami gratuiti della vista, rivolti sia a bambini che ad adulti, presso la sede dell’Associazione (Corso Garibaldi, 26), a cura di medici specialisti che metteranno a disposizione pure gratuitamente la loro professionalità.
«Si parla tanto di prevenzione – dichiara Chiara Tirelli, presidente dell’UICI reggiana – ma, in realtà, sono ancora troppe le persone che rischiano gravi compromissioni alla vista per mancanza di controlli e cure adeguate. Mi auguro che in molti vorranno cogliere questa opportunità, rivolta quest’anno anche ai bambini».

Tenendo poi fede a un impegno che si rinnova nel tempo, l’UICI di Torino tornerà anche quest’anno in Piazza Castello, cuore del capoluogo piemontese, nella giornata del 10 ottobre (ore 10-18), con un presidio che offrirà anch’esso controlli oculistici gratuiti, rivolti a tutti i cittadini. In particolare, usando un sistema immediato e non invasivo, verrà misurata la pressione oculare, parametro fondamentale per la diagnosi di gravi malattie come il glaucoma.
Sarà inoltre possibile ritirare opuscoli e altri materiali informativi sulle malattie della vista e la salute degli occhi e infine, chi lo vorrà potrà conoscere meglio la vita quotidiana delle persone con disabilità visiva, spesso ancora ignorata o filtrata da vecchi stereotipi.
«Soprattutto in questo momento – sottolinea Giovanni Laiolo, presidente dell’UICI di Torino -, segnato da crisi e difficoltà economiche, desideriamo scendere in strada, accanto ai cittadini, offrendo loro un’opportunità concreta per prendersi cura dei loro occhi. In tal senso confermiamo la nostra vocazione di realtà aperta, che da sempre cerca il dialogo e l’incontro». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti sulla Giornata Mondiale del 10 ottobre a Reggio Emilia e Torino:
° Marzia Mecozzi (m.mecozzi@audiotre.com).
° Lorenzo Montanaro (ufficio.stampa@uictorino.it).

Stampa questo articolo