Giovani e ruolo di cura: tra scelta e necessità

L’Associazione Young Care Italia si dedica alle giovani e ai giovani caregiver, ossia a tutti quei ragazzi e ragazze minorenni o maggiorenni con meno di 26 anni che si prendono cura dei genitori per motivi medici, psichiatrici, culturali e che faticano a trovare visibilità e attenzione. Di loro si parlerà il 20 gennaio a Milano, nel corso dell’interessante convegno “Giovani e ruolo di cura: tra scelta e necessità. Il caso italiano degli young caregivers”, che sarà una preziosa occasione per approfondire il tema dal punto di vista sociologico, psicologico, legale e dell’intervento territoriale

Illustrazione di Alberto Ruggieri (©Alberto Ruggieri)

Illustrazione di Alberto Ruggieri (©Alberto Ruggieri)

Si terrà nella mattinata del 20 gennaio a Milano il convegno Giovani e ruolo di cura: tra scelta e necessità. Il caso italiano degli young caregivers, evento promosso dall’Associazione Young Care Italia, con il supporto di numerose altre Associazioni e realtà attive nell’ambito del supporto alla disabilità, all’inclusione e alle pari opportunità.

Come avevamo riferito anche sulle nostre pagine, lo scorso ottobre il Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità ha accolto il ricorso di una caregiver familiare italiana, Maria Simona Bellini, avendo riscontrato che l’incapacità dell’Italia di fornire servizi di sostegno individualizzati a una famiglia di persone con disabilità è discriminatoria e viola i loro diritti alla vita familiare, a vivere in modo indipendente e ad avere un tenore di vita adeguato.
Ebbene, la situazione dei/delle giovani caregiver è, se possibile, ancora più delicata perché a loro sono affidate responsabilità e mansioni di cura in un momento della vita in cui dovrebbero essere essi stessi i destinatari di cura, e dovrebbero poter progettare liberamente il proprio futuro.
L’Associazione Young Care Italia si dedica proprio alle giovani e ai giovani caregiver, ossia a tutti quei ragazzi e ragazze minorenni o maggiorenni con meno di 26 anni che si trovano a doversi prendere cura dei genitori per motivi medici, psichiatrici, culturali, e che fanno fatica a trovare visibilità e attenzione.

«Nel nostro Paese – si legge nel sito di Young Care Italia – 7 ragazzi/e su 100 tra i 14 e i 25 anni si occupano di altri membri fragili della propria famiglia. Il carico medio di cura è di 23 ore alla settimana».
«Il convegno del 20 gennaio – spiegano dunque dall’Associazione – sarà un’occasione per approfondire il tema dal punto di vista sociologico, psicologico, legale e dell’intervento territoriale. Vi interverranno esponenti accademici, professionisti esperti nell’ambito, testimoni esperti per esperienza e rappresentanti di Associazioni nazionali e internazionali». (Simona Lancioni)

Il convegno del 20 gennaio si terrà, come detto, a Milano (Sala Vitman dell’Acquario Civico, ore 9-13) e la partecipazione sarà gratuita, ma con prenotazione necessaria scrivendo a info@youngcareitalia.org o tramite il modulo disponibile a questo link.
Il presente contributo è già apparso nel sito di Informare un’h-Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli di Peccioli (Pisa) e viene qui ripreso, con alcuni riadattamenti e integrazioni dovuti al diverso contenitore, per gentile concessione.

Stampa questo articolo