Il messaggio del nuovo “FIABADAY”: “Per me il lockdown non è finito”

«Per molte persone con disabilità e ridotta mobilità la fine del lockdown non ha significato ritorno alla normalità, perché la loro “normalità” corrisponde proprio alla situazione vissuta durante l’emergenza, ossia rimanere confinate in casa, a causa di barriere che spesso potrebbero essere facilmente abbattute»: sarà questo il messaggio del “XVIII FIABADAY”, in programma per il 6 ottobre a Roma, la Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche organizzata dalla ONLUS FIABA, che verrà presentata il 1° ottobre nel corso di una conferenza stampa

Donna in carrozzina davanti a una scalinataVerrà presentata giovedì 1° ottobre a Roma, nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio (Via Santa Maria in Via, 37, ore 11), la nuova edizione – la diciottesima – del FIABADAY, la Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche, in programma per domenica 4 ottobre in Piazza Colonna a Roma, a cura della ONLUS FIABA, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio.

Per me il lockdown non è finito, sarà il messaggio lanciato dalla campagna di sensibilizzazione coincidente quest’anno con l’evento, «con l’obiettivo – come spiegano i promotori – di sottolineare che per molte persone con disabilità e ridotta mobilità la fine del lockdown non ha significato ritorno alla normalità, perché la loro “normalità” corrisponde proprio alla situazione vissuta durante l’emergenza, ossia rimanere confinate in casa. E tutto ciò a causa di barriere architettoniche domestiche e condominiali che spesso potrebbero essere facilmente abbattute».
Come nelle precedenti edizioni, inoltre, durante la mattinata del 4 ottobre la sede del Governo aprirà le porte alle visite guidate nelle sale interne di Palazzo Chigi, a gruppi di persone con disabilità e loro accompagnatori.

Alla conferenza stampa di presentazione del 1° ottobre, infine, hanno già confermato la loro partecipazione, tra gli altri, il segretario generale della Presidenza del Consiglio Roberto Chieppa, la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti e il consigliere del Presidente del Consiglio in àmbito di disabilità Giuseppe Recinto. (S.B.)

La prenotazione per le visite guidate del 4 ottobre a Palazzo Chigi è obbligatoria (entro il 30 settembre). Per ogni ulteriore informazione e approfondimento accedere al sito di FIABA.

Stampa questo articolo