Altri campioni che “non mollano mai”, per sostenere la ricerca sulla SLA

L’allenatore di calcio Guardiola, la giornalista D’Amico, il golfista Canonica e l’imprenditore Celada: saranno i nuovi grandi ospiti domani, 5 novembre, di “#distrattimavicini”, la rubrica in diretta Facebook nata all’insegna dello slogan “#nevergiveup” (“Non mollare mai”), voluta dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) e dalla Fondazione Vialli e Mauro, per sostenere la ricerca dell’ARISLA, la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA, coinvolgendo personalità dello sport e dello spettacolo, imprenditori di successo e protagonisti della ricerca scientifica

Locandina della diretta Facebook del 5 novembre 2020, promossa dall'AISLAAltri nuovi grandi ospiti nella serata di domani, giovedì 5 novembre (ore 21), per #distrattimavicini la rubrica in diretta Facebook (vi si accede a questo link), nata all’insegna dello slogan #nevergiveup (“Non mollare mai”), e già lanciata in primavera dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), in collaborazione con altre organizzazioni, per sostenere allora i Centri Clinici NEMO (NeuroMuscular Omnicentre). Questo nuovo ciclo, invece, che vede a fianco dell’AISLA la Fondazione Vialli e Mauro, è stato voluto per sostenere la ricerca scientifica dell’ARISLA, la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA, coinvolgendo varie personalità dello sport e dello spettacolo insieme a imprenditori di successo e a protagonisti della ricerca scientifica italiana.

A condurre ancora una volta la puntata di domani saranno Andrea & Michele, duo radiofonico di Radio Deejay, e gli ospiti d’eccezione saranno in questo caso il celebre allenatore di calcio Pep Guardiola, la giornalista Ilaria D’Amico, il golfista Emanuele “Peppo” Canonica e l’imprenditore Guido Celada, che racconteranno il proprio “#nevergiveup”, ovvero un’esperienza difficile ma superata, nella loro professione ma anche nella vita, testimoniando in tal modo la loro vicinanza a tutti coloro che vivono con la SLA e ribadendo l’importanza di sostenere la ricerca per trovare al più presto una cura efficace.

«Crediamo che il permanere dell’emergenza sanitaria – sottolineano Gianluca Vialli e Massimo Mauro, presidenti rispettivamente della Fondazione Vialli e Mauro e dell’AISLA, nonché “padroni di casa” delle dirette Facebook – non debba fare abbassare la guardia su altre “partite” che ancora vanno giocate con tutte le forze possibili e per questo motivo chiediamo a tutti coloro che come noi non vogliono “mollare mai” di continuare a sostenere la ricerca».

Alla diretta di domani ne seguiranno altre, il 23 novembre, il 10 e 21 dicembre e alla fine il ricavato raccolto tramite una specifica piattaforma, servirà a finanziare un nuovo progetto di ricerca tra i vincitori del Bando 2020 di ARISLA, aperto a studi di base, pre-clinica e clinica osservazionale, finalizzati a una maggiore comprensione della SLA e a mettere a punto metodologie per lo sviluppo di nuove terapie e per la diagnostica.
L’ARISLA, ricordiamo in conclusione, è nata dieci anni fa per volontà sia della Fondazione Vialli e Mauro che dell’AISLA, affiancate dalla Fondazione Cariplo e dalla Fondazione Telethon. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Tiziana Zaffino (tiziana.zaffino@arisla.org); Daniele Murgia (murgia@secrp.com); info@fondazionevialliemauro.com.

Stampa questo articolo