A quando i sostegni per chi opera al fianco dei più svantaggiati?

«Se e quando sarà data giusta attenzione anche a quelle realtà che operano, al di fuori della logica del profitto, al fianco dei più svantaggiati, come gli enti non profit che, ad esempio, si prendono cura di anziani, minori, persone in difficoltà o con disabilità?»: a chiederlo è Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, ribadendo la presa di posizione espressa già nei giorni scorsi, dopo l’approvazione al Senato del “Decreto Aiuti bis”, che non prevede alcun sostegno contro il “caro energia” per le realtà non profit, molte delle quali rischiano di scomparire

Realizzazione grafica con omino bianco a fianco di un grande punto di domanda rosso«Il Decreto Aiuti bis sarà modificato alla Camera, ma non per ricomprendere i sostegni “dimenticati” al Terzo Settore. Ci chiediamo dunque se e quando sarà data giusta attenzione anche a quelle realtà che operano, al di fuori della logica del profitto, al fianco dei più svantaggiati, come gli enti non profit che, ad esempio, si prendono cura di anziani, minori, persone in difficoltà o con disabilità, che rischiano di non ricevere alcun ristoro, pur subendo pesantemente anch’essi i rincari energetici»: lo dichiara in una nota Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, ribadendo la presa di posizione espressa già nei giorni scorsi e condivisa anche dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), dopo l’approvazione alò Senato del “Decreto Aiuti bis” (se ne legga anche sulle nostre pagine).
«A questo punto – conclude Pallucchi – ci auguriamo che si introducano sostegni adeguati già nel prossimo Decreto che sarà discusso in Consiglio dei Ministri, e che non si “dimentichi” per l’ennesima volta l’importanza del Terzo settore per la tenuta di questo Paese». (S.B.) 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it.
A questo link è disponibile l’elenco completo di tutti i soci – tra cui anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – e degli aderenti al Forum Nazionale del Terzo Settore.

Stampa questo articolo