Altri premi per Dalla Mora, fondatore e presidente della SIDIMA

Professionista attivo da tempo nel campo della progettazione inclusiva ed egli stesso persona con disabilità, Rodolfo Dalla Mora, fondatore della SIDIMA (Società Italiana Disability Manager), è stato il primo disability manager in un ospedale, ruolo assunto poi nell’ULSS della Marca Trevigiana e nel Comune di Treviso. Il suo costante impegno lo ha portato a ricevere prestigiosi riconoscimenti, ai quali di recente si sono aggiunti il “Premio Idee per la vita Luciano Bernardi Oltre le diversità” e un altro riconoscimento nell’àmbito del “Gran Premio Internazionale del Leone d’Oro di Venezia”

Dalla Mora premiato a Venezia, dicembre 2022

L’assegnazione a Rodolfo Dalla Mora del riconoscimento nell’àmbito del “Gran Premio Internazionale Leone d’Oro di Venezia”

È stato il primo disability manager nominato in un ospedale, all’ORAS (Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione) di Motta di Livenza (Treviso), assumendo successivamente lo stesso ruolo sia nell’ULSS 2 della Marca Trevigiana che nel Comune di Treviso. Ha fondato nel 2011 la SIDIMA (Società Italiana Disability Manager) e successivamente anche l’AIDIMA (Associazione Italiana Disability Manager).
Architetto che opera da oltre trent’anni nel campo della progettazione inclusiva e che è egli stesso una persona con disabilità motoria, Rodolfo Dalla Mora lavora da anni con grande impegno per diffondere sempre più nel nostro Paese una figura come quella del disability manager, già presente in altre realtà straniere, ma operante esclusivamente in àmbiti più ristretti, sviluppandone la funzione di “facilitatore” nei confronti delle persone con disabilità, nonché di creatore di rete.
Recentemente ha anche inaugurato per l’editore il Prato la nuova collana editoriale “Per una Nuova Cultura della Disabilità”, di cui è responsabile, con una prima uscita, intitolata Disabilità: la storia, il linguaggio, la condizione, la Convenzione ONU, degna della maggior diffusione possibile e che ben volentieri torniamo a segnalare (si può ordinare la pubblicazione tramite questo link). 

Tanto concreto e costruttivo impegno ha portato Dalla Mora a ricevere già in passato numerosi importanti riconoscimenti ai quali in queste settimane se ne sono aggiunti altri due, il primo dei quali, assegnato nel corso di una serata a Oderzo (Treviso), all’insegna anche della buona musica, è stato il Premio Idee per la vita Luciano Bernardi Oltre le diversità, prima edizione di un’iniziativa dedicata a un imprenditore con disabilità di guerra, scomparso nel 2020 a causa del Covid.
«Come Luciano Bernardi – si legge nella motivazione del premio – Dalla Mora è una persona con disabilità che ha a cuore gli esseri umani in quanto tali, indipendentemente dalle diversità, anzi oltre le diversità e con le sue idee fa la differenza perché capace di trasformarle in azioni. Per Rodolfo Dalla Mora, infatti, la disabilità è diventata uno stimolo per migliorarsi e migliorare la vita degli altri e da trent’anni, partendo dall’idea di mettere la propria formazione tecnica a disposizione della disabilità, come disability manager, sta lavorando per modificare, adeguare il rapporto tra persona con disabilità e famiglia, mondo del lavoro, comunità più in generale».
Più recente e particolarmente prestigioso il secondo riconoscimento, arrivato nell’àmbito del Gran Premio Internazionale del Leone d’Oro di Venezia.

Congratulazioni, dunque, al Presidente della SIDIMA, anche dalla redazione di «Superando.it». (S.B.)

A questo link è disponibile un testo di approfondimento sulla serata di Oderzo (Treviso), durante la quale è stato assegnato il primo Premio Idee per la vita Luciano Bernardi Oltre le diversità.

Stampa questo articolo