L’attività degli “esploratori” dell’AIPD di Caserta

Progetto dell’AIPD Nazionale (Associazione Italiana Persone Down), “La mia casa è il mondo” ha previsto il coinvolgimento di piccoli gruppi di preadolescenti con sindrome di Down in attività di “esplorazione” del proprio territorio e del patrimonio culturale e artistico di esso. Tra le Sezioni dell’Associazione partecipanti quella di Caserta ha messo all’opera cinque “esploratori”, rivoltisi ad associazioni, artigiani ed enti locali, definiti quali “compagni di viaggio”. L’evento conclusivo dell’iniziativa si avrà il 22 aprile, presso la sede della stessa AIPD di Caserta

AIPD Caserta: due "esploratori" coinvolti nel progetto "La mia casa è il mondo"

Due “esploratori” dell’AIPD di Caserta coinvolti nel progetto “La mia casa è il mondo”

Progetto semestrale dell’AIPD Nazionale (Associazione Italiana Persone Down), avviato dal 1° settembre dello scorso anno, come avevamo riferito anche sulle nostre pagine, La mia casa è il mondo, finanziato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio nell’àmbito del bando pubblico EduCare, ha previsto il coinvolgimento di piccoli gruppi di preadolescenti con sindrome di Down in attività di “esplorazione” del proprio territorio e del patrimonio culturale e artistico di esso.

Insieme alle Sezioni dell’AIPD di Belluno, Brindisi, Campobasso, Catanzaro, Frosinone, Latina, Potenza e Trento, vi ha partecipato anche quella di Caserta, che ormai da tempo conduce percorsi finalizzati al pieno apprendimento e al consolidamento delle autonomie per persone con sindrome di Down. Nello specifico dell’Associazione campana, i giovani coinvolti sono stati cinque “esploratori” dai 10 ai 14 anni, il cui compito è stato quello di portare a termine una serie di “missioni”, rivolgendosi ad associazioni, artigiani ed enti locali, definiti quali “compagni di viaggio”, che li hanno aiutati a rafforzare i rapporti tra la sede locale dell’AIPD e le diverse realtà presenti sul territorio.

Nel pomeriggio del 22 aprile (ore 17.30), è in programma, presso la stessa sede dell’AIPD di Caserta (Via Ferrarecce, 197), l’evento conclusivo di tale percorso, con un momento di condivisione, riflessione e confronto in merito a ciò che è stato fatto insieme ai “compagni di viaggio”, che saranno invitati a raccontare l’esperienza dal loro punto di vista.
Interverranno per l’occasione Carlo Marino, sindaco di Caserta; Luigi Bosco ed Emilianna Credentino, assessori comunali rispettivamente alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità; Maria Petracca, presidente dell’AIPD di Caserta; Graziella Di Lucia, psicoterapeuta e coordinatrice dei Percorsi di Autonomia nella stessa AIPD di Caserta; Daniele Romano, presidente della FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); gli “esploratori” Mattia, Grazia, Giuseppe, Armando e Dario; Ilenia Iannucci, educatrice professionale referente dei Percorsi di Autonomia dell’AIPD di Caserta; le volontarie Giulia Dell’Aquila e Chiara Masella; alcuni “compagni di viaggio”. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione: info@aipdcaserta.it.

Stampa questo articolo