Scrittori da una realtà parallela, storie di disabilità vissuta

Marta Telatin, Giovanni Bellino, Paolo Berta e Guido Marangoni: sono gli autori di altrettanti libri, persone che vivono direttamente la realtà della disabilità e che hanno accettato l’invito della Consulta della Regione Liguria e di quella del Comune di Genova, impegnate per i diritti delle persone con disabilità, a partecipare a un primo incontro nell’àmbito della rassegna “Scrittori da una realtà parallela”, previsto in videoconferenza per il pomeriggio di oggi, 3 dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dal Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova

LibriQuattro autori che vivono in prima persona la realtà della disabilità hanno accettato l’invito della Consulta della Regione Liguria e di quella del Comune di Genova, impegnate per i diritti delle persone con disabilità, a partecipare a un primo incontro nell’àmbito della rassegna Scrittori da una realtà parallela, previsto in videoconferenza per il pomeriggio di oggi, 3 dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dal Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova.
I protagonisti dell’incontro racconteranno, attraverso le loro pubblicazioni, difficoltà, sofferenze e problematiche di integrazione, ma anche gli aspetti positivi legati alla solidarietà, alla condivisione sociale e al superamento di barriere che a volte appaiono invalicabili.

Interverranno quindi Marta Telatin, pittrice non vedente, autrice di In tutti i sensi (Rapsodia Edizioni, 2019); Giovanni Bellino, persona con distrofia di Duchenne, autore di Le ali di una lumaca (2018: progetto AutoNoiMia dell’Associazione Parent Project); Paolo Berta, persona con tetraplegia, vicepresidente della FISH Piemonte (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che presenterà Un tuffo nella vita, scritto con Edoardo Angelino (Lindau, 2016); Guido Marangoni, genitore che, con Anna che sorride alla pioggia (Sperling & Kupfer, 2018), parla del mondo delle persone con sindrome di Down.

«L’esperienza della disabilità vissuta ogni giorno in prima persona – sottolineano i componenti del gruppo di lavoro che ha promosso la rassegna Scrittori da una realtà parallela – gioca un ruolo importante nella narrazione, da un lato rafforzando la determinazione delle persone con disabilità a lottare per una piena inclusione in ogni àmbito della vita, dall’altro sollecitando la società a ricercare soluzioni per una loro piena integrazione, allontanando ogni forma di discriminazione. Questo progetto, dunque, intende valorizzare l’esperienza di scrittori molto particolari, nel quadro della narrativa contemporanea che proprio in ragione del loro vissuto diretto a fianco della disabilità, possono fornire stimoli di riflessione e di speranza: prima di tutto in quanto artisti che “vedono prima” e poi perché hanno vissuto o stanno vivendo personalmente la realtà della disabilità nella sua complessità».

Ciascun Autore sarà presentato da una figura appartenente ad un’Associazione attiva sul territorio genovese, costituita da persone che vivono le medesime sfide. Le stesse Associazioni presenteranno anche altre pubblicazioni scritte da persone con la disabilità degli scrittori protagonisti, fornendo quindi al pubblico ulteriori occasioni di “autoanalisi” e confronto.
L’iniziativa, che si svolgerà in collaborazione con Palazzo Ducale di Genova, si avvale del patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Genova e del Comitato Pari Opportunità dell’Università di Genova. (S.B.)

Ringraziamo Paolo De Luca per la segnalazione.

L’evento del pomeriggio di oggi, 3 dicembre, potrà essere seguito in YouTube a questo link. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: consulta@regione.liguria.it; consulta@comune.genova.it.

Stampa questo articolo