Ricostruiamo le reti sociali indispensabili e superiamo le disuguaglianze

«Siamo pronti e desideriamo assolvere a quel ruolo di solidarietà nella ripartenza del Paese, invocato anche dal Presidente del Consiglio, che già da tempo contraddistingue l’identità del Terzo Settore. Parteciperemo con dedizione ai processi di cambiamento, affinché si ricostruiscano sempre più le reti sociali indispensabili, e si superino con costanza le disuguaglianze»: lo dichiara Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, commentando le parole di apprezzamento espresse dal presidente del Consiglio Draghi nei confronti del Terzo Settore, durante un recente evento

Intervento del presdidente del Consiglio Draghi al "Civil Week Lab" di Milano

L’intervento del presdidente del Consiglio Draghi al “Civil Week Lab” di Milano

«Apprezziamo le parole del Presidente del Consiglio, che ha apertamente riconosciuto l’impegno di tanti lavoratori e volontari nel fronteggiare l’emergenza, sanitaria, sociale ed economica dettata della pandemia. Oggi siamo pronti e desideriamo assolvere a quel ruolo di solidarietà nella ripartenza del Paese, invocato anche dal Presidente, che già da tempo contraddistingue l’identità del Terzo Settore. Parteciperemo con dedizione ai processi di cambiamento, affinché si ricostruiscano sempre più le reti sociali indispensabili, e vengano superate con costanza le disuguaglianze. L’Italia democratica non può che porsi al fianco di coloro che hanno maggiormente bisogno. L’appello alla generosità dovrà essere un riferimento duraturo e stabile nei prossimi anni»: a dirlo è Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, commentando le parole riguardantio il volontariato, espresse dal presidente del Consiglio Mario Draghi, in occasione dell’evento Civil Week Lab, promosso dal «Corriere della Sera» all’Università Bocconi di Milano.

«Il Terzo Settore – aggiunge Pallucchi – è portatore di conoscenze qualificate del territorio, dei quartieri, si intreccia a piccole e medie realtà e alle esigenze più concrete. Con le nostre competenze e i nostri volontari risponderemo tanto alla richiesta del Governo quanto a quelle quotidiane della cittadinanza. Gli investimenti previsti con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per le infrastrutture sociali sono un elemento che dimostra la fiducia, e sono fondamentali per mantenere corretti equilibri. Prima di tutto vogliamo però continuare a mettere al centro la partecipazione, un tema in cui crediamo fermamente, poiché la solidarietà si realizza solo con un impegno diffuso all’interno della comunità. A tal proposito, ad esempio, il Servizio Civile rappresenta un punto di forza, un’opportunità per i giovani di entrare in maniera attiva nelle principali sfide sociali. Sarà importante inoltre che la Riforma del Terzo Settore apra a nuovi spazi di intervento, libertà e promozione sociale verso gli Enti Non Profit e le Associazioni, in tal modo permettendo loro di agire con completezza».

Nei giorni scorsi, tra l’altro, il Forum ha anche espresso particolare apprezzamento per essere stato invitato dalla Presidenza del Consiglio a far parte, insieme alle altre parti sociali, del Tavolo Permanente per il Partenariato Economico, Sociale e Territoriale, istituito con funzioni consultive, nell’àmbito dell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. (S.B.)

A questo link vi è l’elenco dei soci (tra i quali la FISH-Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e degli aderenti al Forum Nazionale del Terzo Settore. Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: stampa@forumterzosettore.it.

Stampa questo articolo