“Suona con me”: musicoterapia per bambini e bambine con disabilità neuromotoria

Tra gli interventi terapeutici efficaci per bambini e bambine con disabilità neuromotoria vi sono quelli legati alla musicoterapia, che sortisce effetti benèfici anche sui genitori: partendo da tale consapevolezza, la Fondazione lombarda Ariel ha avviato il progetto “Suona con me”, in base al quale verranno attivati percorsi annuali di musicoterapia con frequenza settimanale, rivolti a nove bambini/bambine dagli 8 mesi ai 5 anni in lista d’attesa per accedere a uno dei centri riabilitativi accreditati. Da febbraio, tali percorsi partiranno a Bergamo, Crema (Cremona) e Gorgonzola (Milano)

Musicoterapai di Fondazione Ariel«Un intervento precoce di terapia riabilitativa nei bambini con disabilità neuromotorie è importante per far sì che non si perdano potenzialità fondamentali per la crescita e la vita futura del piccolo paziente. I tempi di attesa presso i centri abilitati del Sistema Sanitario Nazionale sono però spesso lunghi, cosicché molti bambini che necessitano di essere seguiti rischiano di rimanere senza alcuna forma di terapia riabilitativa proprio nei primi mesi e anni di vita in cui è importante siano seguiti. Nello specifico, tra gli interventi terapeutici efficaci per bambini e bambine con disabilità neuromotoria vi sono quelli legati alla musicoterapia, che sortisce effetti benèfici anche sui genitori, alimentando il legame con i figli, in quanto la potenza della musica crea un nuovo linguaggio e al tempo stesso richiama l’attenzione laddove è molto difficile, come può capitare appunto con i bambini con disabilità, stimolando le aree ritmiche del cervello e di conseguenza anche risposte motorie e riflessi».
Partendo da tali consapevolezze, la Fondazione lombarda Ariel ha avviato il progetto Suona con me, in base al quale verranno attivati percorsi annuali di musicoterapia con frequenza settimanale, rivolti a nove bambini dagli 8 mesi ai 5 anni in lista d’attesa per accedere a uno dei centri riabilitativi accreditati. Dal prossimo mese di febbraio, tali percorsi partiranno nelle città di Bergamo, Crema (Cremona) e Gorgonzola (Milano). (S.B.)

A questo link è disponibile un testo di ampio approfondimento. Per candidare il proprio bambino o bambina ai percorsi di musicoterapia della Fondazione Ariel è necessario essere residenti in Lombardia e scrivere a serviziopsicologico@fondazioneariel.it.

Stampa questo articolo