Innovazioni tecnologiche per un’assistenza socio-sanitaria senza barriere

Durante il convegno in programma per il 22 novembre a Trieste, intitolato “Accessibilità per tutti – L’intelligenza artificiale in sanità. Innovazioni tecnologiche per l’assistenza socio-sanitaria senza barriere e senza confini”, numerosi autorevoli relatori approfondiranno temi riguardanti la salute, l’invecchiamento attivo, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, la pratica della salute attraverso gli strumenti informatici, l’intelligenza artificiale e le politiche sociali, ma anche la pianificazione accessibile e la progettazione universale (“Universal Design”)

E-health

Un’elaborazione grafica che rappresenta l'”e-health”, ovvero le pratiche della salute attuate attraverso strumenti informatici

È in programma per venerdì 22 novembre all’Aula Magna Rita Levi Montalcini dell’Ospedale di Cattinara a Trieste (Strada di Fiume, 447, ore 9-17), l’importante convegno intitolato Accessibilità per tutti – L’intelligenza artificiale in sanità. Innovazioni tecnologiche per l’assistenza socio-sanitaria senza barriere e senza confini, incontro promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con Federsanità ANCI Friuli Venezia Giulia, l’Istituto Superiore della Sanità, l’ASUITs (Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste), ESOF 2020 (EuroScience Open Forum), il Comune di Trieste, il Centro Collaboratore Italiano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per le Classificazioni internazionali della Regione Friuli Venezia Giulia, il CRIBA FVG (Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche Friuli Venezia Giulia), la Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia e l’Università di Trieste.

«Il convegno – spiega Michele Franz del CRIBA FVG, componente del Comitato Scientifico e che sarà anche tra i relatori – approfondirà, attraverso la partecipazione di numerosi autorevoli relatori, i temi riguardanti la salute, l’invecchiamento attivo, l’ICT [Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione, N.d.R.], l’e-health [pratica della salute attraverso strumenti informatici, N.d.R.], l’intelligenza artificiale, le politiche sociali, ma anche la pianificazione accessibile e la progettazione universale (Universal Design)».

«Si tratta di un evento – aggiunge – che fa parte del percorso interistituzionale e multidisciplinare Accessibility for All, ossia “Accessibilità per tutti”, sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia con la prospettiva di favorire la creazione di tecnologie hardware e software, che garantiscano uno sviluppo scientifico e industriale secondo il principio fondamentale della “piena accessibilità per tutti”, da cui deriva l’impegno prioritario per l’integrazione tra i diversi sistemi, a partire da quelli sanitario, socio-sanitario, assistenziale e sociale, ma non solo. In altre parole, la volontà è quella di promuovere una nuova mentalità rivolta al superamento delle attuali “barriere”, settoriali e culturali, anche incentivando il mondo della ricerca e dell’industria per progettare hardware e software ad uso di tutti, quale investimento fondamentale per il benessere generale della società». (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo del convegno del 22 novembre a Trieste. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: criba@criba-fvg.it; federsanita@anci.fvg.it.

Stampa questo articolo