Inclusione, un gioco da ragazzi

Si chiama così lo spazio virtuale dedicato alla bellezza del gioco dei bambini e alla solidarietà, che abbraccerà il mondo della musica e dello spettacolo, articolandosi su quattro dirette online promosse dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), a partire da oggi, 26 febbraio, nell’àmbito del progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara”, i cui ospiti, musicisti e personaggi televisivi, hanno scelto di difendere il diritto dei bambini e delle bambine con disabilità di divertirsi con i loro coetanei, in parchi e aree verdi attrezzate con giochi accessibili a tutti

Locandina delle dirette UILDM sul gioco, febbraio-marzo 2021Prenderà il via nel pomeriggio di oggi, 26 febbraio, il format Inclusione, un gioco da ragazzi, quattro eventi live promossi dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), per sostenere il proprio progetto A scuola di inclusione: giocando si impara, che punta ad installare giostrine e giochi accessibili che permettano ai bambini e alle bambine con disabilità di divertirsi come tutti e insieme a tutti.
Si tratta di un progetto, va ricordato, cui tutti possono contribuire e che già da tempo si articola su varie azioni di sensibilizzazione nelle scuole e di riqualificazione in ottica inclusiva di parchi e aree verdi, in ben sedici Regioni italiane e nella Provincia Autonoma di Bolzano, in collaborazione con le Amministrazioni Locali. Attualmente l’obiettivo è quello di arrivare a raccogliere 30.000 euro, per installare giostrine e giochi inclusivi nei parchi gioco di Napoli, Genova e Venezia.

Per quanto riguarda le dirette che prenderanno il via oggi, l’obiettivo è quello di dare vita a uno spazio virtuale carico di emozioni, dedicato alla bellezza del gioco dei bambini e alla solidarietà, abbracciando il mondo della musica e dello spettacolo. Ospiti degli eventi, infatti, saranno personaggi che hanno scelto di difendere il diritto dei bambini con disabilità di giocare insieme ai loro coetanei, in parchi e aree verdi attrezzate con giochi e giostrine accessibili a tutti.
Si partirà, come detto, nel pomeriggio di oggi, 26 febbraio (ore 18), insieme a Simona Molinari, cantautrice e compositrice, che è una delle grandi artiste della nuova generazione jazz e swing italiana. A condurre la puntata sarà il presidente nazionale della UILDM Marco Rasconi.

La prossima settimana, quindi, ed esattamente nella serata del 5 marzo (ore 20), vi sarà un concerto digitale con tanti ospiti e sostenitori, che vedrà salire sul palco virtuale la rock band dei Ladri di Carrozzelle e gli artisti Indipendenti Elli De Mon (Elisa De Munari), Erin (Elisa Bonomo) e Damien McFly (Damiano Ferrara).
Durante la diretta, insieme agli artisti, si alterneranno Benedetta De Luca, influencer e modella con disabilità, Raffaella Bedetti, mamma di un bimbo con la SMA (atrofia muscolare spinale) e Salvatore Leonardo, volontario e presidente della UILDM di Napoli. Condurranno Stefania Pedroni, vicepresidente nazionale della UILDM e la giornalista Valentina Bazzani.

Successivamente, il 10 marzo (ore 18), sarà la volta di Petra Loreggian, speaker di RDS, che ha recentemente presentato e seguito i Mondiali di Sci a Cortina ed è persona particolarmente sensibile ai temi riguardanti le persone con disabilità. Da tempo amica della UILDM, ne sostiene l’impegno per l’abbattimento di tutte le barriere fisiche e mentali.

Infine, l’evento conclusivo del 19 marzo, quando insieme a Marco Rasconi ci sarà Giovanni Muciaccia, conduttore televisivo e attore teatrale, divenuto famoso a partire dagli Anni Novanta grazie al programma Art Attack, incantando i bambini e le bambine con i suoi “attacchi d’arte”. Lo scorso anno, inoltre, ha condotto La porta segreta e successivamente Non è mai troppo tardi… Fatto?!, nuovo programma di alfabetizzazione digitale per Raidue e per RaiPlay. (S.B.)

I quattro eventi del ciclo Inclusione, un gioco da ragazzi andranno in onda in contemporanea sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della UILDM Nazionale. Per ulteriori informazioni: uildmcomunicazione@uildm.it (Alessandra Piva e Chiara Santato).

Stampa questo articolo